YouTube è uno dei servizi internet più utilizzati sul pianeta, e forse proprio per questo motivo non è stato possibile evitare che al suo interno si sviluppasse e crescesse quel che potremmo definire un preoccupante lato oscuro. Il numero di contenuti caricati ogni giorno è incredibilmente elevato: come conseguenza, non è per nulla facile verificare che tutti i video rispettino le norme della community di YouTube: nello specifico il servizio invita gli utenti a non caricare video che presentino:

  • Nudità o contenuti di carattere sessuale
  • Contenuti violenti o espliciti
  • Contenuti che incitano all’odio
  • Spam, metadati fuorvianti e frodi
  • Contenuti dannosi o pericolosi
  • Contenuti protetti da Copyright
  • Minacce

Se anche tali regole possono certamente avere un indice di condivisione molto elevato, gli utenti non hanno perdonato a YouTube l’avvio del suo nuovo programma chiamato “YouTube Heroes“. Sostanzialmente, nel tentativo di combattere il bullismo digitale dilagante e la diffusione di commenti e contenuti violenti, a sfondo sessuale o che incitano all’odio che popolano i server, YouTube intende coinvolgere personalmente gli utenti nel processo di moderazione.

youtube heroes

Il programma attribuisce in questo modo agli utenti il ruolo di “eroi”, offrendo loro dei super-poteri quali la facoltà di segnalare in maniera massiva i contenuti ritenuti inappropriati o offensivi e con essi la possibilità di ottenere delle ricompense per il servizio svolto. Nonostante il programma incoraggi gli utenti a segnalare il maggior numero possibile di contenuti – la qual cosa ha fatto ribollire agli utenti il sangue nelle vene -, lo staff di YouTube si riserva il potere di veto sulla decisione finale.

Le rassicurazioni non sono bastate: l’intera community si è ribellata a quello che è apparso come un tentativo di imbarbarire ulteriormente YouTube, e il video di promozione del programma “YouTube Heroes”, pubblicato sul canale “Guida di YouTube”, è stato preso d’assalto e massacrato dagli utenti, che in massa si sono precipitati per commentarlo sfavorevolmente e, ironicamente, segnalarlo come contenuto offensivo. Centinaia di YouTuber hanno inoltre, cavalcando l’onda della disapprovazione generale, hanno pubblicato numerosi video di protesta. YouTube è stata costretta a disabilitare i commenti per il video, che nel momento in cui scriviamo conta 6.277 voti a favore e 376.572 voti negativi. I numeri parlano da soli.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: