Siamo a Monaco di Baviera dove abbiamo assistito ad una presentazione davvero lunga e complessa. Huawei è stata molto orgogliosa di presentare al mondo il suo ultimo gioiello tecnologico, il Huawei Mate 9, al punto da aver basato gran parte della kermesse su confronti con altri smartphone della concorrenza. Viene rinnovata, anche in questo modello, la collaborazione con Leica e viene lanciata anche una versione Porsche Design, rendendo tale variante pregiata e costosa.

Huawei Mate 9 – Attenzione meticolosa ai dettagli

Il nuovo Phablet della casa cinese è dotato di un pannello IPS True-To-Life Full HD da 5.9 pollici. Un display dalla dimensione elevata ma ottimizzato nelle cornici, a tal punto da avere fattezze paragonabili con quelle di iPhone 7 Plus, che ha un pannello da 5,5 pollici. Il telefono misura 78,9×156,9 contro i 77,9×158,2mm del telefono di Cupertino.

Il processore che muove tutto è il nuovo Kirin 960 octa-core (4 core Cortex A73 a 2,4 GHZ e 4 core Cortex A53 a 1,8 GHZ), mentre la GPU è la Mali-G71. Il phablet monta 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibile. Tanta potenza a bordo, dunque, in grado di offrire il 18% di performance in più rispetto alla precedente generazione ed il 15% in più in termini di efficienza energetica.

La GPU dei Huawei è stata sempre leggermente deficitaria rispetto alla concorrenza, ma questa volta la casa cinese ha voluto invertire la tendenza, inserendo un processore grafico capace di garantire prestazioni 180% superiori e un risparmio energetico più efficiente del 40% rispetto alla precedente. Chiudono la disamina hardware il sensore delle impronte digitali posto nella parte posteriore, la connettività 4G LTE, WiFi 802.11 ac, Bluetooth 4.2, NFC, GPS e porta USB Type-C. Come detto in fase di presentazione, il brand Leica è inserito di nuovo di fianco alle due fotocamere posteriori, migliorando quanto buono era stato fatto sul Huawei P9. Un sensore è RGB da 12 Mpx, mentre quello monocromatico è da 20 Mpx: una scelta che dovrebbe risultare vincente in termini di nitidezza e dettagli delle foto. Vi è, inoltre, un autofocus ibrido, doppio flash LED, lo stabilizzatore ottico dell’immagine ed uno zoom digitale ibrido 2x. La batteria è da 4000 mAh, a detta di Huawei è più performante ed in grado di ricaricarsi per il 58% in soli 30 minuti.

Nuovo Hardware e nuovo software

Tante le novità anche lato software, con il sistema operativo che è Android Nougat 7.0, personalizzato dalla nuova EMUI 5.0. Degna di nota è il sistema di machine learning, tecnologia proprietaria di Huawei che consente di analizzare le app suddividendole in gruppi, in modo da ottimizzare le prestazioni e donare maggiore autonomia al dispositivo.

Huawei Mate 9 nella versione con 4GB di RAM e 64GB di storage interno sarà disponibile all’acquisto nei prossimi giorni nelle colorazioni Space Gray e Moonlight Silver al prezzo consigliato di 749 euro, Italia inclusa.

Huawei Mate 9 Porsche Edition

Huawei Mate 9 Porsche EditionLa variante lussuosa e ricercata del Mate 9 si chiama Huawei Mate 9 Porsche Edition e si differenzia dal modello base per il display, che è una unità da 5,5 pollici con risoluzione 2k Crystal-Clear curvo ai lati e per il sensore delle impronte digitali, posto sotto il display.

Questa variante ha al suo interno 6 GB di RAM e 256 GB di memoria non espandibile. Sarà disponibile presso i negozi Porsche di Europa ed Asia nella colorazione Graphite Black al prezzo consigliato di 1.395 euro, a partire da Gennaio 2017.


Partecipa alla discussione