Sempre più italiani si stanno appassionando ad un nuovo hobby. No non stiamo parlando dei Fidget Spinner, anche se si accomunano per il movimento rotatorio, ma della possibilità di pilotare da remoto un piccolo velivolo. Nella guida migliori droni andiamo a suggerirvi, a seconda del vostro livello di interesse e di spesa preventivata, diversi modelli di aeromobili in grado di soddisfare le vostre esigenze.

Esistono di tutti i tipi e di tutti i prezzi, da piccoli ed estremamente economici, utilizzati prevalentemente per competizioni ludiche, gare di velocità e per divertimento personale, a veri e propri strumenti di ripresa aerea che possono arrivare a costare ben oltre un normale stipendio. Sostanzialmente un drone normale ha quatto eliche e in gergo tecnico è chiamato quadricottero, i modelli più professionali arrivano ad avere anche sei o otto eliche per ottenere una maggiore stabilità e precisione di controllo; ma come vedremo qua sotto anche con solo quattro pale la stabilità è perfetta.

Nella nostra guida vi suggeriremo, suddividendo per categorie, diverse scelte per sezione andando ad elencare pregi e difetti di ciascuno dei modelli citati.

[alert variation=”alert-info” dismiss=”dismiss”]Attenzione! Chi si vuole prestare a pilotare un drone deve NECESSARIAMENTE conoscere le regole stabilite dall’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) nel suo regolamento per i mezzi a pilotaggio remoto. Potete trovare il regolamento completo cliccando su questo link.[/alert]

Nonostante il consiglio di dare una lettura veloce per sapere cosa è o non è possibile effettuare, sintetizziamo le principali regole da seguire:

  • Non è possibile far volare il drone a più di 500 metri di distanza dal pilota e non può superare la quota di 150 metri in elevazione
  • Cinque chilometri di distanza minima di volo dagli aeroporti.
  • Divieto di sorvolare assembramenti di persone con obbligo di rispettare anche le norme di sicurezza che esulano dal regolamento stesso, come quelle sulla privacy o i regolamenti comunali
  • Per chiunque è possibile utilizzare droni di peso inferiore ai 300 grammi, con velocità massima di 60 Km/h e parti rotanti protette da impatto accidentale
  • Per operare con droni dal peso compreso tra 300 grammi e inferiore ai 2 kg è necessario conseguire un semplice attestato di volo
  • Per droni più grandi e per le operazioni speciali, cioè operazioni di volo in situazioni di pericolo o emergenza, il pilota dovrà invece seguire un iter più lungo comprensivo di visite mediche

Fermo restando il suggerimento di attenersi alle regole principali o al regolamento completo basta, a grandi linee, rispettare le norme di sicurezza e di privacy di vita quotidiana per non incorrere in sanzioni o sequestri. Vediamo assieme allora  le varie tipologie e caratteristiche con i punti forti e deboli dei migliori droni in circolazione.

Droni Giocattolo

La prima sezione riguarda i droni giocattolo. Li chiamiamo così solo perché sia per caratteristiche che per dimensioni non possono essere definiti veri e propri droni. Molto spesso hanno un raggio di azione molto corto e sono indicati principalmente per avvicinarsi al mondo del volo amatoriale specialmente per i più piccoli.

EACHINE H8 Mini

Letteralmente il primo step per avvicinarsi al mondo del pilotaggio dei droni. Nonostante il mini drone sia solo un giocattolo, ha delle interessanti potenzialità.

Eachine H8 mini

0.02 Kg

30 metri

Km/h

tra 5 e 7 minuti

Molto compatto, leggero e resistente, è l’ideale giocattolo per i ragazzi che vogliono provare a pilotare un piccolo aeromobile senza investire troppi soldi. La possibilità di utilizzare pile stilo per il volo fa si che con diverse pile di scorta, meglio se ricaricabili ovviamente, si possa passare qualche ora a effettuare evoluzioni come flip di 360° o slalom tra gli alberi. Presenti alcuni LED che permettono il volo quando cala il sole e l’illuminazione ambientale non è sufficiente.

EACHINE E10

Un’altro drone giocattolo molto economico e sicuro. Le protezioni delle piccole eliche fanno si che anche in caso di contatto accidentale con un ostacolo esse siano leggermente più protette.

Eachine E10

0.035 Kg

30 metri

Km/h

5 minuti

I 30 metri di distanza massima non sono molti, ne i 5 minuti di volo, la forza di questo piccolo drone è la sua resistenza e la facilità di guida anche per chi è alle prime esperienze. E’ leggermente limitato dalla batteria ma fortunatamente è possibile acquistarne alcune extra per estendere il divertimento

Syma X5SW

Sempre un giocattolo, ma con l’aggiunta finalmente della telecamera. Questo Syma finalmente introduce la possibilità di collegare lo smartphone per vedere in streaming dove stiamo andando.

Syma X5SW

0.118 Kg

metri

Km/h

0,3 MP

Si

5 / 8 minuti

Ricordando sempre che questi droni sono sostanzialmente dei giocattoli, questo in particolare offre qualche piccola funzione in più. Il radiocomando avanzato e la camera sono indubbiamente i suoi punti di forza. La pila in dotazione è scarsa, il consiglio è di acquistare batterie compatibili da 1000mAh per estendere l’autonomia di volo.

Droni Economici

Prima sezione interessante dove possiamo trovare oggetti ideali ai primi voli e a chi su vuole affacciare al mondo del volo senza spendere troppi soldi.

Potensic U48WH

Rimanendo sempre in ambito di droni giocattolo, saliamo leggermente di livello per avere qualche piccola funzione in più e qualche minuto di autonomia di volo.

Potensic U48WH

0.15 Kg

metri

Km/h

720 P

Si con Smartphone

15 minuti

Il Potensic è sostanzialmente un drone giocattolo con quelle caratteristiche in più che offrono la possibilità di potersi divertire maggiormente. Non è perfetto, ne probabilmente resisterà molto ad eventuali urti, ma per una cifra del genere onestamente non ci possiamo aspettare molto.

Syma X8HG

Un passo avanti del modello precedentemente visualizzato, anche se il problema delle batterie sembra persistere.

Syma X8HG

0.15 Kg

50 metri

Km/h

FHD da 8 MP

Si

6 / 8 minuti

Veramente molto simile al modello precedente non brilla particolarmente sotto nessuna categoria. Questo drone personalmente lo ritengo un ottimo investimento iniziale per vedere se la passione di ripresa aerea giustifica una spesa maggiore, per un modello con caratteristiche decisamente superiori.

EACHINE E52

Entra nella guida questo piccolo Eachine E52 soprattutto per una caratteristica fondamentale.

EACHINE E52

0.15 Kg

100 metri

Km/h

0,3 MP

Si su Smartphone

10 minuti

La particolarità che balza subito all’occhio è la possibilità di chiudere su se stessi i bracci dove sono montate le eliche ricordando in un certo senso il blasonato Mavic Pro. Ovviamente non è minimamente paragonabile al modello citato e le caratteristiche non sono poi nemmeno così importanti. Se cercate un piccolo drone, onesto e compatto, questo E52 può essere la scelta giusta.

Droni Intermedi

Step intermedio per valorizzare leggermente un segmento forse troppo snobbato. Se si vuole volare e avere una qualità video discreta, senza troppe pretese, questa è la categoria da guardare.

Parrot Bebop

Nonostante sia stato immesso sul mercato nel 2014, la prima versione del Beebop resta ancora valida per chi cerca un drone dalle buone caratteristiche, una discreta autonomia e soprattutto dal prezzo non esagerato.

Parrot Bebop

0.39 Kg

2000 metri

70 Km/h

14 Mp HD 720p

Si con Smartphone

11 minuto

Grazie all’applicazione FreeFlight 3 sarà possibile comandare semplicemente il drone dal proprio smartphone. Saremo limitati nella distanza massima che esso può raggiungere, certo, ma grazie alla comoda interfaccia in caso di perdita del segnale il drone si fermerà sul posto permettendoci così di avvicinarsi per ricollegarlo e riportarlo più vicino a noi. Si consiglia l’acquisto dello Sky Controller se si pensa di farlo allontanare molto da noi. Bisogna però tenere a mente che nel caso di acquisto con accessori il prezzo sale e va valutato nel caso se investire su di una tecnologia vecchia o scegliere un drone più recente.

Parrot AR 2.0

Un’altro modello della linea Parrot. Questo AR si differenzia dal modello precedente principalmente per la forma e per la varietà di versioni in cui viene venduto.

Parrot AR 2.0

0.38 Kg

50 metri

Km/h

1 Mp

Su smartphone

12 /15 minuti

Il modello AR 2.0 è un quadcottero ideale per giocare a fare gli esperti. Non solo belle riprese ma è anche possibile, premendo un pulsante, effettuare delle evoluzioni acrobatiche degne di un professionista. Probabilmente se qualcuno vuole imparare ad utilizzare un drone questo è il modello giusto per imparare a pilotare e a fare evoluzioni spettacolari. Qualche dubbio lo sollevano gli accessori che da molte testimonianze online risultano spesso scarsi o DoA (Dead on Arrival – Non funzionanti all’arrivo), fortunatamente sia Parrot che gli shop online aiutano molto in caso di problematiche.

In commercio troviamo diverse versioni che variano sostanzialmente per gli accessori inclusi. GPS Edition che comprende il modulo GPS per localizzarlo anche fuori dal nostro campo visivo, Power Edition che ha inclusa nella confezione di vendita già due batterie  e la Elite Edition offre una livrea diversa dalle altre. Il GPS è molto comodo, ma è possibile acquistarlo a parte, il mio consiglio è la Power Edition e magari successivamente acquistare separatamente il modulo GPS.

Droni Avanzati

Saliamo decisamente di livello e incominciamo a vedere veri e propri APR (Aeromobile a Pilotaggio Remoto) dalle interessanti e particolari caratteristiche.

Da questa sezione in poi il mercato è principalmente dominato da un brand con qualche piccola eccezione di importante rilievo

Parrot Bebop 2

La casa francese ha immesso da poco sul mercato questo simpatico e interessante aeromobile. Con delle funzioni di tutto rispetto e una linea particolarmente futuristica riesce a catturare lo sguardo di chiunque cerchi un drone  dalle buone caratteristiche.

Parrot Bebop 2

0.5 Kg

2000 metri

60 Km/h

14 Mp FHD

Si su Smartphone

25 minuti

Il Bebop 2 è un ottimo drone sotto tutti i  punti di vista. Ha una ottima maneggevolezza e le immagini riprese sono di buon livello grazie alla stabilizzazione su tre assi. Disponibili molti accessori come  radiocomando più performante ma soprattutto come il visore VR ( Cockpitglasses FPV – First Person View) che offrono la possibilità di vivere in prima persona l’esperienza del volo.

Disponibile sia in versione solo drone che completa di accessori, consiglio la seconda in quanto il radiocomando è essenziale in caso si intenda effettuare delle riprese particolari, sono invece più dubbioso sul visore che comunque è compreso nel pacchetto.

DJI Spark

Lo Spark è l’ultimo drone presentato da DJI. Questo piccolo aeromobile è un connubio di semplicità di utilizzo e qualità di riprese. E’ particolarmente adatto ai neofiti del settore che vogliono incominciare subito con un prodotto di qualità e dalle funzioni semplici ma avanzate.

DJI Spark

0.3 Kg

100 metri

50 Km/h

1920×1080 30fps

Si

16 minuti

Uno dei pochissimi, se non l’unico drone di buon livello, che rientra nei parametri consentiti per il volo senza patente dall’ ENAC. Simpatici e molto social sono i comandi gestuali con cui è possibile pilotare a distanza lo Spark. Anche per questo modello non sono mancati i problemi di gioventù come spegnimenti in volo. Probabilmente si risolverà tutto semplicemente con un aggiornamento firmware, ma non è rincuorante pensare che il nostro drone al momento possa cadere a terra letteralmente a peso morto.

DJI Phantom 3

Punta di diamante di qualche anno fa, il DJI Phantom 3 è ancora un drone dalle importanti capacità, nonostante le carenze tecniche rispetto ai nuovi modelli.

DJI Phantom 3 Advanced

Vai alla scheda tecnica
DJI Phantom 3 Advanced

1.2 Kg

2000 metri

57 Km/h

12 Mp

Si su Smartphone

27

Una scelta giusta per chi vuole comunque un prodotto importante dalle buone caratteristiche. Come il modello più nuovo anche questo viene venduto in diverse varianti. Il più economico modello standard è da considerarsi il punto di partenza della linea ma è molto carente di funzionalità rispetto ai maggiori, il modello 4k che offre la possibilità di registrare ad alta risoluzione ma pecca sia in distanza massima raggiunta che in trasmissione video streaming sul telecomando, la versione advanced che comprende anche il modulo GPS per permettere un migliore controllo del aeromobile e infine il modello professional che offre tutte le caratteristiche del modello advanced più la possibilità di registrare in 4k e ha compreso nella confezione di vendita un caricabatterie più potente.

La scelta per me ricade sul modello advanced in quanto ha tutto quello che può servire senza rinunciare a nulla.

Droni Professionali

Massima espressione nel mondo del volo radiocomandato a distanza. Stiamo parlando di veri e propri gioielli che possono spingersi molto lontano e molto in alto rispetto al pilota. In questa categoria troviamo il non plus ultra dei droni attualmente in commercio.

DJI Mavic Pro

Il Mavic Pro è probabilmente uno dei prodotti più interessanti di tutta la guida. Unisce tutte le funzioni avanzate dei modelli più costosi in un corpo dalle dimensioni contenute e leggere rendendolo così facilmente trasportabile per tutti gli amatori delle riprese aeree.

DJI Mavic Pro

0.734 Kg

5000 metri

65 Km/h

12,3 Mp

Si con smartphone

21 / 25 Minuti

Compatto e interessante, il Mavic Pro è il sogno proibito del pilota on the road. L’autonomia è più che onesta, circa 20 minuti Le uniche note storte, se così possiamo chiamarle, sono i problemi di flare della lente e l’impossibilità di comandare il drone completamente in manuale ma solamente assistito. Non sarà possibile pertanto imparare a pilotare il drone in caso di emergenza; vi lascio immaginare la difficoltà di rientro in caso di perdita del segnale GPS.

E’ presente sul mercato anche la versione Fly More che comprende, oltre a quello che è presente nella versione base, due batterie, delle eliche di ricambio, una base per la ricarica della batteria e molto altro. Rispetto ad acquistare questi accessori separatamente si risparmia circa 125 €.

GoPro Karma

Non poteva mancare uno dei migliori Brand universalmente riconosciuto per le action cam nel campo della ripresa aerea.

GoPro Karma

1.006 Kg

3000 metri

56.4 Km/h

12 MP - 4K

Si su radiocomando

20

Intrigante e potenzialmente uno dei punti di forza più importanti del drone è certamente la possibilità di staccare letteralmente la camera, e il relativo alloggiamento (Karma Grip, un vero e proprio Gimball per l’action cam)  e utilizzarla come una normale GoPro. E’un eccellente soluzione 2 in 1 che nessun’altro, per il momento ha immesso sul mercato.

Resta il dubbio riguardo i molti casi di malfunzionamento di questo modello, del successivo ritiro per revisione e infine ritorno sul mercato con una versione aggiornata.

Disponibile in versione senza Action Cam, nel caso qualcuno ne fosse già in possesso.

Oppure con la GoPro Hero 5 Black inclusa. Questa offerta è sicuramente un buon modo per risparmiare qualche euro in caso di acquisto combinato.

DJI Phantom 4

Se il Mavic Pro è uno dei migliori droni compatti in circolazione, è semplice giungere alla conclusione che il Phantom 4, che ha gran parte delle caratteristiche in comune con il precedente, sia un’ottima scelta per chi intende utilizzare il drone specialmente in ambito professionale.

DJI Phantom 4 Advanced

Vai alla scheda tecnica
DJI Phantom 4 Advanced

1.38 Kg

3500 metri

57.6 Km/h

12 Mp

Si Su Smartphone

25 / 28 minuti

Chiunque cerchi, specialmente per lavoro, uno dei migliori droni in circolazione può andare sul sicuro. E’ disponibile in tre versioni: normale, una versione standard che personalmente non consiglio in quanto manca moltissime funzioni, advanced, con una telecamera migliorata e tutto al posto giusto infine la versione pro che sorpassa il modello precedente solo per la presenza dei sensori di visione ad infrarossi posteriori. Se siete interessati a questo drone, il mio suggerimento per questo modello è DJI Phantom 4 Advanced.


Seppur presenti con ottimi prodotti sul mercato ho preferito non inserire alcun prodotto di Yuneec in quanto, non avendo mai avuto modo di provarli, o di averli sotto mano, il mio giudizio sarebbe stato approssimativo e non veritiero. Spero di aver modo di averne uno al più presto sottomano per poter aggiungere alla lista anche i suoi modelli.


Partecipa alla discussione