Durante la conferenza Qualcomm al CES 2018 in corso in questi giorni a Las Vegas, Hugo Barra –Facebook VP of VR– ha annunciato un’importante novità in arrivo da Oculus, il distaccamento dedicato alla tecnologia VR del colosso californiano, acquisita da Facebook nel 2014 per 2,3 miliardi di dollari.

Oculus Go sarà il primo visore low cost standalone, vale a dire che funzionerà senza l’utilizzo di uno smartphone o di un computer collegato ad esso (o piazzato direttamente di fronte al visore).

Si tratta di un’alternativa molto più economica rispetto all’Oculus Rift, lanciato nel 2016, e con caratteristiche tecniche persino superiori. Ma la novità più interessante riguarda l’azienda che si occuperà della produzione del visore, che è stata svelata solo poche ore fa: Xiaomi.

Il popolare produttore cinese produrrà il dispositivo, con supporto ad Android 8.0 Oreo, e commercializzerà il prodotto già a partire dal primo quadrimestre di quest’anno (non sappiamo ancora la data precisa).

Sappiamo però il prezzo: 199 dollari per un visore standalone con processore Qualcomm Snapdragon 821, schermi LCD “fast switch” con risoluzione WGHD (2.560 x 1.440 pixel)

Xiaomi produrrà anche un visore simile, sia per caratteristiche che per design, il Mi VR Standalone, che sarà ottimizzato per il mercato cinese di Oculus Go.

Oculus Go, il video della conferenza di presentazione

Offerte per kit VR

Per chi non avesse la pazienza di attendere l’uscita dell’Oculus Go, ecco alcuni kit VR che potrebbero fare al caso vostro:

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: