Apple avrebbe intenzione di portare le tastiere dinamiche E-Ink sui propri portatili MacBook nel 2018. L’indiscrezione arriva da The Wall Street Journal, secondo il quale l’azienda di Cupertino sarebbe al lavoro con la startup australiana Sonder, la cui tastiera Bluetooth E-Ink dovrebbe essere presentata entro la fine del 2016. Le tastiere E-Ink possono essere utilizzate per mostrare non solamente il layout QWERTY standard, ma anche differenti alfabeti e icone contestuali per software quali Adobe Photoshop.

tastiera sonder e ink apple macbook

L’attendibilità di questi rumors, nonostante l’autorevolezza del quotidiano, sembra esser messa in discussione dalle fonti utilizzate, descritte come “vicine ai piani di Apple” ma del tutto anonime. Che qualcosa bolla in pentola è confermato da The Guardian: il giornale britannico ha rivelato che l’amministratore delegato di Apple, Tim Cook, e quello di Sonder, Francisco Serra-Martins, si sarebbero incontrati in Cina la scorsa settimana. Anche in questo caso, però, la fonte è dubbia, dal momento che le voci circa una possibile acquisizione di Sonder da parte di Apple proverrebbero da un post su Reddit che è stato successivamente cancellato.

Un giro di informazioni piuttosto intricato, dunque, che va a tutto beneficio di Sonder. L’azienda, che convenientemente non smentisce né conferma, ne approfitta infatti per attrarre l’attenzione su di sé e sulla propria tastiera Bluetooth, che è peraltro già disponibile in pre-ordine al prezzo di 199 dollari. Sia Apple che Sonder, contattate a più riprese da varie testate, saranno ad ogni modo costrette a render presto conto di tali voci.

Via

Partecipa alla discussione