DJI ha da poche ore presentato il nuovo DJI MAVIC AIR 2, l’evoluzione del suo drone portatile che si piazza a metà strada tra Mavic Mini ed il suo fratello più grande Mavic.

Eppure questo DJI Mavic Air 2 ha alcune specifiche tecniche da far invidia anche a droni più grandi infatti dispone di un’ottima autonomia ed è in grado di registrare in 4K@60fps.

Le riprese sono affidate al nuovo sensore da 48Mpx, inolrte il Mavic Air 2 abbandona il wifi per la comunicazione ma utilizza il nuovo OcuSync 2.0, la tecnologia proprietaria di DJI che garantisce fino a 6 Km di portata!

Mavic Air 2 Specifiche Tecniche

  • Memoria interna: 8 GB espandibile (con microSD fino a 256GB)
  • Fotocamera: 48 megapixel, 1/2”, FOV 84°, f/2.8, 24mm, gimbal a 3 assi
  • Velocità massima: 19 m/s (68,4 Km/h)
  • Distanza massima: 6 Km (CE) con OcuSync 2.0 (2,4/5,8 GHz auto-switching)
  • Batteria: 3.500 mAh
  • Autonomia: 34 minuti
  • Peso: 570 grammi

Mavic Air 2 Reparto fotografico

Per quanto riguarda le fotografie, il Mavic Air 2 è in grado di scattare foto a 12 Mpx combinando 4 pixel 1 in con il pixel binning, tecnica che vediamo anche sugli attuali smartphone.

Possiamo anche effettuare scatti in burst mode a 12 MP da 3/5/7 pose al secondo, inoltre non mancano time lapse, panorama a 180° e foto sferiche (formato JPEG e DNG per il RAW). Ottima la funzione SmartPhoto in cui il drone decide autonomamente come comportarsi in base alla situazione, scegliendo fra 3 possibilità :

  • Riconoscimento scene: 5 categorie supportate (tramonto, cielo, alberi, neve erba), con ottimizzazione automatica di colore, tono e dettagli.
  • Hyperlight: ideale per le condizioni di scarsa luminosità, scatta più foto assieme e le unisce per avere un’immagine più chiara e con meno rumore.
    HDR:
  • 7 pose identiche vengono catturate con differenti livelli di esposizione, per ottenere un’unica immagine dall’intervallo dinamico più ampio.

Per quanto riguarda il comparto video, il nuovo DJI Mavic Air 2 è in grado di registrare fino a 4K@60fps, mentre in full HD possiamo arrivare fino a 240fps. Non manca il supporto HDR in tutte le risoluzioni, fermo però a 30 fps.

Mavic Air 2 è anche il primo Mavic a supportare un bitrate di ben 120Mbps. È possibile anche registrare video in 8K, ma solo tramite hyperlapse questa volta.

Mavic Air 2 Modalità automatiche

Le modalità automatiche sono il modo più semplice e divertente di utilizzare il nostro Mavc Air 2 e anche qui non mancano le classiche QuickShots visti in altri droni DJI (rocket, helix, circle, dronie, boomerang e asteroid), ma ora la più interessante è la FocusTrack, che ha al suo interno 3 modalità operative distinte:

  • Spotlight 2.0: il soggetto viene bloccato al centro dell’inquadratura, lasciando il controllo dei movimenti ll’utente, che sarà così libero di ruotarvi attorno come vuole.
  • ActiveTrack 3.0: l’ultima versione del sistema di inseguimento di DJI, con obstacle avoidance attiva e più veloce ri-agganciamento in caso di perdita del soggetto.
  • Point of Interest 3.0: impostate un percorso di volo automatizzato attorno ad uno specifico soggetto, ora con la possibilità di seguire dinamicamente persone, veicoli o altro.

Mavic Air 2 è primo drone DJI con AirSense: una tecnologia (ADS-B) che avvisa il pilota in caso di aerovelivoli vicini (elicotteri, aeroplani), mostrando anche la loro posizione sullo schermo del controller.

Ovviamente non mancano i sistemi di rilevamento ostacoli frontali e posteriori infattiL’advanced pilot assistance system (APAS) 3.0 crea automaticamente un percorso alternativo attorno, sotto o sopra ad un certo oggetto, per evitarne la collisione , consentendo al pilota di concentrarsi più sulla ripresa che non sulla “sicurezza”. Da notare che sono però assenti i sensori laterali e superiori.

 

Mavic Air 2 Radiocomando

Anche il radiocomando ha subito un aggiornamento interessante, infatti nonostante le sue dimensioni siano leggermente superiori al passato, questa volta lo smartphone troverà alloggio nella parte superiore del telecomando e non in quella inferiore.

Il live view, ovvero il flusso video trasmesso allo smartphone, arriva in full HD a 30 fps, con un bitrate massimo di 40Mbps.

Anche l’app DJI Fly è stata rivisitata infatti ora l’interfaccia di pilotaggio è più semplice e chiara e le funzioni di editing sono state potenziate, per permettervi rapide modifiche in post-produzione.

 

Mavic Air 2 Uscita e Prezzo

Mavic Air 2 sarà disponibile da metà maggio a 849€ per la versione standard, con drone, una batteria, radiocomando e cavi.

La versione Fly More combo, che comprende in più una borsa da spalla, filtri ND, stazione di ricarica e tre batterie, costa 1.049€.

Per ora è prenotabile sul sito ufficiale DJI con spedizione dal 14 maggio!

Co-fondatore e amministratore di Techzilla. Adora le nuove tecnologie e si occupa principalmente dell'amministrazione, del settore marketing e dell'aspetto grafico del sito.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.