Quando si acquista un PC si bada molto alla potenza del processore, alla memoria RAM installata, a quanto è capiente e veloce l’ SSD al suo interno. Quando si acquista un televisore si valuta la grandezza del pannello, la tecnologia del display e la fedeltà, la qualità dei colori. Siete, però, invitati ad ammettere quanti di voi tengano in seria considerazione la natura del display: lucido, altrimenti detto Glossy o Glare, oppure opaco, altrimenti chiamato Matte.

E’ una discriminante importante, se ci si pensa, considerando che i dispositivi elettronici sono diventati molto compatti ed adatti ad essere utilizzati in svariati ambienti, nelle più disparate condizioni di illuminazione ambientale. Cerchiamo, quindi, di fare chiarezza sui pregi e difetti di tali soluzioni, in modo da considerare in maniera opportuna anche questo aspetto quando vi troverete ad acquistare il vostro prossimo PC o televisore.

Schermo Opaco – Pregi e difetti

Quando si acquista un device con display opaco, l’intento è quello di avere una visione dei contenuti del display priva di riflessi. Raggiungere tale obiettivo è molto difficile attraverso questa soluzione, ma la differenza rispetto ad un pannello glossy è assolutamente evidente. Avere un monitor con pannello opaco dentro un ufficio o, comunque, in un ambiente al chiuso può avere poco senso, mentre risulta prezioso se si lavora spesso in mobilità.

Immagini filtrate

Il trattamento anti-riflesso viene aggiunto in seguito dagli OEM, non si tratta della caratteristica di un particolare display. Gli opachi, in soldoni, hanno una pellicola a mescola granulosa con funzione anti-riflesso. Lo svantaggio principale è che non parliamo di una pellicola completamente trasparente: da ciò ne deriva un’influenza negativa sull’immagine, identificabile in un effetto granuloso, visibile specialmente sui colori chiari. Ne consegue, anche, una riduzione della nitidezza, una riduzione del contrasto, della saturazione dei colori ed una limitazione dell’angolo di visione. Con questo non si vuole affermare che i display opachi siano assolutamente da evitare quando si ricercano pannelli di assoluta qualità, ma sono parametri che vengono sacrificati, in maniera più o meno importante, sull’altare della comfort visivo.

Esistono tre tipi di rivestimento anti-riflesso:

  • Semi glare/light: sono rivestimenti leggeri, sottili e poco granulosi. Rappresentano la migliore soluzione per chi non vuole alterare in maniera importante il display, ma la protezione anti-riflesso non riesce ad essere sufficiente nelle condizioni di luce più critiche;
  • Medium: si monta, generalmente, solo sui TN;
  • Harsh: il trattamento in questione elimina completamente i riflessi. La pellicola è molto spessa, caratteristica che può portare, in qualche caso, alla perdita di qualità nella riproduzione delle immagini.

Schermo Lucido- Pregi e difetti

E’ un display nudo e crudo, privo di qualsiasi filtro. Senza alcun trattamento, l’utente può apprezzare completamente le potenzialità del proprio pannello.  La grande nitidezza che caratterizza tale soluzione è data dalla presenza di un filtro polarizzatore liscio che permette di assorbire luce esterna, la quale, però, viene al contempo riflessa.

Pannello nudo e crudo

Di contro, infatti, vi è la presenza sul vetro dei riflessi, nel caso in cui la posizione del dispositivo sia infelice rispetto alle condizioni di illuminazione ambientale. Le fonti di luce che vengono rispecchiate dal display creano, di conseguenza, un fastidio nella visuale ed un affaticamento della vista.

Sondaggio

Non è possibile chiudere questo articolo decretando quale tra le due soluzioni sia la migliore, poichè ognuno deve scegliere il pannello in base alle proprie esigenze ed ai propri gusti. Potete però partecipare al sondaggio di seguito. Quale soluzione preferite, il pannello opaco o lucido?

Display lucido o opaco? Quale preferisci?

Lucido
Opaco

Free survey

Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: