Le potenzialità dell’intelligenza artificiale di Google espresse attraverso la simpatica voce di Assistant aumentano ogni giorno di più e al CES 2019 di Las Vegas, arriva una nuova interessante funzione.

Si chiama Interpreter Mode, in italiano, semplicemente modalità Interprete. Non c’è bisogno di tanta fantasia per capire cosa Assistant in questa modalità potrà fare, basterà semplicemente dire: “Ok Google, aiutami a parlare il cinese” e Assistant si metterà in modalità di ascolto.

Nella modalità Interprete, Assistant ascolterà il messaggio da tradurre dalla nostra lingua a quella desiderata, trasmetterà la traduzione e attenderà una risposta da tradurre nuovamente per far favorire la conversazione tra due interlocutori di lingua nativa diversa. Non una vera e propria rivoluzione, perché in fondo Google Traduttore in maniera più meccanica fa esattamente la stessa cosa.

C’è però la volontà di rendere questo genere di operazioni molto più semplici da effettuare, molto più discrete per entrami i partecipanti alla conversazione e sopratutto c’è la volontà di diffondere in maniera importante la fruizione di un servizio del genere in modo da poter migliorare la modalità Interprete di Google Assistant.

Da una primissima prova fatta da TheVerge, la modalità Interprete di Google Assistant non è infallibile, produce ancora qualche errore senza compromettere però l’esito della conversazione. I tempi di attesa delle risposte però sono ancora un po’ lunghetti per uno svolgimento naturale della conversazione ma in fondo, siamo solo all’inizio di quello che sarà un futuro fatto di interpreti smart. Per tutti quelli che fanno l’interprete di mestiere, state tranquilli, Assistant non vi ruberà il lavoro. Almeno, non ancora.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome