4 Dicembre, via Toledo e l’immancabile sole di Napoli che illumina il nuovo store fisico di Iliad. Entro nel negozio pieno zeppo di totem per fare sim in maniera autonoma e trovo lui, un sorridente Benedetto Levi, Amministratore Delegato di Iliad, fiero di aver messo un nuovo tassello importante per la rivoluzione che sta portando avanti.

Mi avvicino e mi complimento per l’enorme successo ottenuto in pochissimi mesi. La domanda sorge spontanea. Com’è stata possibile una riuscita così veloce?

In Italia c’era disamore e frustrazione per colpa delle rimodulazioni attuate dai vecchi operatori, dei costi nascosti e della poca trasparenza. Gli italiani erano abituati a scegliere il meno peggio. Il nostro successo è arrivato innanzitutto perché siamo diversi da ciò che c’era prima. Totale trasparenza e semplicità, prezzo bloccato per sempre con offerte convenienti e generose. Le persone si sono sentite sollevate.

Benedetto Levi di Iliad

Pare quindi che tutto sia stato facile in un mercato che chiedeva maggior sensibilità verso il cliente ma continuo ad indagare. Quali sono stati i momenti più difficili da affrontare per arrivare a tale diffusione?

La preparazione prima del lancio, per essere pronti fin da subito. C’è stato tantissimo lavoro sotterraneo, prima ancora che le persone venissero a conoscenza del nostro arrivo in Italia. All’inizio c’è stata una diffusione incredibile ed ammetto che questo abbia causato delle difficoltà iniziali con le spedizioni delle sim. Dopo i primi tempi è stato bellissimo vedere il grande passaparola che c’è stato tra le persone, è stata una grande soddisfazione.

Il 2019 sarà l’anno di Iliad, della sua massima realizzazione in termini di infrastrutture. Levi afferma deciso:

Continueremo a soddisfare i nostri clienti e a raggiungere nuove persone. Continueremo con lo sviluppo della nostra rete, sulla quale stiamo già lavorando anche grazie ai con dodici uffici sparsi in tutta Italia e il 2019 sarà anche l’anno del 5G che porterà velocità e innovazione. Saremo sempre semplici, chiari e vicini agli utenti.

Iliad Napoli

Cambio argomento, lascio la rete, il segnale, le antenne e gli chiedo degli iPhone. Ora sono in vendita sul sito Iliad, c’è da aspettarsi una rivoluzione anche nella vendita di smartphone tramite operatore?

Iniziamo subito con una proposta chiara, senza vincoli nascosti, senza penali come fanno gli altri. Oggi la vendita degli iPhone è una cosa separata, vedremo se in futuro lanciare altre modalità di accesso agli smartphone, rimanendo semplici e trasparenti. Possibile che arrivino in futuro anche altri smartphone, ad esempio quelli Android. Con Apple condividiamo la voglia di fare innovazione.

Benedetto Levi di Iliad

In futuro arriveranno quindi anche nuovi smartphone, quasi sicuramente con supporto alle reti 5G. Chiedo al disponibile Levi un commento sul cambio generazionale che il 5G porterà in Italia e nel mondo.

Noi ci siamo aggiudicati nelle aste di Settembre vari tipi di frequenze per il 5G per un totale di 1,2 miliardi di euro. Abbiamo la fortuna di star sviluppando oggi una rete da zero, non abbiamo una rete legacy da dover aggiornare, aggiungere il 5G sarà molto rapido. Abbiamo vari partner che ci supportano tecnicamente per uno sviluppo veloce. Il 5G cambierà parecchie cose come la velocità di download, la bassa latenza ma si può parlare di sviluppo di auto a guida autonoma, città smart. Oggi siamo concentrati sull’utilizzo del 5G reale, quello delle persone e una bassissima latenza verrà apprezzata molto dai gamers. Il 5G arriverà ad inizio 2019 ma sarà sempre più diffuso per il 2020, saremo pronti da subito.

Efficienti e decisi. Chissà come saranno organizzati internamente per rispettare le norme di semplicità e trasparenza. Levi senza mezzi termini risponde:

La nostra organizzazione è molto snella, con una gerarchia quasi inesistente o comunque molto fluida. Ogni team è molto responsabilizzato ed autonomo, siamo tutti in stretto contatto. Per farti un esempio: il customer care lavora direttamente in contatto con il team tecnico quindi qualsiasi tipo di problema dei clienti passa da un team all’altro con velocità, il tempo di attraversare un corridoio. Siamo tutti rapidi, vicini e questo ci permette di innovare e crescere.

La chiacchierata va avanti, si è fatta ora di pranzo e non voglio negare a Levi una profumata pizza. Da buon napoletano chiedo un commento sulla nuova apertura a Napoli:

Sono felicissimo di aver aperto questo store tanto richiesto. La location è bellissima, il team è entusiasta ed affiatato. Non vedevamo l’ora di aprire a Napoli, tante persone avranno l’occasione di vedere e di provare la nostra esperienza. Per noi è importante avere un punto fisico dove mostrare che non c’è nulla di nascosto e che siamo sempre disponibili e trasparenti. Continueremo con l’apertura di store fisici, siamo solo all’inizio.

Mi ritengo soddisfatto, gli stringo la mano e mi complimento non da addetto ai lavori ma da consumatore. La trasparenza di Iliad, la loro onestà, la sincerità di Levi e la sua massima disponibilità a qualsiasi tipo di domanda, sono una rarità non solo tra gli operatori telefonici.

Esco fuori dal nuovo store Iliad, un po’ trasportato dalle fragranze che solo Napoli alle 13:45 sa regalare e la prima cosa che sento sono due donne farfugliare davanti al negozio: “Serv ‘p sparagnà ngòppa ‘o cellular”. La traduzione è: “Serve per risparmiare dei preziosi soldi sull’offerta telefonica dello smartphone”. Benvenuta al sud, Iliad.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: