Qualche settimana fa ero giunto alla conclusione che le Razer Kraken V2 fossero un valido upgrade al modello precedente e ne consigliavo ad occhi chiusi l’acquisto.

Il bello della tecnologia è che quando pensi di aver raggiunto un ottimo standard, arriva un prodotto che rivoluziona i tuoi punti di vista e le tue considerazioni. Sto parlando delle Razer Thresher Ultimate, cuffie Wireless pensate per il mondo delle console, adatte anche all’uso classico su PC. Vediamole assieme in questa recensione completa e dettagliata.

Unboxing e prime impressioni

Una cuffia, pur dalle generose dimensioni come quelle Razer, solitamente ha una scatola che è poco più grossa del contenuto. Non è certo questo il caso. Come potete vedere dall’immagine sottostante la confezione di vendita è ben più grossa della mia testa, e io la ho particolarmente larga. La confezione è di un colore blu intenso perché questa qui in prova è la versione dedicata alla PS4; è presente anche un modello di colore verde dedicata alla console Microsoft.

Queste nuove cuffie Razer Thresher Ultimate  sono la naturale evoluzione del modello Mano’War e si posizionano nella fascia alta di mercato puntando a ciò che è sempre stato richiesto da milioni di giocatori nel mondo: totale libertà da fili, e eccelente qualità audio.

La scatola per essere così grande contiene ovviamente altro oltre alle cuffie: Uno stand componibile che risolve finalmente il problema dove le metto?!?, una base di connessione All’interno della scatola, oltre alle istruzioni in un cartoncino formato maxi, troviamo le cuffie estremamente ben protette dalla gommapiuma, un Audio Hub, due cavi USB e un cavo audio ottico digitale. Ma non è finita qui. Sotto tutta la gommapiuma si trova una scatola contenente lo stand dove posizionare le cuffie quando non indossate.

Le prime sensazioni con queste nuove Thresher Ultimate  sono estremamente positive. I materiali sono morbidissimi e quando indossate non danno alcun fastidio. L’archetto superiore è formato da due sezioni: quella esterna è quella più rigida che sostiene la struttura delle cuffie senza dare fastidio, e quella interna è elasticizzata per ancorare in maniera perfetta le Thresher alla testa. Il peso è marcato ma non fastidioso, sono ben bilanciate tra loro e non danno fastidio durante le lunghe sessioni di gioco.

Design, comfort e costruzione

Il fattore primario che spicca di queste cuffie rispetto a modelli provati precedentemente è la colorazione blu intensa. Non è presente la tecnologia chroma in quanto la versione qui in test, il modello PS4 è caratterizzata da un unico colore per le luci e per le scocche.

Comode già dal primo utilizzo

Il blu dell’illuminazione gode del classico effetto pulsante che le rende sexy e attraenti agli occhi di chi non le indossa. Le cuffie sono molto grandi, le importanti dimensioni dei driver da 50mm e i morbidi cuscinetti in simil-pelle offrono si un comfort estremamente buono, ma risultano leggermente ingombranti; fortunatamente è possibile ripiegare i padiglioni auricolari e posizionarli paralleli al corpo quando non si indossano per migliorare il comfort.

Parlando sempre della comodità, nonostante le generose dimensioni, risultano molto comode quando indossate e l’assenza di cavi di collegamento offrono una sensazione di libertà difficilmente eguagliabile. I 400 grammi della cuffia non sono pochi, ma il peso viene ben distribuito dall’ergonomia offrendo una buona comodità già dai primi utilizzi.

A differenza di una normale cuffia con filo, queste Thresher Ultimate hanno dei comandi su entrambi i padiglioni per poter gestire al meglio le funzioni.

Il padiglione sinistro contiene il microfono retrattile e subito sotto di esso troviamo, oltre al tasto di accensione, una rotella per regolare l’intensità del microfono e una porta micro USB per ricaricare la batteria interna.Sul lato destro invece si trova solo il comando per regolare il volume in cuffia. Ambedue le rotelle possono essere premute per mutare la relativa funzione.

Ultimi ma non meno importanti sono il piccolo Audio Hub che svolge il ruolo di trasmettitore dei suoi dal Pc alle cuffie, e lo stand per le cuffie che è possibile inserire sopra lo stesso HO La forma compatta e un piccolo led di colore blu, posto sul lato frontale, indica l’accensione o meno dello stesso. Presente in un angolo dello stesso un tasto con impresso il logo Dolby Digital, per abilitare la funzione.

Performance e resa audio

Quando viene presa in considerazione una cuffia del genere, le esigenze del videogiocatore sono molto alte e quindi l’headset deve avere tutte le caratteristiche al massimo livello. Molte volte viene valutata la bontà di una periferica dall’estetica: “più è bella e più è buona” è una delle frasi che nelle conversazioni sento spesso provenire da inesperti del settore. Ovviamente non è così, o per lo meno non sempre. in questo caso fortunatamente troviamo a disposizione l’ormai navigata linea Razer che ha conquistato una buona fetta di mercato consolidando uno stile unico nel suo genere.

Vediamo nel dettaglio la resa sonora suddividendola in categorie e analizziamo  la resa in gioco così da poter valutare al meglio le sue potenzialità.

Medi

I suoni durante le battaglie online sono risultati sempre puliti e chiari. Durante gli scontri, nelle chiamate di gruppo o persino durante le azioni più concitate e la chat audio dei giochi, i dettagli audio sono sempre di alto livello.

Bassi

Una delle caratteristiche principali che contraddistinguono solitamente le cuffie Razer sono la potenza dei bassi. Il suono non deve essere solamente forte ma deve rispecchiare appieno le esplosioni e le vibrazioni date da un suono forte come i bassi.

Alti

Gli alti come al solito chiudono il triangolo dei suoni presi in visione su queste Thresher Ultimate. Il suono alto non sempre viene sfruttato appieno nei giochi perché si tende a centralizzare tutto sui medi e i bassi. Il livello degli alti su queste cuffie invece si allinea alla pari con i valori precedenti.


Audio Hub

Per la prima volta finalmente ho trovato uno spettro audio ben bilanciato e completo su di una cuffia gaming. Molto lavoro viene svolto dalla base di trasmissione esterna che agisce da catalizzatore di tutti i suoni e permette di fruire al meglio dell’esperienza audio. Il tasto Dolby dedicato mi ha lasciato perplesso. 

Nella maggior parte dei casi il suono ascoltato era di ottima qualità, attivando il tasto Dolby non notavo quel vero e proprio miglioramento audio. L’effetto ottenuto nei videogiochi è risultato alle mie orecchie più un rimescolamento dei livelli per offrire una esperienza diversa che un vero e proprio miglioramento.

Pensato probabilmente solo per i titoli compatibili, o per la visione di un film tramite la console collegata durante il mio periodo di prova è stato più spento che acceso.

Microfono

Nel perfetto stile Razer, seguendo le tendenze delle ultime linee di cuffie, il pratico microfono comodo è retrattile offrendo allo stesso tempo semplicità di utilizzo e praticità. La caratteristica principale, la possibilità di far scomparire il microfono all’interno del padiglione sinistro, rendono estremamente versatile e rapido il suo utilizzo.

Le persone con cui ho scambiato due parole, gli amici con cui ho usato le cuffie per questo test, hanno confermato che il suono della mia voce era perfetto e chiaro in ogni circostanza. Non troppo sensibile da lasciar percepire i rumori della tastiera, è stato un piacere duellare contro altre persone pensando solamente a comunicare con il mio team invece di regolare leLa comunicazione è chiara e limpida, i nostri interlocutori ci hanno confermato che la nostra voce è sempre stata pulita ed erano assenti i classici rumori di sottofondo.

Software

Mossa strana da parte di Razer. Le Thresher Ultimate non sono compatibili con Razer Synapse. Probabilmente avendo la necessità di riprodurre lo stesso genere di effetti sia da Pc che da PS4, come specificto prima, il grosso del lavoro lo svolge l’Audio Hub. Le cuffie se attaccate ad un PC con Windows 10 vengono tranquillamente riconosciute da esso ed è possibile regolare i volumi sia tramite schermo che con i comandi manuali posti sulle cuffie.

Perfette, wireless, con un’ottima batteria. Cosa chiedere di più?

Compatibilità con Console

Ovviamente non potevo esimermi dal parlare della compatibilità con la console per cui sono state progettate. La Playstation 4 può essere collegata all’ Audio Hub attraverso il cavo ottico in dotazione e l’installazione è semplicissima.

Basta collegare tutti i cavi alle porte corrispondenti, essere sicuri di aver posizionato la linguetta di selezione su PS4 e accertarsi attraverso il menù PlayStation che le Thresher siano impostate come predefiniti.

Fino adesso non ne ho parlato più di tanto, è in commercio anche la versione dedicata ad Xbox One che differisce solo per il colore verde. Il funzionamento e la compatibilità sono identici per le rispettive console di gioco.

Considerazioni finali

Arriviamo al dunque: Queste Razer Thresher Ultimate valgono davvero quello che costano, o i 250 € richiesti sono eccessivi?

Per quello che penso io, essendo delle cuffie completamente senza fili, avendo uno stand e un’Audio Hub dedicato offrendo la possibilità di farle funzionare con una console preferita, che sia PS4 o Xbox One, il prezzo risulta congruo con le potenzialità. Certo chi ha ambedue le console deve effettuare una scelta, se non vuole finire ad acquistarle tutte e due.

Le dimensioni sono generose e il peso è significativo, ma se questo è il prezzo da pagare per ottenere un suono pulito e un sistema di collegamento senza fili si riesce a sopportare bene questo fastidio. La possibilità di utilizzarle con un PC, perché va ricordato che indipendentemente dal modello scelto queste cuffie nascono come cuffie da Console, è certamente un valore aggiunto che offre a queste Thresher un utilizzo più ampio rispetto ad una cuffia dedicata esclusivamente a una PS4.

Se la spesa non vi spaventa, e siete alla ricerca di una cuffia completa e senza fili, le Razer Thresher Ultimate sono le cuffie che fanno per voi.

Pro

  • Perfetto sistema senza Fili
  • Audio eccellente e ottima distanza di ricezione
  • Batteria estremamente valida.

Contro

  • Purtroppo molto care
  • Peso e dimensioni non proprio contenuti
guida migliori cuffie
Le migliori cuffie • Agosto 2017
Siete in cerca di un paio di Cuffie ad archetto? Ecco la guida che fa per voi! Tutte le migliori cuffie e le offerte del web.

Offerte Razer Thresher Ultimate

E’ possibile acquistare queste cuffie sul sito ufficiale Razer, oppure è possibile in alternativa trovare qualche offerta speciale online e risparmiare qualcosa.

Ecco la migliore offerta al momento per PS4 o XboX One

 

I nostri voti

Design8.5
Materiali e costruzioni8
Ergonomia e confort9
Prestazioni8
Rapporto Qualità prezzo8.5
Voto finale8.4

Partecipa alla discussione