L’anno scorso, la Commissione europea ha lanciato un progetto della durata di 10 anni, con un investimento di oltre 1 miliardo di euro, per creare una simulazione artificiale del cervello umano, è il progetto Human Brain. La novità è che oggi, quasi 200 eminenti scienziati stanno minacciando di boicottare il progetto, motivando che è andato oltre l’iniziale ricerca e potrebbe fare danni reali allo studio delle neuroscienze.

Gli scienziati spiegano le loro preoccupazioni in una lettera aperta; il problema con il progetto è il suo “approccio eccessivamente stretto, che porta ad un rischio significativo di non raggiungere i suoi obiettivi.”

Il progetto è attualmente oggetto di una revisione, e il gruppo ritiene che il riesame metterà in luce il fatto che il supercomputer stia ricevendo troppi finanziamenti e troppe attenzioni, togliendoli al campo delle neuroscienze, che sarebbe più utile in questa fase.

La lettera aperta spera che la revisione stimolerà una nuova valutazione delle priorità, ma se così non fosse, i firmatari sono disposti a boicottare l’intero progetto.

Emanuele Strano

Co-fondatore e amministratore di Techzilla. Appassionato di tecnologia e di programmazione, oltre a scrivere e recensire prodotti si occupa della manutenzione e degli aggiornamenti del sito.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.