Presentata da pochi minuti, e possiamo finalmente mostrarvela, la nuova Razer Huntsman V2 con gli switch ottici lineari di seconda generazione è qui con noi.

La nuovissima gaming keyboard Razer Huntsman V2 aggiorna il modello precedente, integrando gli switch ottici lineari, un nuovo poggia polsi magnetico sempre più morbido e funzioni di primo livello rendendo questa gaming keyboard la più completa e performante attualmente sul mercato.

Oggi analizzeremo tutte le nuove caratteristiche implementate, parleremo del feeling nell’utilizzo gaming, ma anche nella normale scrittura e di tutte quelle sfaccettature che caratterizzano questa nuova tastiera appena presentata.

Basta preamboli, ecco a voi la recensione della nuova Razer Huntsman V2 con switch ottici lineari.

Unboxing e primo contatto

La classica confezione verde e nera di Razer è realizzata con materiali riciclati, seguendo il nuovo mantra #gogreenwithrazer, ha al suo interno il minimo indispensabileper ridurre al minimo l’impatto ambientale: la keyboard, il poggia polsi e un piccolo manuale comprensivo dei classici adesivi del brand.

Le prime impressioni sono eccellenti. La nuova Razer Huntsman V2 al tatto, grazie ai tasti realizzati in PBT a doppia iniezione, offre un feeling premium già dai primi secondi.

La presenza della celebre retroilluminazione proprietaria di Razer, Chroma RGB, è imprescindibile sui prodotti di alto livello donando la possibilità agli utenti di personalizzare e sincronizzare tutti i dispositivi del brand.

Molto comoda la possibilità di regolare, a sei e nove gradi, il livello di angolazione della tastiera, riducendo al minimo il carico di lavoro sulle articolazioni delle nostre mani.

Specifiche • Nuova Razer Huntsman V2

  • Switch Ottici Razer
  • Tasti garantiti per ciclo vitale di 100 milioni di click
  • Tecnologia HyperPolling di Razer con un valore reale di 8000 Hz
  • Tasti realizzati in PBT a doppia iniezione
  • Scocca superiore in alluminio
  • Schiuma interna per la riduzione del rumore
  • Cuscino morbidissimo per i polsi
  • 4 tasti digitali dedicati per i comandi media
  • Cavo resistente in fibra
  • Retroilluminazione Razer Chroma RGB
  • Memoria Ibrida interna che gestisce fino a 5 profili differenti
  • Tasti completamente personalizzabili con macro registrabili on-the-fly
  • Tastiera anti-ghosting con N-Key roll-over
  • Opzione modalità gaming

Design e Comfort

La novità principale di questa Razer Huntsman V2, rispetto al modello precedente, sono i nuovi switch Ottici Razer di seconda generazione, eccezionali per i professionisti che necessitano del perfetto controllo sulle proprie azioni in gioco.

Scrivendo questa recensione con questa Huntsman V2, sono rimasto piacevolmente sorpreso mia capacità di adattamento con questa keyboard, quasi istantaneo. Certo, il layout americano di questa tastiera mi ha fatto sbagliare qualche lettera accentata (non è ancora ufficializzata una versione con layout Italiano), ma escluso quello, la scrittura è stata perfetta e veloce.

Questi nuovi switch ottici, a differenza di quelli meccanici installati sulla maggior parte delle tastiere, offrono la possibilità di misurare la quantità esatta di luce che attraversa lo stelo dello switch, rilevando perfettamente quanto a fondo viene premuto un tasto senza i limiti di un tradizionale input si/no.

Attraverso un raggio infrarosso i nuovi switch ottici di seconda generazione apprendono immediatamente l’input dato e, attraverso la tecnologia zero bounce delay, viene eliminato il tipico rimbalzo del tasto così da cogliere appieno l’input inserito dall’utente. Attraverso questa caratteristica è possibile ottenere un valore massimo di polling di 8000Hz offrendo alla nuova Razer Huntsman V2 una latenza vicinissima allo zero, così da essere considerata la tastiera gaming più veloce al mondo.

Inoltre la possibilità di regolare l’attenuazione garantisce ad ogni giocatore la possibilità di personalizzare gli switch in base allo stile di gioco per ogni utente, siano esse leggere pressioni in sessioni rapide, o battute più profonde in giochi più concitati. La presenza della barra di stabilizzazione su ogni tasto offrirà infine la sicurezza che ogni comando impartito sia perfettamente recepito e trasformato nell’input desiderato.

Si può perciò dedurre che la rilevazione della pressione dei tasti è altamente personalizzabile, un fattore molto interessante in determinate tipologie di giochi dove si richiede una capacità di movimento estremamente precisa.

Anche la digitazione risente in maniera positiva di questi switch installati su questa Razer Huntsman V2, i testi come questa recensione scorrono in maniera fluida e non stancante, grazie alla schiuma per la riduzione del rumore presente all’interno della tastiera che minimizza il rimbalzo del tasto durante la digitazione.

Il cuscino magnetico poggia polsi continua ad essere una piacevole conferma, comodissimo nelle lunghe sessioni ma anche in caso di digitazione di una semplice email.

Impressioni di utilizzo e Gaming

La fortuna di provare molte tastiere mi permette di offrire un parere più critico ogni volta che ho tra le mani un modello diverso. Questa nuova Razer Huntsman V2 ha fin da subito offerto un feeling speciale e semplice, merito principale dei nuovi switch ottici.

La possibilità di impostare la reattività di ogni tasto è stata una vera sorpresa all’interno di determinati titoli. Basti pensare quale sia la differenza nei giochi automobilistici, per chi non usa un volante professionale, girare gradualmente la macchina attraverso una leggera curva o dare un input secco e vedere la nostra auto sterzare alla massima inclinazione possibile.

Durante la stesura di questa recensione, così come durante le attività quotidiane come le email e navigazione web, non ho trovato grosse difficoltà ad utilizzare quotidianamente la nuova Razer Huntsman V2, i nuovi switch sono veramente perfetti anche nel tipico sound delle tastiere professionali che tanto accompagna i gamer nelle sessioni più accanite.

I tasti, realizzati in materiale PBT a doppia iniezione, sono più rigidi e resistenti del vecchio standard ABS, pertanto i tasti di questa tastiera da gaming non diventeranno lucidi con l’uso e le scritte non sbiadiranno mai, grazie al processo di doppia iniezione.

I comandi multimediali, posti nella sezione esterna in alto a destra, sono perfetti e intuitivi nell’utilizzo. La grande rotella, più armoniosa nella forma rispetto al modello precedente, permette di alzare e abbassare velocemente il volume mentre il tasto al centro di essa inserisce rapidamente il muto. I tre comandi adiacenti, anch’essi personalizzabili, sono i classici comandi di un lettore audio/video: traccia avanti, traccia indietro e un multifunzione play/pausa.

Durante le sessioni di gioco la possibilità di personalizzare completamente la tastiera, nelle funzioni e nei tempi di risposta, è quello che la differenzia dalla concorrenza. Gran parte di questo merito va al rinomato software Razer Synapse 3 centro nevralgico del sistema e vero valore aggiunto di tutti i prodotti Razer in circolazione.

Razer Synapse 3 e Chroma RBG

Piccolo paragrafo dedicato alla qualità del software proprietario di Razer e della caratteristica retroilluminazione del brand.

Nonostante si possa utilizzare la tastiera anche senza il sopracitato software, è sconsigliato privarsene in quanto esso permette la completa personalizzazione della nuova Razer Huntsman V2, e per tutte le altre periferiche del brand.

Attraverso Synapse 3 è possibile infatti impostare le luci ambientali delle periferiche per adattarsi ai giochi compatibili e, nel caso di più dispositivi Razer, effettuare un vero e proprio concerto di colori sulla propria scrivania.

Per tutti gli utenti che le utilizzano sarà possibile creare semplicemente le proprie macro o le scorciatoie, attraverso il software in maniera veloce e facile; ideali per un determinato gioco o un programma specifico.

Molto interessante la memoria on-board della nuova Razer Huntsman V2 che permetterà, in caso di spostamento della tastiera su di un PC diverso dal personale, di mantenere le impostazioni senza necessità di installare alcun software aggiuntivo.

Conclusioni • Nuova Razer Huntsman V2

La nuova Razer Huntsman V2 offre sulla carta tutte le caratteristiche chiave per essere considerata la migliore tastiera gaming sul mercato. La completa personalizzazione, con il navigato Razer Synapse, e una eccellente comodità, grazie al morbido cuscino, sono soltanto la ciliegina sulla torta.

Probabilmente è anche per questo che le maggiori squadre di giocatori professionisti, a livello mondiale, si affidano a Razer come partner nelle periferiche e, nello specifico, delle nuove Razer Huntsman V2.

La nuova Razer Huntsman V2 viene venduta in due configurazioni:

  • 189,99 dollari per la versione con gli switch clicky viola (questa che abbiamo in prova)
  • 199,99 dollari per la versione con gli switch lineari rossi

Per il momento è disponibile solamente in versione con layout USA, trovate tutte le info alla pagina ufficiale del prodotto a questo link.

Quindi perché comprare la nuova Razer Huntsman V2 ?

Personalmente, quando disponibile, mi sento di consigliarla a tutti i giocatori che sentono di avere la necessità del migliore input ottenibile da una tastiera. Grazie alle sue funzioni, alla capacità di ricevere con precisione la direzione impartita dal giocatore, che per il feeling durante l’utilizzo prolungato, si può tranquillamente definire che questa keyboard gaming è la scelta ideale per i giovani giocatori che vogliono fare il salto di qualità all’interno delle arene online.

L’illuminazione Chroma continua ad essere una caratteristica estetica, dall’invitante appeal, che una volta provato è difficile farne a meno. Razer Synapse infine offre quella personalizzazione in più che differenziano il brand Razer dalla concorrenza. La qualità dei materiali utilizzati, i nuovi switch ottici di ultima generazione e il costante miglioramento dei prodotti fa si che le periferiche Razer mantengano alto lo standard estetico e, soprattutto, qualitativo nel corso degli anni.

In particolare questa nuova Razer Huntsman V2 risulta essere indicata, nonostante il prezzo elevato, ad un pubblico di gamer, professionisti o meno, grazie alla sua capacità di adattarsi alle richieste dell’utente.

In conclusione la nuova Razer Huntsman V2 è una eccellente tastiera da gioco per chi cerca la massima espressione al momento delle tastiere marchiate Razer. La possibilità di personalizzare al massimo i colori, la versatilità del software e il poggia polsi, sono dei valori eccellenti che la piazzano sicuramente tra le migliori tastiere da gaming attualmente in commercio.

Nuova Razer Huntsman V2 • Galleria

I nostri voti

Design9.5
Funzionalità9.5
Switch Ottici10
Giudizio Complessivo 9
Voto finale9.5

Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Ciao, sono Riccardo Lenzi.
Sono un gelataio, Tech-Blogger e appassionato di videogames e serie TV.
Datemi un mouse e una tastiera e sono pronto alla battaglia!
GG - Guys !

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.