Le preoccupazioni per il Covid-19 hanno costretto anche Oppo ad optare per una conferenza online per presentare il nuovo top-gamma Oppo Find X2 Pro 5G che sarebbe dovuto essere lanciato in occasione del Mobile World Congress 2020 di Barcellona.

Ma nonostante questo il nuovo Oppo Find X2 Pro è ufficiale e non sembra avere assolutamente niente da invidiare alla concorrenza, anzi al suo interno troviamo alcune delle tecnologie più innovative presenti oggi per il mercato consumer.

Se ricorderete l’Oppo Find X è stato il primo smartphone ad avere un meccanismo a scomparsa sia per la fotocamera frontale che per quella posteriore. Oppo Find X2 Pro intraprende invece un’altra strada tuttavia incorpora un nuovo setup fotografico veramente degno di nota così come guadagna la certificazione IP68 per la resistenza all’acqua. Ricordiamo che in occasione del lancio dell’Oppo Find X2 5G Pro è stato presentato anche il modello “normale” Oppo Find X2 che tuttavia non arriverà mai in Italia e che quindi sarà disponibile nel nostro paese solo tramite importazione.

Ma partiamo con ordine e andiamo a scoprire tutte le novità dell’Oppo Find X2 Pro 5G.

 

Oppo Find X2 Pro – Chipset e Software

All’interno del nuovo Oppo Find X2 non potevamo che trovare il nuovo Snapdragon 865 che è il top-gamma di Qualcomm per quanto riguarda i chipset, con una potenza di calcolo di prima scelta ed un supporto alle reti 5G. 

Per la dotazione RAM avremo a disposizione fino a 12GB di memoria e fino a 512GB di storage in base al modello per cui opteremo. La memoria interna ha standard UFS 3.0 e come anticipato troviamo al certificazione IP68 per la resistenza ad acqua e polvere.

Troviamo inoltre il supporto al Wi-Fi 6 e il sistema operativo è ovviamente Android 10 con interfaccia Color OS 7.1 che con gli ultimi aggiornamenti ha migliorato sensibilmente l’usabilità e le funzionalità.

Per quanto riguarda la batteria troviamo ben 4200mAh al suo interno, ma la vera novità risiede nella ricarica rapida SuperVOOC 2.0 a 65W.

Oppo si è spinta infatti oltre e grazie al caricatore e al cavetto incluso potremo ricaricare il nostro Oppo Find X2 in pochi minuti: basteranno infatti solo 38 minuti per ricaricare completamente lo smartphone.

 

Oppo Find X2 Pro – Display e Audio

Il display del nuovo Oppo X2 Pro è un pannello AMOLED con risoluzione QHD+ (3168 x 1440 pixel) protetto da gorilla Glass 6 e con un refresh rate a 120Hz, una fetures molto apprezzata sui dispositivi top gamma sopratutto per chi utilizza lo smartphone per giocare in quanto il display è molto più fluido e reattivo. Ci teniamo a notare che diversi smartphone top gamma del 2020 hanno questa tecnologia come il nuovo Galaxy S20, ma in questo caso il refresh rate a 120Hz è disponibile solo in modalità FHD.

Oppo dichiara che la luminosità massima del display è di 1200 nits quindi anche sotto al solo non avremo grandi problemi di visibilità anche grazie alla tecnologia AMOLED. Inoltre ogni pannello è “calibrato professionalmente” da Oppo prima di lasciare la fabbrica. Il Display ha anche ricevuto un voto A+ da DisplayMate a garanzia della bontà del pannello.
Troviamo infine un chip dedicato O1 Ultra Vision Engine che si occuperà di ottimizzare le performance video sul display.
Molto interessante il dato dichiarato circa la copertura dello spazio colore dello schermo: il 100% del DCI-P3. È il primo display di Oppo con una profondità colore di 10 bit. Supporto anche a HDR10+.

Per quanto riguarda il comparto audio troviamo due speaker Stereo collocati sulla parte inferiore .

 

Oppo Find X2 Pro – Fotocamera

Oltre al display un altro dei cavalli di battaglia del nuovo Oppo Find X2 Pro è senza dubbio il suo setup fotografico. Sul retro troviamo 3 sensori: il principale da 48Mpx affiancato da un secondo sensore da 48Mpx grandangolare e uno zoom da 13Mpx. Entrando nello specifico troviamo la lente principale che è un Sony IMX689 ( versione custom del IMX586 dello scorso anno ). Oppo ci spiega che le dimensioni di  1/1.43 del sensore lo rendono il modulo più grande da 48Mpxsul mercato ed è anche il primo smartphone al mondo a supportare il PDAF omnidirezionale per tutti i pixel e la cattura delle foto a 12 Bit.

Il sensore grandangolare da 48Mpx ha un campo visivo di 120 gradi e potremo registrare video con questo sensore senza l’utilizzo di app esterne. Non troviamo la registrazione video 8K ma potremo registrare a 4K a 60fps con supporto alla registrazione video a 10bit.

Infine la lente da 13Mpx fornisce uno Zoom ibrido 10X che può salire digitalmente fino ai 60X. Grazie ad alcuni algoritmi di Oppo tutte e tre le ottiche  avranno un bilanciamento dei colori condiviso.

 

 

Oppo Find X2 Pro – Colori, Prezzo e disponibilità

Oppo Find X2 Pro è disponibile in finiture in eco-pelle vegana arancione oppure con finiture in ceramica nera.

OPPO Find X2 Pro con 12 GB di RAM +512 GB di ROM, sarà disponibile in Pelle Vegana Arancione e in Ceramica Nera, al prezzo di 1199,00 € a partire dall’8 Maggio 2020.

Tutti coloro che si registreranno al sito www.oppopromo.it a partire dal 22 aprile fino all’8 maggio 2020, acquisteranno un OPPO Find X2 Pro dall’8 maggio al 30 giugno e caricanno la prova di acquisto entro il 10 luglio 2020, riceveranno in omaggio un paio di auricolari wireless OPPO Enco Free e un OPPO Bluetooth Speaker.

Chi si registrerà online dal 9 maggio al 10 luglio 2020, caricando la prova di acquisto, riceverà solamente un paio di auricolari OPPO Enco Free.

 

 

 

 

 

Scansato il MWC 2020 a causa del coronavirus, Oppo si è costruita un evento streaming per presentare il suo nuovo Find X2 Pro che avremmo dovuto vedere a Barcellona. Il Find X2 Pro è il top di gamma Oppo con schermo a 120 Hz, copertura 100% DCI-P3 e soprattutto con tre fotocamere che mostrano orgogliose un sistema autofocus All Pixel Omni-Directional PDAF, quindi con rilevamento di fase sull’asse orizzontale e verticale.

Misura 165.2 x 74.4 x 8.8mm e pesa 207 grammi, nella versione Ceramic e 200 grammi in quella Pelle Vegana color arancio. Non ha eSIM, ma una singola SIM card. La versione Ceramic rivela una guscio di ceramica ad alta densità (zirconia composita), mentre la Pelle Vegana avrà un retro più soffice al tatto.

Ma passiamo ai dati tecnici. L’anima del Find X2 Pro è uno Snapdragon 865 con GPU Adreno 650 e modem X55 per il 5G con supporto alle reti SA e NSA, cioè “Stand Alone” e “Not Stand Alone” (ne abbiamo parlato in questo articolo).

Lo completano 12 GB di RAM di tipo LPDDR5 e 512 GB di archiviazione con standard UFS 3.0 (Universal Flash Storage) e una velocità di trasferimento pratica stimata di 15 Gbps.

Lo schermo è un AMOLED curvo ai bordi da 6,7” con risoluzione QHD+ (1440 x 3168), densità di 513 ppi, e “hole-punch” in alto a sinistra che ospita la camera frontale da 32 MP (Sony IMX 616). Oppo dichiara un valore di luminosità dello schermo di 500 nits che possono arrivare a 800 nits in condizione di forte luce ambientale e a ben 1.200 nits guardando contentuti video in HDR.

 

Il Find X2 Pro è anche il primo smartphone di Oppo a portare a 120 Hz l’aggiornamento dello schermo, con riconoscimento automatico dello scenario di utilizzo, e quindi con la possibilità di passare da 60 Hz a 120 Hz a seconda del bisogno e, volendo, senza interventi da parte dell’utente.

Oppo Find X2 Pro, tutto sul super schermo da 120 Hz
Vai all’approfondimento
Oppo ha anche pensato alla vista e al suo affaticamento, aggiungendo un sensore indipendente che misura la temperatura colore della luce ambientale e la adatta allo schermo. Lo ha chiamato “Natural Tone Display”.

Tre fotocamere, la principale con PDAF su tutti gli assi
Il retro del Find X2 Pro è il tempio dedicato alle tre fotocamere. Una 48 MP principale stabilizzata, dotata del “grande” sensore Sony IMX 689 da 1/1,43” e dimensione del singolo pixel di 1.12μm con supporto RAW-12 bit.

Poi c’è la ultra-grandangolare (120°) f/2.2 , sempre con sensore con risoluzione a 48 MP: ma questa volta si tratta di un Sony IMX586 da 1/2″.

E infine c’è la fotocamera tele con struttura a periscopio da 13 MP con sensore da 1/3,44” e apertura f/3 dotata di OIS ed EIS, cioè con stabilizzazione ottica ed elettromica. Lo zoom ibrido è di 10x, mentre quello digitale si spinge fino a 60x

Ciò che colpisce del settore fotografico è il supporto all’autofocus a rilevamento di fase su entrambi gli assi per la camera principale: All Pixel Omni-directional PDAF. Il primo smartphone al mondo ad averlo.

Tutte le fotocamere posteriori sono capaci di scattare in notturna con Ultra Night Mode 3.0, così da avere possibilità di giostrare tra tutte le lenti a disposizione anche al buio.

OPPO Find X2 Pro, tutto quello che c’è da sapere sulle fotocamere
Vai all’approfondimento
La batteria dell’Oppo Find X2 Pro è una 4260 mAh che supporta il nuovo standard di carica rapida “made in Oppo”: SuperVOOC 2.0 da 65W, 10V 6.5A. Oppo dichiara che il telefono completamente scarico può essere ricaricato al 100%, con il caricabatterie e il cavo fornito, in soli 38 minuti. Questa prova di forza è stata mostrata anche durante l’evento online. Mentre veniva presentato il Find X2 Pro, un’icona indicante una batteria in ricarica si riempiva progressivamente. Si trattava di un Find X2 Pro in ricarica in quel momento, pronto al 100% di autonomia dopo appunto 38 minuti.

Il Find X2 Pro è guidato da Android 10 con ColorOS 7.1, ha il WiFi 6, Bluetooth 5.1, non ha l’uscita jack audio, USB-C 3.1 con supporto OTG, ovviamente GPS e anche NFC. Gli altoparlanti stereo accolgono il Dolby Atmos. I microfoni invece sono tre, utili anche per la riduzione del rumore durante l’acquisizione di video fino a 4K/60p. La resistenza ad acqua e polvere è certificata IP68.

OPPO Find X2 Pro con 12 GB di RAM +512 GB di archiviazione, sarà disponibile in Pelle Vegana Arancione e in Ceramica Nera, al prezzo di 1199 € a partire dall’8 Maggio 2020.

Oppo fa sapere che coloro che si registreranno al sito www.oppopromo.it a partire dal 22 aprile fino all’8 maggio 2020, e acquisteranno un il Find X2 Pro dall’8 maggio al 30, riceveranno in omaggio un paio di auricolari wireless OPPO Enco Free e un OPPO Bluetooth Speaker.

 

 

OPPO Find X2, la variante “standard”
A fianco del modello più costoso, OPPO ha annunciato anche la variante “standard” di Find X2, che va a configurarsi in una fascia di prezzo inferiore. Purtroppo non arriverà in Italia, ma vi basti sapere che in Cina è venduto a 5499 yuan (circa 700 euro al cambio attuale) per il modello 8/128GB e 5999 yuan (circa 765 euro) per la variante da 8/256GB. Non dovrebbe mancare anche un modello ancora più performante da 12/256GB venduto a 999 euro, ma ribadiamo che il modello “base” di Find X2 non approderà sul mercato nostrano.

Considerate che un eventuale arrivo in Europa avrebbe fatto salire i prezzi, quindi probabilmente la differenza di costo tra i due modelli sarebbe stata in realtà ancora meno marcata di quello che può sembrare.

Per il resto, le principali differenze con Find X2 Pro sono da ricercarsi, oltre che nella RAM (che qui è anche LPDDR4) e nella memoria interna, nel comparto fotografico (Find X2 ha una tre sensori da 48MP + 12MP + 13MP) e nella batteria (qui da 4200 mAh). Andando oltre, le specifiche sono molto simili, e permane anche il supporto al 5G.

OPPO Watch
A margine dell’evento, con la pubblicazione di una pagina sul suo sito ufficiale cinese, la società ha svelato OPPO Watch, uno smartwatch che per il momento è stato annunciato solamente per il mercato cinese. Non è previsto l’arrivo in Europa, ma dovete sapere che viene venduto a 1499 yuan (circa 190 euro al cambio attuale) nella variante con cinturino da 41mm e 1999 yuan (circa 255 euro) in quella da 46mm.
Le principali caratteristiche tecniche prevedono uno schermo AMOLED da 1,91 pollici con risoluzione 402 x 476 pixel (nella variante da 46mm, display da 1,6 pollici con risoluzione 320 x 360 pixel per quella da 41mm), un processore Qualcomm Snapdragon Wear 2500, 1GB di RAM, 8GB di memoria interna e una batteria da 430 mAh (300 mAh per il modello da 41mm).
A livello di connettività, troviamo il supporto al Wi-Fi a 2,4 GHz, all’NFC, alla eSIM 4G, al Bluetooth 4.2 LE e al GPS. Il sistema operativo è la ColorOS Watch e il peso varia da 29,7 grammi a 45,5 grammi senza cinturino a seconda del modello (alluminio o acciaio inossidabile).
Lo smartwatch è anche impermeabile fino a 5ATM e integra l’assistente vocale Breeno. Difficile al momento dire se OPPO deciderà di fare il grande passo e portare il suo Watch anche in Europa, ma sicuramente la soluzione per il mercato cinese può risultare interessante per una certa tipologia d’utenza.

Co-fondatore e amministratore di Techzilla. Adora le nuove tecnologie e si occupa principalmente dell'amministrazione, del settore marketing e dell'aspetto grafico del sito.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.