Acer con la sua linea Swift è andata a conquistare i favori del mercato con prodotti belli e leggeri. La linea Swift è una delle più riuscite sul mercato e noi abbiamo il piacere di proporvi la nostra recensione dell’ Acer Swift 3.

Videorecensione

Unboxing e primo contatto

Questa volta non abbiamo un vero e proprio Unboxing, il portatile è arrivato in una confezione standard senza loghi ne accessori vari se non il caricabatterie. Acer comunque ci conferma che all’interno troveremo la dotazione standard di tutti i notebook come manualistica e garanzia varie.

Le prime impressioni ricevute dallo Swift 3 sono quelle di un prodotto di buon livello. Molto solido e rigido nella scocca realizzata interamente in alluminio, ma allo stesso tempo elegante e leggero grazie alle rifiniture stile “diamond cut” che gli offrono un look fresco e alla moda.

Acer Swift 3 2017

Vai alla scheda tecnica
Acer Swift 3 2017

Intel Core i5-8250U quad core 3.4 GHz / Intel Core i7-8550U quad core 4 GHz

Intel UHD 620 / Intel UHD 620 + Nvidia GeForce MX150 2 GB GDDR5

8 GB DDR4

SSD 256 GB PCIe

15.6

2.1 Kg

Acer Swift 3 Design e Ergonomia

Acer Swift 3 è il più piccolo notebook della famiglia Swift. Essere il più piccolo non vuol dire per forza essere peggiore rispetto ad altri modelli, ma bensì offre allo Swift la possibilità di essere contenuto nel prezzo garantendo buone prestazioni nonostante le piccole dimensioni. Pensato principalmente per l’utilizzo in mobilità, visto il peso contenuto e la batteria di lunga durata, questo Acer Swift 3 è ideale per gli studenti che cercano un compagno di studio facilmente trasportabile, ma anche per i professionisti che necessitano di una buona dotazione hardware e allo stesso tempo un ottimo rapporto peso dimensioni.

Sotto il notebook troviamo la classica pulizia e sobrietà in perfetto stile Acer. I piedini di supporto, tre in questo caso, non sono troppo ingombranti, rovinando così la linea del notebook, ma allo stesso tempo non garantiscono un’ampio passaggio d’aria, nonostante l’ampia sezione dedicata sottostante, limitando la capacità di ricircolo dell’aria.

Il retro dello schermo è molto elegante. Oltre al logo Acer in rilievo, non vi è altro che ci possa distrarre dalla trama in alluminio spazzolato dello chassis.

Nonostante il suo basso spessore, solo 18 millimetri, troviamo un buon numero di connessioni a nostra disposizione.

Sul lato sinistro troviamo due porte USB 3.0, una USB Type-C, una uscita HDMI, il piccolo ingresso per la ricarica e il jack audio da 3,5 unico per microfono e cuffie.

Mentre sul lato opposto vi è l’unico LED di stato, un lettore di schede SD di grandezza standard, un’ulteriore porta USB (questa volta solo 2.0) e il foro di sicurezza Kensington Lock.

La portabilità dello Swift 3 è garantita anche dal peso contenuto di soli 1,8 Kg, offrendo a chiunque la possibilità di poterlo trasportare in uno zainetto o una piccola borsa da viaggio. Ad esempio io lo ho portato con me durante il viaggio a New York per l’incontro con John Miedema e non ho avuto alcun problema a lavorare, molto lontano dalla mia classica postazione casalinga, con un dispositivo diverso dal solito.

Da New York una finestra sul futuro dei notebook Acer - Intervista a John Miedema
Leggi dall'inizioI nostri votiAll’evento di New York Acer ha ampliato la sua proposta commerciale. Presentando una line-up rinnovata di desktop e laptop, continua prepotentemente a presenziare le alte posizioni del mercato. A conclusione [...]

Tastiera e Touchpad Acer Swift 3

Il touchpad presente sull’ Acer Swift 3 è totalmente compatibile con le gestures di Windows 10. Le dimensioni sono generose e a corredo di esso vi è una buona tastiera retroilluminata offrendo così, sia in casa che all’esterno, la possibilità di lavorare al meglio con il portatile senza la necessità di utilizzare periferiche esterne.

Tastiera e Touchpad di categoria superiore

La conformazione della tastiera, con i tasti ad isola, offre un buon feeling durante la stesura prolungata di testi. L’alluminio della scocca flette leggermente al centro di essa in caso di pressione forte, ma non risulta fastidioso in quanto il feedback ottenuto dalla pressione dei tasti è come uno se lo aspetta: perfetto. Dovendogli trovare un difetto, personale sia chiaro, io non riesco a digerire i tasti direzionali ridotti con i due pagup/pagdown adiacenti: finisco sempre per premerli inavvertitamente; sicuramente questione di abitudine.

Come menzionato prima, le rifiniture pregiate con taglio diamond cut adornano il notebook donandogli una classe che non ti aspetti per il modello più piccolo della linea. E la retro illuminazione, di un bel colore azzurro, impreziosisce ulteriormente il valore della tastiera permettendo la scrittura e il riconoscimento durante le ore notturne.

Il touchpad svolge egregiamente il suo lavoro. Veloce e preciso permette tutte le gestures a più dita grazie ai precision drivers di Windows. Non ha dei veri e propri tasti fisici, anche se è possibile premere leggermente in corrispondenza delle sezioni inferiori per ottenere l’effetto desiderato. Personalmente sono un amante del click fisico, e spesso quando mi trovo a provare touchpad senza i esso parto prevenuto. Fortunatamente è molto semplice adattarsi a questa tipologia di rilevamento, e poi in alternativa, c’è sempre la porta USB 2.0 a a destra pronta per il mouse.

Display e Audio Acer Swift 3

Il display è un classico e ben rodato IPS Full Hd da 15.6 pollici, ha dei bei colori e la visione di contenuti multimediali su di esso è molto buona. Anche gli angoli di visuale non sono male offrendo la possibilità, anche a chi non siede perfettamente davanti allo schermo di godersi appieno della scala cromatica dei colori. Le cornici dello schermo permettono l’apertura dello stesso fino a una posizione di 180°, ricordando in parte i modelli della linea spin, e nonostante sia un’interessante funzione, la solidità mi lascia qualche dubbio: la struttura in alluminio che mantiene lo schermo in posizione è fin troppo ballerina.

Mi sono trovato spesso per provare diverse angolazioni di utilizzo e ogni volta che muovevo lo schermo le cerniere si bloccavano perfettamente ma il lato superiore continuava ad ondeggiare fastidiosamente. Probabilmente per garantire una buona trasportabilità, si è dovuto sacrificare qualcosa in termini di solidità.

L’audio è alto ma come ormai tutti i portatili di questa epoca è leggermente carente di bassi, come sempre non è semplice integrare componenti particolari e mantenere uno spessore accettabile. Se dobbiamo scegliere tra bassi e lo spessore, per questa tipologia di notebook scegliamo sicuramente i secondi; un paio di cuffie o uno speaker esterno sono facilmente collegabili.

La posizione delle casse inoltre, posizionate esternamente ai piedini d’appoggio frontali nella sezione inferiore, fa si che l’audio rimbalzi sulla superficie sottostante e restituisca un suono più pieno rispetto al normale offrendo un’esperienza audio superiore alla media di categoria.

Prestazioni e Benchmarks

Passiamo quindi al cervello pensante di questo Acer Swift 3. Una delle caratteristiche più interessanti è la CPU: un processore Intel Core i7-8550U della linea Coffee Lake guida questo notebook offrendogli rapidità di esecuzione qualsiasi applicazione decidiamo di lanciare.

Il processore, dalla compatta dimensione di 14nm, è un ottimo quad-core con una velocità di base di 1,80Ghz e può spingersi fino a 4.00Ghz in modalità Turbo, grazie anche ai suoi 8 Threads. Le CPU Coffee Lake, si differenziano dalle precedenti e ottime Kaby Lake per l’aggiunta di due core nei modelli da 15W portando così il loro numero da 2 a 4.

La scheda video integrata è la ormai collaudata Intel UHD Graphics 620, la RAM installata è di 8 GB e lo spazio di archiviazione è affidato ad un SSD da 256 GB.

La configurazione del portatile non differenzia molto da un notebook che abbiamo già recensito, lo spin 5, non vogliamo tediarvi con le stesse impressioni.

Recensione Acer Spin 5 - Ottimo equilibrio tra portabilità e multimedialità
Leggi dall'inizioAcer spin 5: unboxing e primo contattoAcer spin 5: design e ergonomiaTastiera e touchpad acer spin 5Display e audio acer spin 5Prestazioni acer spin 5Benchmarks acer spin 5Autonomia acer spin 5Conclusioni acer spin 5Offerte acer spin 5I [...]

Più semplicemente diciamo che le prestazioni di questo Acer Swift 3 sono ottime per il target del prodotto. Una discreta potenza, e una buona trasportabilità, fanno si che il computer sia fluido e reattivo a tutti i comandi che pensiamo di inserire. Il multitasking è onesto, e a patto di non voler utilizzare più programmi contemporaneamente ed effettuare dei rendering video o fotografici con diverse applicazioni aperte, questo portatile riuscirà a gestire tutto senza scendere a grossi compromessi.

La potenza a disposizione di questo Swift 3 risulta perfetta per qualsiasi tipo di utenza che cerca un portatile giusto per lavorare o studiare in mobilità. La fortuna di essere anche più leggero rispetto alla media fa si che chi cerca un notebook leggero guardi subito all’intera gamma Swift come prima scelta sul mercato.

Non è molto adatto al gaming, se non per videogiochi leggeri, in questo caso Acer offre una vasta linea di prodotti Predator, vi invito a leggere la recensione dell’ Helios 300.

Autonomia Acer Swift 3

Ogni volta che provo un nuovo prodotto Acer mi domando, dove si saranno spinti adesso con la batteria? Se tralasciamo le proposte gaming che hanno tutt’altro hardware, la nuova generazione di portatili presenti sul mercato hanno una capacità di durata impressionante. I nuovi processori, vero e proprio Santo Graal della nuova generazione di laptop, offrono ottime prestazioni ad un bassissimo dispendio energetico garantendo all’utilizzatore una durata della batteria impressionante.

Acer vanta una batteria che può arrivare a circa 10 ore di vita, in una giornata tipo sono riuscito a raggiungere quasi 9 ore di utilizzo standard come scrittura di testi e navigazione web non continuativa. Il consumo in Stand by è quasi nullo e non è stato necessario ricaricare il portatile a metà giornata.

Simile anche la durata della batteria con un’utilizzo multimediale. Sfruttando il buono schermo del notebook e dei servizi di streaming online, o file salvati sulla memoria, non è stato difficile passare diverse ore in viaggio in sua compagnia.

Se si cerca di spingere al massimo lo Swift 3 ovviamente la batteria cala molto più rapidamente rispetto alle situazioni precedenti, si parla di poco più di due ore. In questo scenario, si incomincia a sentire leggermente la ventola di raffreddamento che rimane per gran parte della giornata silenziosa, grazie anche alla sua posizione dello sfiato nascosto agli occhi.

Il valore di utilizzo della batteria alla massima potenza è sempre difficile da valutare in quanto, almeno nel mio caso, tendo sempre ad utilizzare il portatile durante lavori o utilizzi complessi, sempre collegato alla corrente per un discorso di sicurezza personale.

I 3220 mAh della batteria sono pochi ma giusti per le funzioni di tutti i giorni permettendo una copertura della giornata più che soddisfacente. Parlando brevemente dell’alimentatore è leggero, piccolo e compatto. Questa leggerezza però implica tempi di ricarica leggermente più lunghi rispetto agli standard classici; questa comunque è una caratteristica ormai classica degli ultrabook.

Conclusioni Acer Swift 3

Concentrare in poche parole un giudizio completo non è mai semplice, fortunatamente questo Swift 3 ha molte luci e poche ombre quindi il mio compito è più semplice del previsto.

Potente quanto basta, facilmente trasportabile e possiede una linea elegante. Probabilmente basterebbero questi tre giudizi per spiegare al meglio lo Swift 3. La versione da noi testata inoltre non è neanche quella più performante. Qui però devo spendere due parole.

Sono in commercio versioni con scheda video dedicata, GeForce MX150 o una AMD Radeon RX540, diverse tipologie di processori, Intel o AMD Ryzen, e tutte bene o male hanno un perchè di esistere. Non tanto perché una CPU o GPU sia più potente dell’altra, ma perché permette all’acquirente di scegliere, anche se pur sempre a grandi linee, che configurazione preferire per il proprio notebook.

I giudizi di questa recensione si riferiscono al modello che trovate nella scheda tecnica sopra pubblicata.

In sintesi questo prodotto svolge appieno il suo compito. L’eleganza, le prestazioni, e la rumorosità durante l’utilizzo sono in linea con quello che ci si aspetta da un notebook di questa categoria. E allora cosa c’è che non va? Il problema dello Swift 3, è lo stesso Swift3, almeno questa configurazione. Analizzando il notebook ho notato che le caratteristiche sono pressoché identiche a quelle di un prodotto già in listino di Acer che vi ho accennato precedentemente, sto parlando dello Spin 5.

Quindi perché dovremmo scegliere l’uno a discapito dell’altro viste le potenzialità simili dei due? Chiaramente lo Swift 3 ha dalla sua una linea più raffinata e definita rispetto ad un convertibile. Questo prodotto punta anche all’occhio di un utilizzatore e non solo alle sue funzionalità. Però, questa volta, mi trovo in difficoltà per quanto riguarda un giudizio diretto. Lo comprerei? Assolutamente si. Lo consiglierei a chi cerca un bel prodotto che lo categorizza rispetto ad altri competitor? Sempre si. Tra lo Swift 3, questo modello, e lo Swift 5 quale sceglieresti? Onestamente sono in difficoltà. Tolto questo sassolino dalle scarpe tiriamo le somme sullo Swift 3.

Tutto questo ragionamento non inficia il giudizio positivo per questo notebook. Vuole essere solo una considerazione obbiettiva rispetto ad un prodotto analogo presente nel listino della stessa Acer. La qualità di questo Swift 3 è molto buona sia nella costruzione che nel suo hardware all’interno, a maggior ragione anche per la possibilità di avere differenti configurazioni hardware all’interno.

Il prezzo ufficiale di vendita, come potete immaginarvi si aggira intorno alle quattro cifre: più precisamente 999 euro per questo modello. Sicuramente è consigliato per chi, oltre alle potenzialità cerca quel pizzico di stile che non guasta mai, sia in una situazione professionale o domestica. Non è certo un portatile da gaming dove per questo Acer ha altre soluzioni in arrivo come i nuovi Helios 500 e Helios 300 edizione speciale, ma per qualche ora di svago leggero non da problemi.

Portatili per giocare • I migliori notebook gaming • Novembre 2018
Un notebook gaming può essere un'ottima alternativa ad un pc desktop per giocare ai massimi livelli. Scopriamo i migliori portatili per giocare.

In definitiva,sono rimasto molto soddisfatto dallo Swift 3. Questo notebook mi è stato molto utile durante il mio ultimo viaggio a New York e non mi ha fatto rimpiangere il mio portatile principale più potente ma anche 3 kg più pesante.

Pro

  • Ottime prestazioni in mobilità
  • Peso contenuto
  • Elegante

Contro

  • Lento nel caricarsi
  • Hardware identico a Spin 5

Offerte Acer Swift 3

La ricerca della migliore offerta online è sempre stata un punto focale per staff di Techzilla.it .

Spesso e volentieri riusciamo a trovare il giusto prezzo per tutti gli oggetti che recensiamo e anche per questo Acer Swift 3 abbiamo l’offerta giusta per voi, ma mi raccomando occhio alla versione.

Acer Swift 3 SF314-52-87SW Notebook con Processore Intel Core i7-8550U, Ram 8 GB DDR4, 256 GB Intel PCIe SSD, Windows 10 Home, 14" FHD IPS LCD, Silver

999,00€  Amazon Prime

1191,99€ Trovaprezzi  [venduto da ePrice]

Galleria Acer Swift 3

I nostri voti

Design7.5
Tastiera e Touchpad8
Display e audio8
Utilizzo8
Autonomia8.5
Rapporto qualità-prezzo7.5
Voto finale7.9

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: