A pochi giorni dalla presentazione, avvenuta ad IFA 2018, possiamo mettere subito le mani sulla Black Widows Chroma Elite, la tastiera più completa e interessante al momento sul mercato.

Razer continua con la sua tradizione di innovare e potenziare i propri prodotti di punta creando una nuova linea di alto livello, appunto quella Elite, che indica il miglior grado raggiunto da un determinato prodotto. Oggi vi parlo delle nuove caratteristiche implementate, del nuovo feeling e di tutte quelle sfaccettature che riguardano questo dispositivo appena giunto sul mercato.

Prezzo: 179,99€ su Amazon.it Amazon Prime

Kelkoo: 94,98€ da MediaWorld

Specifiche tecniche Razer Blackwidow Elite

Razer continua la sua tradizione di sfornare ottimi dispositivi dalle innumerevoli features. Qua sotto trovate un lista delle principali funzionalità che la tastiera Blackwidow Elite fornisce ai propri utilizzatori:

  • Nuovissimi tasti meccanici Razer progettati per il gioco
  • Disponibile con switch Green – Yellow – Orange
  • 80 milioni di click di durata
  • Quadrante digitale multi-funzione con comandi multimediali dedicati
  • Retroilluminazione personalizzabile Razer Chroma con 16,8 milioni di opzioni colore
  • Supporto per polsi ergonomico magnetico
  • Compatibilità Razer Synapse 3
  • Tasti completamente programmabili con registrazione macro istantanea
  • Rollover da 10 tasti con funzionalità anti-ghosting
  • Modalità giochi dedicata
  • Pass-through USB 2.0 e audio
  • Funzione anti-ghosting per un massimo di 10 pressioni di tasti simultanee
  • Layout in ITALIANO
  • Gestione dei cavi
  • Realizzata in metallo di tipo militare

Funzionamento e comfort Razer Blackwidow Elite

Il modello in recensione è dotato dei tasti con switch Razer Green, i più amati dai giocatori perché richiedono una giusta pressione e hanno un buon suono al momento dell’inserimento delle lettere.

Scrivendo questa recensione con questa BlackWidow Elite non ho riscontrato grosse difficoltà di utilizzo, grazie al Layout in Italiano i tasti sono tutti al posto giusto permettendo una scrittura confortevole e priva, o quasi, di sbavature durante la digitazione.

Quasi perchè ci vuole, come sempre, un periodo di adattamento per ogni cambio di dispositivo. Consiglio sempre, prima di lanciarsi in battaglie e tornei online di passare qualche ora per entrare in simbiosi con il nuovo feedback ottenuto da una tastiera professionale da gioco.

Durante la digitazione, specialmente se si passa da una tastiera buona a questa di Razer, ci si abitua allo stile di scrittura con la BlackWidow abbastanza velocemente. La forza necessaria alla pressione dei tasti non è tale da arrecare stanchezza, se non dopo tante ore di gioco e il sound che ci arriva alle nostre orecchie è chiaro e nitido offrendo quel feeling professionale che solo i prodotti di alto livello sanno dare.

Rimuovendo uno o più tasti si può vedere meglio la conformazione dei nuovi tasti meccanici creati da Razer. A prima vista si notano subito le doppie pareti laterali create per aggiungere stabilità e protezione contro polvere e liquidi e la garanzia di funzionamento per tasto di 80 milioni di click permettono a questa tastiera essere un buon investimento per il presente e l’immediato futuro.

Il cuscino magnetico poggia polsi è stata una piacevole conferma: già provato il modello incluso nella Razer Ornata Chroma questo compreso in questa tastiera sembra ancora più comodo e morbido del precedente.

Impressioni di utilizzo Razer Blackwidow Elite

Saltellando tra una tastiera e l’altra ovviamente sono molto più avvantaggiato per quanto riguarda la scrittura e l’utilizzo in gaming. Io personalmente non ho trovato grosse difficoltà ad utilizzare quotidianamente qui a casa questa tastiera, mentre mia moglie preferisce una tastiere più morbida e l’impatto giornaliero è stato più difficile.

La stesura di testi e il feeling dato dal ripetuto utilizzo crescono con l’aumentare del tempo passato a scrivere queste parole. La sicurezza nel premere un tasto, più forte rispetto ad una tastiera a membrana, tende a stancare le dita dopo molte ore ma, con il giusto allenamento, si riesce a concludere una sessione di gaming completa.

Non capisco però il perchè non tutto il tasto sia illuminato. In tutti i tasti che hanno una funzione secondaria, ( : ; _  ! ” £ $ % … ecc ) non sono retroilluminati dalla colorazione Chroma. Non è un problema insormontabile, ma non riesco a capire il perché questa mancanza di uniformità nella tastiera.

I comandi multimediali posti nella sezione esterna a destra sono perfetti e rapidi da utilizzare. Senza modificare alcuna impostazione, la grande rotella permette di alzare e abbassare velocemente il volume mentre il tasto al centro di essa inserisce rapidamente il muto. I tre comandi adiacenti, anch’essi personalizzabili, sono i classici comandi di un lettore audio/video: traccia avanti, traccia indietro e un multifunzione play/pausa.

Molto carina e comoda la porta USB e il jack per le cuffie replicati sul lato esterno destro della tastiera. Peccato che la prima sia solo USB 2.0, ma la possibilità di avere a portata di mano un ingresso invece di andare a cercarlo sotto la scrivania o al lato del portatile, è una funzione molto comoda e interessante.

A proposito penso sia giunto il momento di usare la tastiera per quello che è stata creata, il gaming !

Gaming Razer Blackwidow Elite

Dopo il classico giro di personalizzazione attraverso il software Razer Synapse, ho adattato la tastiera alle mie caratteristiche; posizionato i piedini regolabili in due posizioni, ho fatto passare il cavo attraverso uno dei canali dedicati, collegato le USB e sono pronto ad utilizzare la BlackWidow.

Partendo dalla regolazione della retroilluminazione Chroma, per garantire un effetto cromatico perfetto con tutto il resto del setup, ho impostato in maniera molto semplice alcune macro spesso utilizzo in alcuni giochi o applicazioni. Continua il trend della mancanza di tasti dedicati per eseguirli, ma fortunatamente tramite pratica si riesce ad usare combinazioni di tasto particolari non utilizzate da altre funzioni.

Il software Synapse conferma il suo valore aggiunto ai prodotti Razer inglobando tutte le periferiche in una unica schermata. Giunto alla sua terza revisione risulta sempre chiaro, semplice e offre tutte le personalizzazioni possibili a portata di click e con un’interfaccia moderna e gradevole.

Conclusioni  Razer BlackWidow Elite

Razer Black Widow Elite ha tutte le carte in regola per diventare una delle migliori tastiere gaming attualmente sul mercato. Offre una completa personalizzazione con il navigato Razer Synapse e una eccellente comodità grazie al morbido cuscino.

Il prezzo ufficiale si aggira intorno alle 180 €, che non sono poche per una tastiera, è vero. Razer è sempre stata considerata come la Apple delle periferiche gaming in ambito PC e la qualità e le costanti innovazioni si pagano.

Il prezzo è importante visto che tastiere, anche dello stesso brand si possono trovare attorno alla soglia dei 100 €, quindi perché comprare Razer BlackWidow Elite?

Personalmente mi sento di consigliarla per le sue funzioni, per il feeling e la comodità data pacchetto all in one (tastiera meccanica, chroma, poggiapolsi). Specialmente l’illuminazione Chroma continua ad essere una caratteristica estetica dall’invitante appeal che una volta provata è difficile farne a meno. Razer Synapse infine offre quella personalizzazione in più che differenziano Razer dalla concorrenza. Anche i materiali utilizzati, i nuovi switch e il metallo di grado militare, confermano l’impegno di Razer in prodotti che non siano solamente belli ma anche resistenti per il pubblico gamer, hardcore o casual.

In conclusione Razer BlackWidow Elite è una eccellente tastiera da gioco per chi cerca la massima espressione al momento delle tastiere meccaniche a marchio Razer. La possibilità di personalizzare al massimo i colori, la versatilità del software e il poggia polsi, sono dei valori eccellenti che le garantiscono un inserimento immediato nella nostra guida alle migliori tastiere da gaming. E come sempre, si torna a giocare!

Migliore tastiera per giocare • Ottobre 2018
Tastiere per tutte le mani e per tutte le tasche con lo spirito gaming; scopri qual'è la miglior tastiera per giocare in base al tuo budget.

Pro

  • Ottimo feeling al tatto
  • Controlli multimediali
  • Personalizzazione software
  • Cuscino morbidissimo

Contro

  • Cara, ma è una costante del brand
  • USB passante "solo 2.0"
  • Non tutti i tasti retroilluminati

Galleria Fotografica

I nostri voti

Design9
Funzionalità7
Comodità8.5
Software9
Rapporto qualità prezzo7.5
Voto finale8.2

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: