Diciamolo chiaramente: è difficile confermarsi ogni anno, lanciare un prodotto di alto livello e rimanere stabile punto di riferimento del mercato! Samsung, in un modo o nell’altro, ci riesce continuamente. In un periodo storico non propriamente felice per l’innovazione, specialmente nel campo tecnologico per via dei prezzi e della difficoltà nel produrre ed acquistare componenti, la casa coreana ha tirato fuori l’asso per il 2023, il Galaxy S23 Ultra, figlio di scelte azzeccate e di fortuna.

venduto da 
€ 1559
€ 1659  [-6%]

Quest’ultima va assecondata, va aiutata, anche grazie ai feedback continui che giungono dai clienti e dagli appassionati del settore. Samsung Galaxy S23 Ultra ha tanto da dire quest’anno: è una caramella invitante che va scartata delicatamente e poi scoperta, assaporata. Cerchiamo di scoprire se anche il gusto soddisfa appieno!

Samsung Galaxy S23 Ultra

Scheda tecnica

  • Display:6.8
  • CPU:Snapdragon 8 Gen 2 Qualcomm SM8550-AB 1x 3.2 GHz Cortex-X3 + 2x 2.8 GHz Cortex-A715 + 2x 2.8 GHz Cortex-A710 + 3x 2.0 GHz Cortex-A510
  • RAM:8 GB
  • Memoria Interna:256 GB - 1TB
  • Fotocamera:Mp
  • Sistema Operativo:Android 13 Samsung One UI 5.1
Samsung Galaxy S23 Ultra, Caricatore incluso, Smartphone Android, Display 6.8'' Dynamic AMOLED 2X, Fotocamera 200MP, RAM 12GB, 1TB, 5.000 mAh, Phantom Black [Versione italiana]

Scheda tecnica Samsung Galaxy S23 Ultra

Samsung Galaxy S23 Ultra è dotato delle soluzioni hardware migliori. I compromessi sono inesistenti, d’altra parte il prodotto è premium. La maggiore novità rispetto ai dispositivi del passato è da individuare nel processore: Samsung ha dotato il flagship del chip di Qualcomm, lo Snapdragon 8 Gen 2, a discapito della soluzione interna Exynos. La scelta ha rappresentato la mossa vincente per la casa coreana. Di qualità il pannello, un Dynamic AMOLED 2X da 6,8″ QHD+ Edge con refresh rate dinamico a 120Hz e la memoria interna UFS 4.0, che parte da 256GB fino ad arrivare ad 1TB. Di seguito la scheda tecnica completa:

Sistema Operativo Android
Versione Sistema Operativo Android 13 Samsung One UI 5.1
Dimensioni 163.4mm x 78.1mm x 8.9mm
Peso 234 grammi
CPU Snapdragon 8 Gen 2 Qualcomm SM8550-AB 1x 3.2 GHz Cortex-X3 + 2x 2.8 GHz Cortex-A715 + 2x 2.8 GHz Cortex-A710 + 3x 2.0 GHz Cortex-A510
GPU Adreno 740
RAM (GB) 8 GB
Memoria interna (GB) 256 GB - 1TB
Pollici Display 6.8
Risoluzione Display 1440 x 3080 pixel
Tipologia Display Dynamic AMOLED 2X colori 16 milioni Gorilla Glass Victus 2
Capacita batteria (mAh) 5000

Vai alla scheda completa: Scheda tecnica Samsung Galaxy S23 Ultra.

Molto povera e poco interessante, invece, la confezione, che contiene solo la manualistica rapida ed il cavo USB Type-C/Type-C. Manca, dunque, il trasformatore rapido, dato che lo smartphone supporta la ricarica rapida a 45W. Sulla capacità di ricarica Samsung poteva lavorare di più; la concorrenza fa molto meglio, anche su dispositivi che costano la metà del flagship della casa coreana. Un aspetto assolutamente da migliorare per il futuro!

Design Samsung Galaxy S23 Ultra

Nel segno della continuità! Samsung Galaxy S23 Ultra non cambia rispetto al passato o, almeno, non stravolge le linee. Il dispositivo presenta un display meno curvo e angoli maggiormente squadrati del predecessore, ma l’approccio estetico rimane lo stesso.

S23 Ultra è uno smartphone grande (163,4×78,1×8,9 mm), pesante (233 grammi) e particolarmente scivoloso, dovuto in larga parte al trattamento del vetro Gorilla Glass Victus 2 al posteriore. Ad ogni modo, la cura realizzativa è molto alta e l’aspetto è piacevole, grazie alla soluzione flat adottata per l’alloggiamento delle fotocamere principali, che emergono ad isola dal retro, ed al frame laterale squadrato in alluminio, che segna una rottura rispetto alla bombatura del pannello frontale, grande ed immersivo.

E’ proprio il display a dominare la scena frontale, complici le cornici su quattro lati esigue ed omogenee (3mm) ed il foro della fotocamera incastonato nella parte superiore. La casa coreana ha lavorato bene anche sui colori quest’anno; sul sito ufficiale sono disponibili tinte esclusive, come Graphite, Sky Blue, Lime e Red, mentre il sample utilizzato per questa prova è di una interessante colorazione Green, opportunamente trattata per rispondere alla luce che ne modifica la tonalità in base alle condizioni di illuminazione.

Display Samsung Galaxy S23 Ultra

Se parliamo di un dispositivo premium, il display dovrebbe essere un elemento di assoluta qualità. Aggiungiamo pure il fatto che è Samsung a produrre pannelli di livello per moltissimi OEM. Tutto questo per dire che la l’Azienda non ha deluso le aspettative, non ha stravolto quanto fatto con la precedente generazione, ma ha migliorato ed ha consolidato. Il pannello del Galaxy S23 Ultra è un Dynamic AMOLED da 6,8″, QHD+ (1.440 x 3.088 pixel), HDR10+, refresh rate da 1 a 120Hz, 240 Hz di Touch Sampling e luminanza di 1.750 nit.

Il display è un faro se colpito dalla luce diretta

Molti numeri che si traducono in una sola parola: qualità! Il display è ai vertici della categoria e si scontra direttamente con quello installato nell’iPhone 14 Pro. Il sensore di luminosità lavora in maniera rapida e precisa, il trattamento oleofobico del vetro garantisce pulizia nella visualizzazione delle immagini, anche se può essere perfezionato.

Le impostazioni del software permettono all’utente di regolare alcuni parametri, anche se dalla OneUI 5.1 mi aspettavo maggiore possibilità di intervento, soprattutto con un display così valido. I colori riprodotti sono brillanti, senza discostarsi dalla realtà, il punto di bianco è corretto, da qualsiasi angolazione si guardi lo schermo. L’utilizzatore può scegliere nel Menu tra una Modalità Vivida (in grado di coprire lo spazio colore DCI-P3) e quella Naturale e può attivare la Protezione occhi, per diminuire l’emissione di luce blu. Manca, ad esempio, la regolazione della tonalità del pannello in base all’illuminazione ambientale, un’opzione che avrebbe fatto felici gli utenti più esigenti.

Ciò che stupisce è la fruibilità del Galaxy S23 Ultra anche quando viene colpito direttamente dalla luce diretta del sole. I 1.750 nits non sono tanti quanti i 2.000 dell’iPhone 14 Pro, ma il risultato per chi guarda lo smartphone non cambia. Samsung Galaxy S23 Ultra si vede sempre!

Inoltre, tutto si muove in maniera fluida e piacevole grazie anche al refresh rate a 120Hz, che varia automaticamente fino ad 1Hz, almeno questo è quanto dichiarato dalla casa madre. Non è ben chiaro come lavori il pannello ed il software di gestione, in quanto dai test effettuati ho registrato, in una pagina web statica o durante la visualizzazione di una foto, il valore minimo di 24Hz. Nulla di drammatico, ma probabilmente il software deve essere regolato, ancora, in maniera fine.

Impossibile tralasciare il sensore di impronte digitali ultrasonico nascosto sotto il display, migliorato rispetto ad S22 Ultra. E’ oggettivamente il sensore ultrasonico più veloce sul mercato. Inoltre, Samsung ha lavorato in questi anni ed ha portato all’interno di uno smartphone un lettore più sicuro rispetto a quelli ottici implementati dalla concorrenza e comparabile a questi nella velocità di lettura e di sblocco.

Utilizzo Samsung Galaxy S23 Ultra

PRESTAZIONI

Samsung non solo ha fatto la scelta corretta di puntare sul fiore all’occhiello di Qualcomm per il 2023, lo Snapdragon 8 Gen 2, ma addirittura ha stretto un legame importante con i tecnici dell’azienda americana, al punto da sviluppare una variante specifica del processore, chiamata Snapdragon 8 Gen 2 for Galaxy.

Test ripetuti per circa 30 minuti. Il calo è individuabile nel test estremo effettuato con 3D Mark, anche se non si manifesta un vero e proprio crollo delle prestazioni

L’esclusività di questa versione del processore risiede nel clock maggiorato del Core Prime, che arriva a 3,36 Ghz rispetto ai 3,2 Ghz della variante base, nonché nella maggiore potenza della GPU Adreno 740, in grado di raggiungere nei Galaxy i 719 Mhz, rispetto ai 680 della versione dello Snapdragon 8 Gen 2 disponibile per gli altri OEM. Inoltre, Samsung Galaxy S23 Ultra può sfruttare il nuovo Cognitive ISP di Qualcomm, in grado capace di migliorare la qualità delle fotocamere attraverso la segmentazione semantica delle immagini.

venduto da 
€ 1559
€ 1659  [-6%]

Sotto la scocca del Galaxy S23 Ultra è concentrata tutta la migliore tecnologia. Non si parla solo di CPU, ma anche di 8 GB di RAM (nella versione di test) LPDDR5X e di 256 GB di memoria UFS 4.0 incredibilmente veloce in lettura e scrittura. Il complesso funziona egregiamente; i miglioramenti rispetti all’Exynos installato nell’S22 Ultra sono tangibili e positivi.

Il nuovo flagship di Samsung è potente e riesce a gestire in maniera ottimale le temperature. Il processore mantiene performance ottimali durante sessioni prolungate di lavoro e, solo durante benchmark pesanti, dopo 20 minuti scende di potenza, senza mai far crollare, però, le prestazioni. Durante l’uso quotidiano, invece, tutto viene elaborato con disinvoltura, senza rendere sgradevole al tatto lo smartphone, con il calore che rimane gestibile e confinato nella parte alta, nell’area intorno alle fotocamere. La gestione dei Core del nuovo processore e la dissipazione del calore offerta da Samsung rappresentano il grande punto di forza di questo dispositivo, rispetto non solo al predecessore della casa coreana, bensì rispetto a tutti i top di gamma dei mesi passati con lo Snapdragon 8 Gen 1, il quale tendeva a salire di temperatura troppo facilmente.

SOFTWARE

La OneUI di Samsung non è mai stata così fluida ed appagante! Merito della grande potenza offerta dall’hardware installato, certo, ma anche di continui miglioramenti da parte dell’azienda. Nei prodotti del passato la complessità della personalizzazione della casa coreana aveva minato la bontà di utilizzo dei vari prodotti, anche di quelli premium.

S23 Ultra è tutta un’altra storia

Nel panorama Android non esiste un software tanto completo: lo testimonia il peso record della OneUI sulla memoria, ben 40GB, anche se è bene precisare che potrebbe essere alleggerito: il sistema, a causa della personalizzazione completa offerta da Samsung, a volte risulta confusionario e pieno di orpelli superflui.

A livello estetico il software può migliorare. l’Azienda, anche attraverso applicazioni ed add-on aggiuntivi scaricabili dallo Store proprietario, consente di modificare nel profondo l’interfaccia grafica, anche se questo tipo di soluzione è riservata ad utenti più attenti ed esperti, che sanno muoversi nelle molteplici opzioni della OneUI, basata su Android 13.

A livello produttivo, invece, S23 Ultra non ha eguali. La forza di questo software risiede nella grande esperienza di Samsung nel settore, che anno dopo anno ha implementato soluzioni sempre più efficaci ed utili. A partire da Samsung DeX, anche in versione wireless, che consente di gestire lo smartphone attraverso un’interfaccia desktop quando questo è collegato ad un monitor. Interessanti, inoltre, le gesture, utili per aprire in finestra con uno swype le notifiche appena arrivate tramite popup sul display, oppure per ridimensionare tutte le app installate, grazie anche alle potenzialità dei Pannelli Tag Edge, richiamabili tramite scorrimento laterale sul display. Come tralasciare, poi, il Multitasking, migliorato rispetto al passato e sempre utile per lavorare contemporaneamente con più applicazioni aperte sullo schermo.

Tutto è ben studiato sul Galaxy S23 Ultra! Anche il feedback aptico è da primo della classe, grazie anche alle chicche del software che vanno a sfruttare il motore della vibrazione installato nel dispositivo. Non batte la concorrenza agguerrita, costituita da Google con i Pixel e da Apple con gli ultimi iPhone, ma si allinea ad essi senza sfigurare.

Lato batteria, invece, risiedono alcune ombre. Lo smartphone è dotato di una 5.000 mAh con ricarica a 45 Wh, ricarica Wireless e Wireless PowerShare. Non manca nulla, ma da un premium phone ci si aspetta l’eccellenza, ovvero una potenza di ricarica maggiore. Non che la diretta concorrenza faccia meglio (si veda iPhone 14 Pro e Google Pixel 7 Pro), ma questo non giustifica la scelta di Samsung che, per il futuro, dovrà lavorare proprio su questo aspetto. Per quanto concerne l’autonomia dello smartphone, è possibile superare la giornata di utilizzo, lasciando sempre attivo l’Always-on Display, il refresh dinamico a 120 Hz e la risoluzione più alta del display (WQHD+).

Sono riuscito ad ottenere cinque ore di display acceso, anche se è bene precisare che la funzione di Always-on Display drena più del 5% di batteria, a causa di una non ottimale gestione software; la sufficienza viene raggiunta e superata, ma c’è margine per migliorare ulteriormente.

S PEN

Il valore aggiunto di questo smartphone risiede nella S Pen, la penna Bluetooth con tecnologia di riconoscimento della pressione che trova posto nell’alloggiamento posizionato nella parte inferiore del Samsung Galaxy S23 Ultra. Non c’è nel mercato un altro prodotto che offre una soluzione di questo tipo: il vantaggio di Samsung sulla concorrenza è abissale. Lato produttivo, la S Pen rappresenta la chiave di volta, se si considera la trasportabilità di tale hardware e le soluzioni pensate dall’azienda. E’ impareggiabile la possibilità di estrarre la penna dall’alloggiamento e, a schermo spento, prendere una nota al volo, o toccare con maggiore precisione elementi sullo schermo rispetto all’utilizzo del dito, o ancora scrivere a penna su una porzione di schermo e trasformare la scrittura in testo (funzione limitata all’utilizzo della tastiera di Samsung).

La S Pen consente di firmare documenti PDF o Word, disegnare su una Foto, prendere appunti su uno screen, disegnare e colorare tramite le app di Samsung. Inoltre, se si ha l’esigenza di fare una foto ad un gruppo particolarmente numeroso e nessuno deve rimanere escluso dallo scatto, basta appoggiare il device su una superficie, decidere l’inquadratura, estrarre la S Pen e, solo quando si è pronti, schiacciare il pulsante e tramite il BLE il Galaxy S23 Ultra catturerà il momento. La S Pen di Samsung Galaxy S23 Ultra si conferma la killer feature nel panorama mobile.

Fotocamera Samsung Galaxy S23 Ultra

Samsung Galaxy S23 Ultra punta a rappresentare il riferimento in ambito fotografico per il 2023. Certamente è ai vertici della categoria e fa gola anche agli addetti ai lavori, ai professionisti del settore foto/video che trovano in questo smartphone due requisiti fondamentali: Qualità e Versatilità!

Al posteriore sono installati quattro sensori: il principale, il nuovo ISOCELL HP2 da 200 MP con apertura f/1.7, OIS + EIS, quello ultra-grandangolare da 12 MP, obiettivo di 120° ed apertura f/2.2, lo zoom ottico 3X da 10 MP, apertura f/2.4 (70m) e lo zoom 10X da 10 MP, apertura f/4.9 (230mm). Di assoluto livello la nuova camera principale da 200 MP, dotata di filtro colore Tetra2pixel RGB Bayer Patter, soluzione che consente di raggruppare 16 pixel in 1 e, dunque, di elaborare immagini da 12 MP. Interessante anche la nuova tecnologia autofocus del sensore, chiamata Super QPD, in grado di rilevare i cambiamenti di fase in direzione orizzontale e verticale, migliorando quanto fatto con l’S22 Ultra dello scorso anno.

Il software fotografico di Samsung riesce a sfruttare perfettamente i 4 sensori del Galaxy S23 Ultra e a donare agli utenti soluzioni versatili, spingendosi fino al semi-professionismo attraverso la companion app Expert RAW. Quest’ultima permette di scattare in RAW, spingendosi fino alla soluzione intermedia dei 50 MP, ma soprattutto di creare scatti visivamente impattanti attraverso la funzione Astrofoto, purché si abbia a disposizione un treppiedi (minimo 4 minuti di esposizione).

In fase di presentazione Samsung ha puntato molto sulle capacità di scatto del proprio flagship, anche in condizione di scarsa illuminazione ed i risultati confermano quanto dichiarato dall’azienda. Di giorno i risultati sono ottimi, ai vertici della categoria, con immagini vivide, con un ottimo punto di bianco ed un HDR che interviene in maniera precisa per dare vita alle zone più buie dello scatto. Catturare immagini a 200 MP, a piena risoluzione, poi, è un vantaggio in termini di qualità che può ingolosire l’utente esperto. Interessante anche il sensore zoom 10X che garantisce un punto di vista esclusivo e, in particolare, scatti di qualità.

Anche di notte la qualità rimane elevata. In maniera automatica (Auto Night Shot) il software riconosce la scena buia, migliora l’esposizione ed il dettaglio della foto. Con la Modalità Notte specifica, però, i risultati sono ancora migliori. Nelle più variegate situazioni di scatto notturno, il Galaxy S23 Ultra si comporta egregiamente, conservando i colori naturali, agendo in maniera molto efficace sul rumore e salvaguardando i dettagli.

Anche la Modalità Ritratto garantisce scatti di qualità elevata. Si può scegliere di catturare l’immagine attraverso la camera principale o la più indicata zoom 3x (70mm equivalente). Proprio attraverso questo sensore dal taglio professionale gli scatti con effetto bokeh risultano ben elaborati, sia di giorno che di notte, e soprattutto il risultato è di rilievo sia che il soggetto è inanimato, sia che si tratti di un volto. In alcuni scenari rimangono dei piccoli difetti riguardo allo scontorno degli elementi da porre in risalto, ma le immagini sono assolutamente di qualità.

Lato video, lo smartphone si spinge fino all’ 8k a 30 fps con risultati sbalorditivi. Il file registrato a pieno sensore (rispetto al crop effettuato del precedente modello) presenta stabilità nei fotogrammi durante tutta la ripresa, nonché un ottimo autofocus. Parlando di formati di registrazioni più classici (1080p o 4K a 30 o 60 fps), il Samsung Galaxy S23 Ultra non delude e garantisce ottimi video, particolarmente stabilizzati grazie alla maggiore escursione dei sensori di cui è dotato. I colori catturati sono brillanti, la variazione di fuoco è precisa e morbida ed il bilanciamento del bianco è corretto. Va solo fatto un piccolo appunto nelle registrazioni notturne, a causa di una non sempre corretta gestione del rumore video durante la ripresa di porzioni di scena particolarmente buie. Dettagli, migliorabili nel futuro attraverso aggiornamenti software, che meritano comunque di essere evidenziati.

Conclusioni Samsung Galaxy S23 Ultra

Il titolo dato alla recensione è forte, ma è chiaramente una provocazione. Samsung Galaxy S23 Ultra non è un prodotto perfetto, perché semplicemente risponde alla legge del mercato: nessun prodotto lo è, altrimenti non ci sarebbe la necessità di acquistare quello della generazione successiva. A tale proposito, dalla generazione successiva ci si aspetta maggiore sviluppo tecnologico riguardo al sistema di ricarica rapida, nonché una migliore gestione dei consumi della batteria. Anche lato ricezione telefonica mi aspetto miglioramenti, dal momento che non eccelle: in alcune situazioni o in alcuni luoghi, la capacità di ricevere la rete internet risulta leggermente inferiore rispetto ad altri prodotti premium della concorrenza.

Confermo, ad ogni modo, che la strada è quella giusta: il Galaxy S23 Ultra è figlio di scelte corrette. A partire dalla volontà dell’azienda di optare per il processore di Qualcomm, lo Snapdragon 8 Gen 2, che surclassa decisamente gli Exynos del passato, garantendo potenza da vendere ed al contempo gestione ottimale delle temperature. Samsung Galaxy S23 Ultra è il telefono di riferimento, in questa prima parte dell’anno, nel panorama Android, è il dispositivo con software Google da battere.

Le prove a sostegno di questa tesi sono molteplici. Lo smartphone è solido, appagante esteticamente, con un display ai vertici della categoria, con un software personalizzato completo ed in grado di ricreare quell’ecosistema che può competere, in qualche maniera, con quello di Apple. Nel corso degli anni Samsung ha anche migliorato i tempi di aggiornamento, garantendo per questo modello quattro anni di supporto alle nuove versioni di Android e ben 5 anni di patch di sicurezza. Uno standard che molti altri produttori stanno cercando di eguagliare in questi ultimi mesi.

Il software del Galaxy S23 Ultra è completo

Le funzioni della OneUI 5.1 sono molteplici e sono volte al miglioramento dell’esperienza utente, grazie alle app di Samsung, alle utili gesture ed alle impostazioni del sistema operativo, senza contare l’enorme apporto garantito dalla presenza della S Pen, soluzione che eleva moltissimo la produttiva e segna un solco enorme, al momento irraggiungibile per qualsiasi altro produttore mobile.

Samsung Galaxy S23 Ultra è ottimo anche sul comparto fotografico. Il lavoro svolto sulla cam principale è encomiabile e, probabilmente, gli ottimi risultati sono anche frutto dell’ISP del processore di Qualcomm. Oltre all’elevata qualità degli scatti e dei video, è’ proprio la versatilità a stupire: le due camere zoom, una delle quali con periscopio 10X, permettono all’utente di coprire qualsiasi scenario di utilizzo. Con S23 Ultra, lato fotografico, l’utente non si troverà mai in difficoltà!

Samsung Galaxy S23 Ultra

Scheda tecnica

  • Display:6.8
  • CPU:Snapdragon 8 Gen 2 Qualcomm SM8550-AB 1x 3.2 GHz Cortex-X3 + 2x 2.8 GHz Cortex-A715 + 2x 2.8 GHz Cortex-A710 + 3x 2.0 GHz Cortex-A510
  • RAM:8 GB
  • Memoria Interna:256 GB - 1TB
  • Fotocamera:Mp
  • Sistema Operativo:Android 13 Samsung One UI 5.1
Samsung Galaxy S23 Ultra, Caricatore incluso, Smartphone Android, Display 6.8'' Dynamic AMOLED 2X, Fotocamera 200MP, RAM 12GB, 1TB, 5.000 mAh, Phantom Black [Versione italiana]

Samsung Galaxy S23 Ultra è rivolto a tutti gli utenti, ma soprattutto a quelli che non vogliono compromessi in ambito mobile o che hanno necessità di grande qualità lato multimediale. Restando nel panorama Android, sono presenti moltissime alternative di alto livello a prezzi decisamente inferiori. Lo smartphone si trova disponibile sul mercato ad un prezzo di partenza di 1479 euro nella versione 8/256 GB. La qualità si paga e Samsung ha dimostrato di saper lavorare bene, di comprendere gli errori, le necessità dei clienti e di puntare al alzare continuamente l’asticella. Molti prodotti della concorrenza devono ancora vedere la luce e puntano a spodestarlo dal trono. Ma è proprio questo il punto: Samsung Galaxy S23 Ultra è l’Android da battere. Tutti gli altri inseguono!

venduto da 
€ 1559
€ 1659  [-6%]

Pro

  • Qualità fotografica
  • OneUI completa e produttiva
  • Presenza S Pen
  • Qualità del display AMOLED
  • Supporto del software per 5 anni

Contro

  • Tecnologia di ricarica rapida della batteria, ferma a 45W
  • Qualità di ricezione non impeccabile
  • Consumi della batteria da migliorare, con particolare attenzione all'Always-on Display

I nostri voti

Design9
Display9.5
Audio8.5
Utilizzo 9
Autonomia 8
Fotocamera 9.5
Rapporto qualità - prezzo8.5
Voto finale8.9

Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *