Introduzione

Nonostante YEEDI sia un brand relativamente nuovo nel mondo degli aspirapolveri robot , ha saputo già ritagliarsi una buona fetta di mercato e il modello Yeedi 2 Hybrid che abbiamo recensito di recente ci aveva già regalato buone soddisfazioni.

Oggi portiamo sui nostri pavimenti il modello mid-level di YEEDI ovvero lo Yeedi VAC Hybrid che si vuole posizionare tra l’entry level Yeedi 2 Hybrid e il top di gamma, lo Yeedi VAC Max.

Come gli altri prodotti di questa fascia anche lo YEEDI 2 propone un pacchetto completo per il mantenimento della nostra casa: è dotato di spazzola per aspirare con una potenza fino a 2500Pa ed un serbatoio per lavare i pavimenti. Inoltre utilizza la tecnologia SLAM assistita dalla fotocamera superiore per creare mappe dettagliate di casa per potersi poi orientare durante la navigazione.

venduto da 

Attenzione a non confondere questo Vac Hybrid con il fratello Yeedi 2 Hybrid che abbiamo già recensito ma che offre un prezzo e specifiche leggermente differenti.

Al momento è in vendita su Amazon.it a 299€ ma spesso si trova anche sotto i 250€ grazie alle generose offerte periodiche. Scopriamo insieme questo YEEDI Hybrid 2 VAC a cominciare dalla confezione.

Unboxing

All’interno della confezione troviamo tutto i lnecessario per utilizzare subito il nostro YEEDI 2 VAC Hybrid:

  • Robot aspirapolvere YEEDI 2 VAC HYBRID
  • Base di ricarica con cavo EI
  • Spazzole laterali rotanti
  • Manualistica
  • Strumento di pulizia
  • Serbatoio aggiuntivo per l’acqua

Design e materiali

Lo Yeedi Vac Hybrid è realizzato interamente in policarbonato con dettagli di colore bianco opaco che limitano le ditate e la polvere che si accumula. Sulla parte superiore non troviamo la “protuberanza” tipica dei dispositivi che utilizzano il radar LIDAR per orientarsi ma troviamo una superficie più piatta e compatta che incorpora la fotocamera superiore necessaria per la navigazione smart del dispositivo.

E’ sicuramente un pro per la pulizia in quanto permette di essere meno pesante e soprattutto meno alto, infilandosi meglio sotto tavolini, letti e altri mobili bassi.

Come in altri robot anche qui troviamo un contenitore per la polvere da 450ml con relativo filtro sotto il coperchio superiore; accanto a lui c’è spazio per l’interruttore di accensione oltre che il pulsante per il pairing della rete Wi-Fi e per il reset del dispositivo.

Il filtro HEPA del dispositivo

Il contenitore per l’acqua ha un volume 240ml, nella media per lavare case di piccola/media grandezza e la cosa migliore è che i due serbatoi possono lavorare in unisono, quindi potremo aspirare e lavare con una sola passata.

Questo modello, inoltre, è compatibile con la stazione di auto-svuotamento di Yeedi ( venduta separatamente) che tuttavia ha un costo non indifferente ma che permette la totale automazione della pulizia.

Primo Avvio

Il primo avvio è piuttosto semplice ed intuitivo e richiede solamente uno smartphone o altro dispositivo Android/iOS e la relativa applicazione companion. Si chiama YEEDI e si scarica gratuitamente dai relativi store. Ovviamente prima dovremo rimuovere tutte le plastiche e polistiroli a protezione del dispositivo.

Abbiamo già avuto modo di provarla con lo YEEDI 2 Hybrid e nonostante qualche piccolo errore di traduzione in Italiano e qualche piccolo bug che sarà corretto con il tempo, l’app è molto intuitiva e ricca di funzionalità.

La spazzola singola

La UI è molto piacevole, con toni celesti, e molto user friendly. Dall’app bisognerà semplicemente collegarsi la rete Wi-Fi e selezionare il robot YEEDI nelle vicinanze; il pairing può essere eseguito in modo più veloce scansionando il codice QR Code presente sotto il coperchio principale del robot. In meno di 5 minuti siamo già pronti per il primo ciclo di pulizia che servirà allo YEEDI VAC Hybrid per poter digitalizzare la nostra mappa di casa e successivamente andare a modificare le varie zone e sequenze di pulizia.

In realtà servirà più di un ciclo di pulizia per avere una mappa affidabile, ma già dopo la prima passata sarà possibile configurare meglio la routine casalinga o creare barriere virtuali.

L’app è ovviamente compatibile con gli smart Assistant GOOGLE e Alexa e in entrambi i casi ci siamo trovati bene. Una volta accoppiati basterà dire “Alexa, chiedi a YEEDI di pulire il bagno” per mandare il nostro robottino nella stanza designata.

Tuttavia non c’è integrazione conIFTTTnéApple HomeKit(ma per quest’assenza c’è una soluzione, come illustrato a seguire).

Si possono programmare lavaggi giornalieri o con cadenza personalizzata inoltre possiamo impostare diversi livello di potenza di aspirazione ( fino a 2500Pa ) e di lavagiio che regolerà la cadenza con cui l’acqua del serbatoio andrà sul panno in microfibra.

Come detto sopra lo Yeedi Vac Hybrid possiede un motore con una capacità di aspirazione massima fino a 2500Pa, un valore che lo colloca nella media degli altri prodotti in commercio ma lontano dai 4000 Pa dei modelli top gamma. In realtà durante i test non lo abbiamo mai usato alla massima potenza, perché oltre ad aumentare sensibilmente il rumore, non abbiamo trovato necessità di alzare la potenza in quanto la pulizia è risultata adeguata all’impostazione standard. Potrebbe essere utile se tuttavia avete la moquette, diversi tappeti o una casa particolarmente sporca ( ad esempio con animali domestici ).

Il lavaggio è di buona qualità anche se il serbatoio da 240ml potrebbe essere un po’ piccolo per case molto grandi. Personalmente mi trovo meglio ad aumentare il flusso d’acqua in quanto la quantità d’acqua utilizzata in modalità standard mi sembra un po’ poca. Ma occhio a non esagerare: troppa acqua potrebbe far scivolare il robot sul pavimento e “impiastricciarsi” con la polvere che viene aspirata. Come tutti gli altri robot aspirapolvere basterà mettere solo acqua per pulire e se volete usare un detergente vengono venduti quelli appositi per questo tipo di prodotto che sono molto solubili. Personalmente metto sempre un paio di gocce di detersivo per pavimenti e non ho notato problemi anche se a lungo andare potrebbe creare danno alla pompetta e al serbatoio se non è adeguato.

Yeedi Vac Hybrid è anche dotato di sensori per il rilevamento dei tappeti e di sensore anti caduta. Per quanto riguarda la navigazione ci sembra ancora più affidabile i modelli con laser LIDAR in quanto possono funzionare anche con condizioni di scarsa luminosità o al buio, ma chi compra un modello senza LIDAR probabilmente sta cercando un dispositivo più economico e compatto ,in grado di infilarsi meglio negli spazi angusti.

Ovviamente prima di iniziare a pulire sarebbe bene “preparare” la casa rimuovendo ostacoli, fili, o altri oggetti che sarebbe meglio il nostro robottino non aspirasse accidentalmente.

APP

Avevamo già provato l’app YEEDI per la recensione dello YEEDI 2 Hybrid e a distanza di qualche mese l’app ha ricevuto alcuni miglioramenti che ne hanno migliorato principalmente la stabilità di sistema e le traduzioni.

L’app YEEDI è disponibile per iOS e Android e dopo aver fatto il primo setup potremo utilizzare tutte le funzioni dedicate al nostro robot. Dopo aver creato un account esso verrà utilizzato anche per salvare le impostazioni di pulizia anche nel caso dovessimo cambiare dispositivo.

1Al primo avvio è stato richiesto l’aggiornamento firmware ( richiesta una batteria del 50% ) altrimenti non è possibile procedere. La versione del firmware è così passata dalla v. 1.1.7 a 1.2.4 che è quella utilizzata per questa recensione.

YEEDI 2 VAC Hybrid fa affidamento su una fotocamera per mappare la pianta di casa e al primo avvio il nostro robot aspirapolvere andrà in esplorazione per creare una prima planimetria per orientarsi.

Nell’app potremo selezionare il nostro dispositivo per accedere alle impostazioni di personalizzazione. Potremo infatti vedere la mappa della nostra abitazioni oltre ad una serie di impostazioni come la possibilità di taggare le varie zone di casa oppure per impostare barriere invisibili.

Tra le impostazioni più interessanti possiamo regolare:

  • L’ordine in cui andranno pulite le stanze
  • Quante volte dovrà ripassare sulla stessa zona ( per una pulizia più approfondita )
  • Quanta potenza di aspirazione vogliamo
  • Quanta acqua vogliamo per il panno lavapavimenti
  • Informazioni sulla manutenzione che ci avviserà quando i vari elementi sono da cambiare.

Purtroppo non possiamo impostare una zona specifica da pulire manualmente, nel senso che l’area minima da pulire è una superficie di 1×1 m2 che comunque dovrebbe andare bene per la maggior parte degli utilizzi.

Rispetto alla concorrenza il sistema di navigazione tramite fotocamera è meno accurata dei modelli con laser, in particolare quando si tratta di evitare gli ostacoli a terra, dove sarà più frequente che sbattano contro il bumper per avvisare il robot di un ostacolo.

Altra nota debole della navigazione con fotocamera è che in condizione di buio molto forte sarà più difficile per il robot orientarsi, anche se nella nostra esperienza raramente abbiamo utilizzato questo prodotto in tarda serata o comunque condizioni molto scarse di luce.

Combinando i dati dei sensori laterali con quelli della fotocamera, il nostro YEEDI VAC Hybrid può orientarsi, anche piuttosto bene. Purtroppo non può identificare le varie superficie quindi dovremo regolare automaticamente il flusso di aspirazione così come il flusso d’acqua.

Utilizzo

Per quanto riguarda l’aspirazione siamo stati molto soddisfatti anche con i settaggi stock: già a potenza di aspirazione media si ottengono ottimi risultati paragonabili a quelli di prodotti di fascia superiore oltre i 500€. E’ poi ottimo anche per lavare i pavimenti per il mantenimento quotidiano della nostra casa.

YEEDI VAC Hybrid utilizza una sola spazzola rotante per pulire e nonostante lo scetticismo iniziale il risultato di pulizia è apprezzabile. Probabilmente avremmo preferito lo stesso una seconda spazzola rotante per aumentare la superficie che viene pulita e non capiamo effettivamente se la scelta di metterne solo una non sacrifichi troppo la pulizia finale. Tuttavia il robot si muove in relazione alla sua configurazione single-brush non lasciando alcun punto non spazzato.

Personalmente preferisco aumentare leggermente la frequenza dell’acqua sul panno per avere un lavaggio più uniforme della superficie; ma senza esagerare altrimenti il robot potrebbe scivolare.

La tanica d’acqua è più che sufficiente per case fino a 100m2 anche se ovviamente dipende da quante volte il robot deve passare sullo stesso punto e sulla frequenza dell’acqua “pompata” nel panno.

Anche la manutenzione è estremamente semplice: la tanica per la polvere ha una maniglia per essere svuotata, inoltre è incluso un tool per la rimozione dei peli e capelli che rimangono incastrati. Per quanto riguarda invece la manutenzione dei componenti, sarà la stessa app a dirci quando sarà il momento di un cambio. tutti i ricambi sono disponibili anche su Amazon.

venduto da 

Al termine della pulizia il robot tornerà automaticamente alla stazione di ricarica grazie alla mappa che si è creato in precedenza. La durata della batteria è di circa 3 ore di aspirazione continua, ma non sono mai riuscito ad usare più del 40% in una sola pulizia con un’abitazione di 70 m2.

E’ presente anche il feedback vocale, in vaie lingue, per sapere cosa sta facendo il nostro YEEDI; se ad esempio ha finito la pulizia o se è scarico e vuole tornare in carica.

Conclusioni

Yeedi Vac Hybrid ha un prezzo di listino di 299€ ma spesso potremo trovarlo ad uno street price su Amazon anche sotto i 250€.

Nonostante YEEDI sia una compagnia abbastanza giovane, condivide parte del DNA e dell’hardware con un altro noto produttore e questo significa avere parte della tecnologia e know-how a disposizione.

Yeedi VAC Hybrid 2 si è comportato molto bene nei nostri test. Il prodotto è solido e l’app è già molto matura e ben tradotta in Italiano, permettendo un controllo completo del nostro robot.

Ovviamente chi scegli un robot senza navigazione laser ma con navigazione ottica con la fotocamera deve sapere che nonostante il robot sia più leggero e compatto per infilarsi ad esempio sotto ai letti, l’altro lato della medaglia è una navigazione leggermente meno precisa, soprattutto di notte o comunque con scarsa luce.

L’app è molto user friendly e ben tradotta, inoltre è ricca di funzionalità le quali si sbloccheranno dopo una prima aspirazione del nostro YEEDI 2 VAC Hybrid che servirà per mappare le stanze.

La funzione di aspirazione è promossa con ottimi voti mentre il lavaggio dei pavimenti richiede qualche adattamento in più soprattutto per il flusso d’acqua e il detersivo apposito. Per una mantenimento quotidiano della casa è più che sufficiente ma ogni tanto è bene passare manualmente il caro vecchio mocio per una pulizia migliore. Sarebbe stato apprezzato anche un piano inclinato semi-movibile per il panno di pulizia in modo da fare contatto meglio con le piastrelle da pulire che spesso sono particolarmente ostiche.

In definitiva YEEDI VAC Hybrid è promosso con ottimi voti e si rivela un’ottimo compagno di pulizia a condizione di scendere a patti con la navigazione con fotocamera che presenta i suoi pro e contro. Ma chi sceglie questo YEEDI 2 VAC Hybrid avrà un prodotto funzionale al pari di tanti altri robottini che vengono piazzati anche oltre i 500€. E’ compatibile con la stazione di auto-svuotamento YEEDI e come primo robotè sicuramente un’ottimo punto di partenza.

YEEDI 2 VAC HYBRID è disponibile su Amazon al prezzo di listino di 299€ ma molto spesso potrete trovarlo anche sotto i 220€ e per questo prezzo è un super affare!

Ad esempio in questo momento è disponibili con coupon in pagina di 90€ di sconto per un prezzo finale di 209€.

venduto da 

Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Co-fondatore e amministratore di Techzilla. Adora le nuove tecnologie e si occupa principalmente dell'amministrazione, del settore marketing e dell'aspetto grafico del sito.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.