In un evento pre-Mobile World Congress, Samsung ha annunciato diverse novità. La prima è stato il Galaxy Tab S3 di cui abbiamo parlato in un articolo dedicato, mentre a seguire sono stati annunciati i nuovi Galaxy Book.

I nuovi Samsung Galaxy Book appartengono alla categoria dei “2-in-1”, ossia quei modelli ibridi che si pongono a metà tra un tablet ed un ultrabook. Parliamo di due modelli diversi, con diverse qualità e dimensioni, pensate per chi non accetta compromessi volendo lavorare in mobilità.

Sono dei modelli che vanno a “scontrarsi” direttamente con i Surface di Microsoft, capositipiti di una serie infinita di tablet superpotenti con cover-tastiera. I due modelli hanno formati diversi, l’unica cosa in comune è l’aspect ratio di 3:2: il 12″ ha una risoluzione di 2160×1440 e la celeberrima tecnologia SuperAMOLED, mentre il 10,6″ ha una risoluzione di 1920×1280 con una tecnologia “solo” TFT.

Diverse anche le schede tecniche:

  • il modello top vede un processore Intel Core i5 di 7a generazione, configurazioni 4GB/128GB o 8GB/256GB, doppia fotocamera 13MP/5MP
  • il modello compatto monta un processore Intel Core m3 di 7a generazione, configurazioni con 4GB/64GB o 4GB/128GB, singola fotocamera anteriore da 5MP.

Entrambi i modelli vantano una costruzione preziosa, con una scocca in metallo molto elegante. L’ingresso USB-C permette una ricarica molto veloce su entrambi ed i tablet hanno in dotazione la S-Pen che ne amplia le possibilità di utilizzo professionale. Sotto questo punto di vista, da segnalare la partnership con Steadler che ha prodotto una S-Pen dalle sembianze e dal feeling simile a quello di una vera matita: la distanza tra disegno su carta e su tablet si assottiglia sempre di più.

Al momento non abbiamo notizie per quanto riguarda disponibilità e prezzi per l’Italia. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti.

La nostra anteprima


Partecipa alla discussione