La principale motivazione della possibile difficoltà ad avere accesso agli elementi hardware di uno smartphone, è da imputare all’aumento costante di aziende cinesi che si cimentano nella realizzazione di dispositivi. Il report che è stato evidenziato da Digitimes mette in evidenza che nel 2017 probabilmente alcuni elementi hardware, come display, memorie e sensori ottici non saranno reperibili facilmente da tutti.

La concorrenza è spietata. Gli OEM sono tanti e tutti cercano di emergere gli uni sugli altri. Per farlo, molti hanno adottato la politica di realizzare più dispositivi medi di gamma e top di gamma, a prezzi concorrenziali. Ciò ha comportato una maggiore domanda delle componenti, che ora iniziano a scarseggiare.

Apple e Samsung, con tutta probabilità, nel 2017 si riconfermeranno come le due aziende top per vendite globali, con Huawei, Oppo e Vivo pronte a battersi per la terza posizione. Proprio Huawei, secondo indagini di mercato, dovrebbe raggiungere 150 milioni di unità vendute nel 2017, numeri migliori rispetto alle 139 milioni di unità del 2016.

Molti brand stanno cercando soprattutto di rifornirsi di display OLED, per il fatto che display di qualità con questa tipologia sono difficili da trovare, senza contare l’esclusività della quale godono Samsung ed Apple per il 2017.

Via
Fonte

Partecipa alla discussione