GeForce Now disponibile per tutti: si prepara ad uccidere Google Stadia?

Accesso gratuito per tutti, streaming dei propri giochi e Ray Tracing

Diciamocelo: il futuro del gaming passerà per lo streaming diretto dei giochi e le grande aziende sembrano aver colto questo trend con in prima linea grandi colossi come Sony, Microsoft, Google e di recente anche Nvidia che con il suo GeForce Now potrebbe presto diventare un punto di riferimento per lo streaming di giochi da Pc.

Probabilmente tutti avrete sentito parlare di Google Stadia ma un numero minore potrebbe sapere che da poco anche GeForce Now di Nvidia è disponibile per tutti gli utenti e permette di giocare ad un vasto catalogo di giochi da vari dispositivi. Non solo quelli in streaming ma anche quelli presenti nella nostra libreria, che sono accessibili sia da Pc che da smartphone e tablet.

Il servizio offre streaming a 1080p a 60fps e Nvidia offre anche accesso ad un hardware dedicato per portare il ray tracing agli utenti del servizio in abbonamento. GeForce Now al momento era disponibile solo come Beta per gli utenti iscritti ma di recente è stato reso pubblico con due piani di abbonamento: uno gratuito e l’altro che al momento è in offerta per il lancio a 5,49€ al mese per i primi 12 mesi.

 

 

 

Il piano FREE prevede una sessione di 1 ora per utilizzare il servizio, al termine del quale dovremo rifare la procedura. Uno spicchio di tempo perfetto per provare le performance e per farsi una partita a Fortnite, che al momento è il gioco più gettonato dell’abbonamento di Nvidia. Ovviamente se i server sono tutti occupati la priorità verrà data agli utenti del piano premium.

L’edizione Founder Edition permette invece di avere accesso alle performance ottenibili da una RTX 2080 e dai primi test il servizio sembra funzionare molto bene in termini di stabilità e qualità dell’immagine.

 

Google Stadia Vs GeForce Now

Come saprete Google Stadia ha avuto qualche problemino al lancio sia in termini di performance che di catalogo, con molti malcontenti tra gli utenti che al momento lamentano un servizio ancora lacunoso dal punto di vista tecnico e dell’integrazione – segni di un lancio forse troppo prematuro.

GeforceNow dal’altro canto sembra procedere a buon passo e 4K a parte non ha nulla da invidiare al servizio Cloud Gaming di Google. In termini di paragone le performance di Google Stadia si avvicina molto a quello offerto da Xbox One X con titoli di grande calibro come Metro Exodus nonostante il framerate sia bloccato a 30fps in 4k.

Dalla sua GeForce Now offre 1080 in 60fps al momento con supporto al RayTracing hardware inoltre l’interazione con i salvataggi Cloud di Epic Store permettono di riprendere i nostri giochi dove li avevamo lasciati.

Ovviamente è ancora presto per dire chi la spunterà nella guerra al Cloud Gaming visto che al momento tutti i servizi presenti non sembrano aver raggiunto una maturità tale da garantire un’esperienza di gioco che non ci faccia rimpiangere un vero PC da gaming, eppure ci stiamo avvicinando a gran passo verso questa direzione. Ovviamente il tutto dipenderà anche dalla connessione che abbiamo a disposizione e che in Italia potrebbe potrebbe significare dover attendere più degli altri per usufruire al 100% delle potenzialità offerte da questi sistemi.

Per chi volesse provare GeForce Now si può recare alla pagina ufficiale del servizio dove ricordiamo è possibile usufruire dell’abbonamento gratutito per provare il servizio su Pc o dispositivi mobile.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Simone Sagramati
Co-fondatore e amministratore di Techzilla. Adora le nuove tecnologie e si occupa principalmente dell'amministrazione, del settore marketing e dell'aspetto grafico del sito.

Commenti recenti

Ti potrebbe interessareRELATED
Consigliati per te