Sul display di Google Pixel 2 XL si è detto di tutto ed è giusto, l’ultimo device Made by Google è costoso, premium e in linea di massima non dovrebbe avere notevoli difetti. Se gli angli di visuale pessimi non possono essere risolti, Google ha ottimizzato al meglio le restanti ombre di questo display.

Google ha rilasciato un nuovo aggiornamento per i Pixel 2 con le patch di Novembre ma c’è di più. Entrando nelle impostazioni, sotto la voce display, è possibile trovare una nuova sezione “Colori”.

In “Colori” sarà possibile selezionare: Migliorati, Naturali e Intensi. Selezionando Intesi, il display di Pixel 2 XL non avrà più quel noioso effetto slavato, i colori prendono vita e nonostante non siano tendendo al naturale, salvano in calcio d’angolo la riproduzione cromatica del Pixel 2 XL.

Tanti problemi al display per Google Pixel 2 XL
Tanti problemi per il display di Google Pixel 2 XL: angoli di visuale pessimi e burn-in.

L’altro aspetto critico del display di Pixel 2 XL, è l’effetto burn-in. Google ha inserito alcuni fix per proteggere il pannello dal grave effetto (comune a tutti gli OLED). In parole povere, la nav bar perde di intensità dopo pochi secondo di inutilizzo. Inoltre, Google tende a precisare che la luminosità generale del pannello è stata leggermente ridotta di 50 nit (non dovrebbe essere un problema per l’utilizzo finale).

I feedback di chi ha già ricevuto il fix per i problemi al display di Google Pixel 2 XL sono incoraggianti, pare che Pixel 2 XL abbia recuperato una certa vivacità dei colori sopratutto sul rosso. Il prezzo altissimo del Pixel 2 XL ha condizionato troppo la valutazione sul display?


Partecipa alla discussione