Pokémon Go è forse uno dei giochi per smartphone più scaricati di tutti i tempi, ma ciò non toglie il fatto che l’entusiasmo iniziale per il tormentone di questa estate sia andato scemando col tempo. Lo sviluppatore del gioco, Niantic Labs, ha dunque rilasciato un importante aggiornamento nel tentativo di rinfocolare la passione dei suoi utenti per Pokémon Go. La novità principale riguarda l’introduzione di una funzione già annunciata qualche settimana fa, ovvero il Buddy System. Fa la sua comparsa anche il supporto per il braccialetto Pokémon Go Plus e un sistema di sicurezza che impedirà ai dispositivi rooted e jailbroken di connettersi ai server del gioco.

Changelog

  • Implementazione del Buddy Pokémon: gli allenatori potranno adesso scegliere uno dei loro pokémon come loro “buddy”.
  • Selezionare pokémon di piccole dimensioni sullo schermo è stato resto più semplice.
  • Risolto un problema relativo all’animazione dell’apertura delle uova (il gioco non potrà più aggiornarsi in questa fase).
  • Migliorata l’affidabilità della transizione tra rete WiFi e 4G.
  • Supporto per il braccialetto Pokémon GO Plus.
  • Correzione di alcuni testi.

Buddy Pokémon

pokemon buddy

Caratteristica che non ha bisogno di spiegazioni. Come annunciato poco più di una settimana fa, l’aggiornamento introduce la possibilità di selezionare come “buddy” uno dei propri pokémon. Il “buddy” può essere sostituito in qualsiasi momento. Inoltre, quando gli allenatori cammineranno con il proprio buddy pokémon, potranno guadagnare caramelle.

Pokémon Go Plus
pokemon go plus

Si tratta di un accessorio indossabile che è stato annunciato già da qualche tempo (addirittura nel mese di giugno), e sarà disponibile nella maggior parte dei mercati a partire dal 16 settembre. L’aggiornamento ne introduce il supporto. Pokémon Go Plus assisterà i giocatori nella ricerca dei pokéstop e dei pokémon.

Blocco dispositivi rooted e jailbroken

pokemon go

La “novità” principale di questo aggiornamento, tuttavia, riguarda la sicurezza. Niantic Labs ha deciso di inibire il supporto a tutti i dispositivi Android rooted e a tutti i dispositivi iOS jailbroken. Se infatti tutti i terminali con accesso root erano perfettamente in grado di funzionare con la precedente versione di Pokémon Go (0.35), dopo l’update alla release 0.37 attuale gli utenti non saranno più in grado di effettuare il login. Al momento non è chiaro se gli utenti con la precedente versione del gioco potranno continuare ad accedere al gioco anche con telefoni rooted o jailbroken. Sembrerebbe che vi sia la possibilità di aggirare questo “problema” (leggasi Magisk) ma, ad ogni modo, l’aggiornamento segna una svolta decisa da parte del produttore.

“Continueremo nella nostra opera di eliminazione dei bot e scraper da Pokémon Go. I dispositivi rooted o jailbroken non sono supportati da Pokémon Go. Ricordate di scaricare Pokémon Go presso gli app store ufficiali di Google Play o iTunes.”

La logica di Niantic Labs/Nintendo è chiara: effettivamente, è possibile operare hack solamente con l’accesso al root. Tuttavia è necessario ricordare che, sebbene gran parte della popolazione rooted non abbia mai usato trucchi di questo tipo né abbia intenzione di farlo, di fatto tutti il blocco coinvolgerà tutti i dispositivi rooted/jailbroken, e dunque, come spesso accade, molti saranno puniti per colpa di pochi.

Al momento l’app store italiano di Google Play non offre ancora la versione 0.37 del gioco, che invece è già disponibile negli USA. Verosimilmente, sarà disponibile nel giro di pochi giorni.

Pokémon GO
Pokémon GO
Developer: Niantic, Inc.
Price: Free+
Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: