L’evoluzione della tecnologia fa si che tra le nostre mani appaiono spesso nuovi gadget tecnologici di ultima generazione ed oggi è il giorno della Recensione per le Asus ROG Strix Fusion 700, delle cuffie wireless polifunzionali dalla ottima resa sonora.

Questo è solo l’ultimo modello di cuffie Fusion che va ad espandere la line up attualmente in commercio e che sia affianca quindi alle ROG Strix 300 e le ROG Strix 500.

Unboxing e prime impressioni

La linea ROG Strix di Asus non lascia mai niente al caso e la confezione di vendita è un’esperienza da vivere un poco alla volta.

L’involucro che ricopre la scatola è un tripudio di informazioni e di specifiche tecniche ma la vera sorpresa è -ovviamente- all’interno.

Si perché la confezione interna appare subito bellissima e accattivante al punto giusto e il sistema di apertura, centrale a diamante, offre il feeling di un prodotto premium. Aprendo il box troviamo un messaggio di ringraziamento dell’acquisto e una frase di benvenuto in un’ esperienza audio professionale e subito sotto, ben protetta da una sezione in gommapiuma e velluto, troviamo la cuffia in tutto il suo splendore.

Saltano subito all’occhio i materiali di pregio e la possibilità di ruotare di 45° i due padiglioni auricolari offrendo all’utilizzatore una posizione di riposo quando non indossate.

Completano la confezione un sacchetto marchiato da trasporto, un cavo USB – Micro Usb per la ricarica e la connessione al PC, una coppia di padiglioni extra e la classica manualistica di corredo.

Le prime sensazioni con queste nuove Asus ROG Strix Fusion 700 sono molto positive. I cuscinetti a contatto con la pelle sono morbidissimi e ritornano nella loro forma originale pochi secondi dopo averle tolte dalla testa.

L’archetto superiore è formato da due sezioni: quella rigida più esterna sostiene la struttura delle cuffie senza dare fastidio, e quella interna è più morbida per garantire una perfetta aderenza al cranio. Il peso delle cuffie è importante e all’inizio non semplice da digerire, specialmente se si è abituati ad usare solo cuffie in-ear. Fortunatamente il fastidio iniziale si sorpassa presto grazie ad un buon bilanciamento dei pesi e l’esperienza audio ne risente in maniera positiva sia durante l’utilizzo casalingo che durante la vita quotidiana di tutti i giorni.

Design, comfort e costruzione

Un design avveniristico è ciò che contraddistingue l’headset di Asus dalla concorrenza. Padiglioni generosi, con una finitura liscia e specchiata all’esterno, che a primo impatto suggeriscono l’alta qualità delle cuffie.

Poche cose risaltano agli occhi a prima vista, oltre alla dimensione, e tutte sono posizionate sul padiglione sinistro: un microfono intelligentemente nascosto sul frontale e solo due tasti posti sul retro. La dimensione generosa delle cuffie comunque non incide sulla comodità nell’indossarle, nonostante il peso importante di 360 grammi. Risulta fastidiosa però la posizione di riposo attorno al collo viste le generose dimensioni dei padiglioni.

Nessun tasto funzione quindi? Asus ha integrato i comandi soft-touch sotto il pannello lucido sinistro così da mantenere inalterato il design e permettere il controllo del dispositivo collegato senza rovinare l’estetica delle Strix Fusion 700. Non semplici da maneggiare le prime volte ma il feeling aumenta con l’utilizzo.

E’ presente una grande zona dedicata all’illuminazione Aura RGB nella zona posteriore dei due padiglioni.

E’ possibile personalizzarla attraverso il software sul PC o tramite l’applicazione dello stesso nome attraverso il proprio Smartphone.

AURA Headset
AURA Headset
Price: Free

Per attivare l’illuminazione dalle cuffie basta tenere premuto centralmente i comandi per circa 5 secondi e avremo una luce che pulsa a contornare la nostra nuca. Personalmente, avendo utilizzato la cuffia spesso in mobilità, ho preferito salvaguardare la batteria mantenendo l’illuminazione spenta, cosa che ho evitato di fare utilizzando le cuffie tra le quattro mura domestiche con collegamento via USB.

Performance e resa audio Strix Fusion 700

La possibilità di utilizzare queste Strix Fusion 700 su diversi dispositivi fa si che è possibile godere del sound perfetto in diverse situazioni. Si capisce subito che queste cuffie Asus ROG sono progettate per offrire la massima esperienza audio per il gaming.

La resa sonora è veramente molto buona con un’armonia di suoni eccellenti. In ambito gaming, ossia per ciò che sono nate queste cuffie, è probabilmente dove la qualità e la bontà del headset si sente maggiormente. Grazie al Suono Surround DTS, che si può facilmente attivare e disattivare tramite il secondo tasto posto dietro il padiglione sinistro, si riesce a percepire e soprattutto a comprendere ogni minimo suono del gioco in cui siamo immersi.

E’ impressionante ascoltare i passi di un nostro alleato che nervosamente si spostano da una stanza all’altra, il fruscio di una freccia vicinissima alla nostra posizione, l’arrivo di un aereo nemico da una zona remota, ed avere una chiara posizione dell’avversario o alleato che ci circonda grazie alle ROG Strix 700.

L’esperienza si ripete in ambito gaming anche con le console casalinghe. La piena compatibilità con la PS4 e la Xbox One fa si che sarà possibile sincronizzare la cuffia con le console casalinghe, Switch escluso, e ottenere spettacolari performances anche giocando sulla tv.

Per quanto riguarda un ascolto prettamente musicale, queste Strix Fusion 700 sono state un piacevole compagno delle mie passeggiate. I bassi, alti ma non troppo, offrono un perfetto soundstage che rende più completa l’esperienza d’ascolto. La connessione Bluetooth 4.2 permette la trasmissione di segnale di alta qualità, ai dispositivi supportati, grazie alla ricercata tecnologia ESS Hi-Fi DAC che amplifica il suono e offre un output di ascolto di alta qualità.

Una eccezionale caratteristica di queste cuffie è la possibilità di connettere due device contemporaneamente.

Sarà possibile infatti mantenere la connessione Bluetooth con il proprio Smartphone e allo stesso momento avere una connessione cablata USB ad un altro dispositivo, sia PC che console di ultima generazione. Pensate di giocare al vostro titolo preferito sul PC, ad esempio Overwatch o Fortnite, mentre in sottofondo passa la vostra playlist preferita di Spotify o YouTube Music mantenendo sempre di sottofondo i rumori ambientali del titolo con cui state interagendo.

Ovviamente con la connessione allo smartphone è possibile utilizzare le Fusion 700 come un grosso auricolare per interloquire al telefono. Il microfono retrattile permette al nostro interlocutore di sentirci chiaramente qualsiasi sia il metodo di comunicazione e se per caso siamo impegnati in una sessione di gioco, qualsiasi chiamata in corso silenzierà immediatamente l’audio e sarà possibile rispondere con un semplice tap sul lato sinistro.

Il controllo delle cuffie con i comandi soft touch è stato problematico i primi giorni. Non è semplice intuire inizialmente quanta pressione e quali siano i movimenti giusti per operare con essa. Fortunatamente con l’utilizzo giornaliero i movimenti sono migliorati fino ad essere totalmente naturali; sarà difficile tornare ad un comando normale.

La durata della batteria, grazie anche alle generose dimensioni, si attesta a circa 16 ore di vita utile. Considerando un’utilizzo ipotetico di circa 2 ore al giorno basterà effettuare una carica a settimana per essere tranquilli. La ricarica tramite Micro USB non è velocissima, da completamente scariche è necessario attendere circa 3 ore per avere nuovamente la batteria al 100%.

Considerazioni Finali Strix Fusion 700

Giungiamo finalmente alle conclusioni: Ottima autonomia, eccellente qualità audio e estrema compatibilità con tutti i dispositivi moderni.

Quindi perchè comprare le Asus ROG Strix Fusion 700?

Se siete alla ricerca di un headset innovativo, che vi permetta di collegarvi a qualsiasi dispositivo scegliate, esso sia un PC, una console o il proprio smartphone allora avete trovato la cuffia giusta per voi.

Asus Strix Fusion 700, la cuffia adatta per tutti i dispositivi

Certo, non dovete essere spaventati dal prezzo di listino di 249 € richiesti per portarsi a casa questa esperienza audiofila a 360°. La qualità e le innovazioni si pagano e quando sono belle e interessanti come quelle in queste cuffie Asus sono quantomeno giustificate.

Le dimensioni sono importanti, i comandi sono particolari e il peso di 360 grammi inizialmente si fa sentire – forse un po’ troppo. Ma viste le particolarità di questo headset, dopo qualche giorno di utilizzo, il fastidio sparisce e la facilità di utilizzo delle Asus Strix Fusion 700 è disarmante.

La polivalenza delle cuffie, e la loro capacità di connettersi praticamente a qualsiasi sorgente audio, fanno si che le Asus Strix Fusion 700 siano un’eccellente scelta per chi cerca un ottimo audio in cuffia sia per il gaming che per l’ascolto della musica.

Pro

  • Audio eccellente
  • Ottima batteria
  • Ampia gamma di connessioni disponibili

Contro

  • Prezzo non per tutti
  • Aura RGB, bello ma non indispensabile
Le Migliori Cuffie - Novembre 2018
Siete in cerca delle Migliori Cuffie in circolazione per tipologia e prezzo? La guida alle Migliori Cuffie è aggiornata ogni mese con le ultime proposte del mercato.

Offerte ASUS ROG Strix Fusion 700

Le cuffie sono già disponibili per l’acquisto, inoltre è possibile trovare anche le sorelle minori ROG Strix 300 e ROG Strix 500, offrendo così un ventaglio di prodotti completo, in grado di dare supporto a tutte le necessità.

Come sempre noi di Techzilla.it cerchiamo di offrirti la migliore offerta sul mercato che al momento è questa.

I nostri voti

Design8.5
Materiali e costruzione9
Ergonomia e confort8
Prestazioni10
Rapporto qualità - Prezzo8.5
Voto finale8.8

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: