Ebbene si Asus, con questo Zephyrus M hai decisamente dato una spinta decisa alla mia voglia di acquistare un nuovo notebook gaming. Un giusto peso, dimensioni contenute e una grande potenza di calcolo fanno si che questo portatile sia un candidato eccezionale per sostituire il mio portatile da lavoro giornaliero.

Volete sapere perchè? Continuate a leggere la recensione e scoprirete tutti i lati interessanti di questa macchina da gioco trasportabile.

Videorecensione

Unboxing e primo contatto

Dopo la piacevole esperienza avuta la scorsa estate con il GL 502VM, ero certo che anche l’unboxing di questo Zephyrus M mi avrebbe sorpreso. E così è stato.

L’apertura della confezione suggerisce di già la principale particolarità della linea Zephyrus, l’innalzamento del lato posteriore. Molto bella da vedersi offre già nei primi secondi un impatto di livello premium anche al packaging del prodotto. Ma è all’interno che troviamo la vera sorpresa.

Il primo contatto con l’Asus Zephyrus M è estremamente positivo. I materiali al tatto e il peso, non eccessivo per le caratteristiche, fanno si che si riesce a percepire la qualità del prodotto anche nei primi istanti di ispezione generale.

All’interno vi sono delle cornici importanti realizzate in una leggera plastica, onestamente si poteva osare qualcosa in più come diagonale senza sacrificare troppo la solidità dello schermo. L’ampia tastiera retroilluminata ha un buon feeling e sia i tasti numerici, che le frecce direzionali non sono troppo sacrificate.

Ottimi i 4 tasti posizionati poco sopra le chiavi di funzione che permettono di velocizzare alcuni comandi e l’accesso al Asus ROG Gaming Center. Il touchpad non mi ha dato buone sensazioni all’inizio, onesto ma per quan qualsiasi attività più importante è obbligatorio un buon mouse. Ma scendiamo più nei dettagli.

ASUS ROG Zephyrus M

Vai alla scheda tecnica
ASUS ROG Zephyrus M

i7-8750HQ

GeForce® GTX 1070 con 8 GB DDR5 VRAM

16 GB

M.2 PCIe 256 GB SSD + 1 TB SSHD

15.6

2.45 Kg

ASUS ROG GM501GM Nero Computer portatile 39,6 cm (15.6") 1920 x 1080 Pixel 2,20 GHz Intel® Core™ i7 di ottava generazione i7-8750H

2042,27€  Amazon

2079€ Kelkoo [venduto da AK Informatica]

Portatili per giocare • I migliori notebook gaming • Novembre 2018
Un notebook gaming può essere un'ottima alternativa ad un pc desktop per giocare ai massimi livelli. Scopriamo i migliori portatili per giocare.

Design e Ergonomia

Quando un portatile passa sotto la nostra lente di ingrandimento uno dei primi dettagli che prendiamo sempre in considerazione è il design perché è la prima cosa che chiunque può notare solamente dando uno sguardo all’oggetto.

Se dovessi racchiudere in una parola cosa ho pensato appena ho visto il notebook è stata: Eleganza. Una cosa che molto spesso contrasta con la natura gaming di questi prodotti. La fusione delle due levigature del retro schermo, una diagonale e una verticale sono molto belle a vedersi. Chiaramente il logo ROG illuminato ricorda che l’anima di questo portatile è gaming, però non vuol dire che necessariamente si debba sacrificare l’estetica. Aprendo lo schermo si nota subito la principale particolarità del sistema di raffreddamento.

Il sistema ASUS Active Aerodynamic System (AAS) solleva quanto basta il retro del notebook grazie ad un ingegnoso sistema di leve garantendo così un eccellente presa d’aria fresca, vitale per mantenere alte le prestazioni con l’hardware interno. Sempre riguardo al al sistema di raffreddamento sono presenti sulla costola posteriore e laterale delle sezioni dedicate per la fuoriuscita diretta del calore attraverso le due potenti ventole all’interno. Molto bella e interessante la linea posteriore del basso schermo che permette una buona estensione senza andare a coprire, come visto in altri modelli, l’uscita di calore offrendo una sicurezza ulteriore per quanto riguarda il raffreddamento.

Tante sono le connessioni a disposizione su questo computer, il retro risulta pulito e dedicato principalmente al sistema di raffreddamento, mentre le vere sorprese si trovano sui lati.

A destra troviamo una porta USB 3.0 e una porta USB Type-C; tutte e due centrali e purtroppo personalmente non perfette nella posizione. Avrei preferito fossero posizionate più vicino a me, in quanto durante l’utilizzo ero obbligato a tenere il mouse leggermente più distante dalla classica posizione risultando, almeno all’inizio, più scomodo del normale.

Sul lato sinistro invece troviamo 3 porte USB 3.0, in una posizione più comoda, un’uscita HDMI, il jack da 3.5 mm unico per le cuffie e il foro per il cavo di alimentazione. Anche qui mi trovo a storcere il naso per la posizione dell’alimentazione; se per ovvie ragioni di ricircolo d’aria, era necessario posizionare sui lati tutte le connessioni, avrei preferito un posizionamento meno centrale per tutte le cablature. Dopo alcuni giorni di utilizzo ci si fa l’abitudine, ma a primo impatto avrei ipotizzato un posizionamento diverso. Non mancano ovviamente, nella classica posizione dove siamo abituati a vederli, su ogni notebook, una webcam e un microfono.

Il portatile ha un peso 2,45 chilogrammi che non scomoda quando portato sulle spalle dando al notebook una facile trasportabilità, soprattutto quando si intende passare una serata a casa di amici per giocare insieme all’ultimo titolo uscito. Il peso del computer risulta in linea con notebook analoghi di pari caratteristiche. Non è leggerissimo, ma neanche dei più ingombranti.

Tastiera e Touchpad

Una buona coppia di dispositivi di input integrati sarebbe la chiave vincente per avere un prodotto funzionale anche durante gli utilizzi classici. Se da una parte abbiamo veramente una buona tastiera il touchpad risulta insufficiente; fortunatamente c’è sempre il mouse.

Prendendo in considerazione per prima la tastiera ci troviamo di fronte ad un ottimo dispositivo di input. Una bassa corsa dei tasti, solo 1.5mm, e una ottima illuminazione proprietaria, Aura RGB, rendono piacevole la scrittura e non stancano durante gli scontri più agguerriti. In particolare la personalizzazione del Software Aura RGB permette di avere il proprio setup di colori con poche e semplici regolazioni.

Non so se è un problema del dispositivo che ho in prova o è un errore di progettazione, ma la risposta del touchpad e il feeling della sua costruzione mi ha lasciato l’amaro in bocca. Non è possibile avere su di un portatile con un prezzo superiore ai duemila euro delle incertezze così marcate. Durante la stesura di questa recensione quando volevo spostare il cursore avevo delle serie difficoltà ad essere preciso e questa è una cosa molto strana.

Ok che per tutti i test il mouse è stato il mio più grande amico facendomi scordare totalmente del problema, ma è molto strano che sia la precisione, che il feeling al tocco risultino quantomeno strani. Inoltre la sezione che racchiude il touchpad non è precisa tanto da far pensare se è standard così, oppure è dato da un difetto di questo modello.

Prestazioni

Le caratteristiche tecniche di questo Asus Zephyrus M sono di altissimo livello. Il processore di ottava generazione Intel i7 8750H accoppiato con una potentissima Nvidia GeForce GTX 1070 da 8 GB DDR5 VRAM e affiancati da 16 GB di RAM formano un trio che promette scintille; infatti non c’è nessun problema con i titoli attualmente in commercio. Sono a disposizione ben 2 Hard disk a per l’utente: uno più capiente da 1TB e un SSD M.2 disponibile in due taglie una da256 GB e l’altra da 512 GB.

Durante le settimane di prova, tenendo in conto anche il gran caldo di questa estate, il portatile non ha mai dato segni di instabilità dati da eventuale throttling termico, ossia il sovra riscaldamento dei componenti. Qui il sistema di raffreddamento aerodinamico AAS svolge un lavoro egregio permettendo un eccezionale assorbimento di aria fresca e una perfetta espulsione di quella calda.

Design all’avanguardia per questo Asus Zephyrus M con il suo straordinario sistema di raffreddamento.

Software proprietario, e centro gestionale delle funzionalità interne è l’ ASUS ROG Gaming Center facilmente attivabile tramite la shortcut posta sopra la tastiera. Questa suite proprietaria permette tutte le modifiche essenziali che vediamo adesso nel dettaglio.

Molte impostazioni a disposizione dell’utente all’interno dell’applicazione. Oltre alla possibilità di impostare l’illuminazione della tastiera attraverso Aura Core, è possibile abilitare il funzionamento della scheda video integrata, disabilitata di default, regolare la velocità delle ventole, impostare attraverso il ROG Game Visual  i tempi di risposta più adatti per la tipologia di gioco a cui stiamo giocando e tramite il ROG Game First dare la priorità della connessione internet ad una specifica applicazione o gioco.

Gaming Benchmarks

Tanti i test a cui è stato sottoposto in questo periodo questo Asus Zephyrus M, dai classici benchmark a qualche sessione estrema di gioco ininterrotto per vederne il comportamento sotto ripetuto stress. Ecco qua una galleria con i risultati ottenuti.

I valori ottenuti da questi test fanno si che si possa valutare un prodotto, a discapito di un’altro, comparando i risultati ottenuti. E’ subito chiaro, vedendo i numeri, che questo Asus Zephyrus M è un oggetto veramente molto interessante e si comporta molto bene lavorando a pieno regime in ogni test da noi effettuato. Tutti i risultati sono stati raggiunti impostando la risoluzione del notebook e con il G-Sync attivo, dove possibile.

Il portatile non ha problemi con la realtà virtuale, la certificazione di questo notebook, date le sue caratteristiche interne, era scontata; comunque ho preferito effettuare alcuni test per confermare questa caratteristica.

Ovviamente non potevano mancare partite ai videogiochi del momento. Se Fortnite non è proprio uno dei miei giochi preferiti, e per questo non lo trovate tra i test effettuati, non potevo non mettere a fuoco con il videogame simbolo di questa stagione videoludica: Far Cry 5.

Tutti gli altri titoli testati, che non hanno al loro interno un benchmark per poter ottenere dei grafici o dei numeri, sono stati digeriti tranquillamente dallo Zephyrus M permettendo di giocare alla migliore qualità senza alcun compromesso. E’ possibile anche giocare con un monitor esterno in 4k ottenendo dei risultati molto buoni.

Multimedia

Display

Lo schermo è un 15,6 pollici con tecnologia IPS che copre il 100 % della scala di colori sRGB. Ha la certificazione G-Sync e offre una velocità di aggiornamento di 144 Hrz e ha un tempo di risposta di 3 millisecondi. L’apertura dello stesso non è delle più ampie, non si arriva ai 180° visti su diversi portatili della concorrenza ma non sarà un problema trovare l’angolazione giusta, a prescindere da dove sarà posizionato il portatile, rispetto a noi.

Audio

Gli speaker sono posizionati nella parte inferiore ai lati esterni della tastiera ed hanno una resa molto buona. Il suono che fuoriesce non è troppo alto ma comunque valido. Non è un problema giocare o guardare un film su questo portatile, grazie anche alle personalizzazioni ottenibili attraverso Sonic Studio 3,  ma per ottenere un’esperienza audio più completa il consiglio è di appoggiarsi ad una cuffia esterna o ad uno speaker supplementare in quanto, ad alte temperature, le ventole di raffreddamento tendono a coprire leggermente il suono proveniente dal notebook creando un leggero fastidio nell’esperienza.

Autonomia

Una delle particolarità più importanti è la presenza di una scheda grafica senza la castrazione del design Max Q. Questo fa si che le prestazioni sono decisamente elevate, ma in difetto l’autonomia si riduce decisamente lavorando a pieno carico.

Fortunatamente è possibile, attraverso il ROG Gaming Center, disattivare molte impostazioni e far funzionare il portatile con la modalità Optimus. In questo modo entrerà in funzione la scheda video integrata, la UHD 630, che ci permetterà di avere un ridotto consumo energetico e di conseguenza una maggiore vita utile del portatile.

Parlando di numeri, con la piccola batteria da 4 celle e 55 Watt, se utilizziamo il portatile in risparmio energetico, con la scheda integrata e una luminosità media ci avvicineremo ad una durata di utilizzo di circa due ore. Discorso molto diverso se vogliamo provare a giocare o lavorare al massimo il pc con tutto attivo; già arrivare a 50 minuti è un miraggio.

Ovviamente niente di preoccupante perchè il portatile gaming è si pensato per essere utilizzato in mobilità, ma tendenzialmente quando si vogliono affrontare sessioni di gioco più impegnative è obbligatorioutilizzarlo con l’alimentatore da 230W collegato ad una presa di corrente.

PC da gioco - i migliori componenti per giocare • Novembre 2018
Scegliamo i componenti per il vostro PC per giocare in base al vostro budget e alle vostre esigenze. Diverse configurazioni divise per fasce di prezzo.

Conclusioni

Dopo aver preso in considerazione tutti i valori e aver sfruttato il portatile al massimo è giunto il momento di tirare le somme su questo Asus Zephyrus M. Il notebook è sicuramente un bel punto di arrivo per chi cerca una soluzione potente, che possa essere un sostituto di un pc fisso, con la particolarità di poterselo portare dove necessario a seconda delle evenienze. Il peso, onesto per le caratteristiche, garantisce una semplice trasportabilità sia in ambiente domestico che lavorativo.

Non mi è proprio piaciuto il touchpad, non so se è un difetto di produzione o il mio modello in test denota questa asimmetria nel risultato finale. Fortunatamente un computer gaming, specialmente se attaccato spesso alla corrente, avrà quasi sempre il mouse collegato quindi il problema è facilmente superabile. Quindi perché acquistare Asus Zephyrus M?

Questo notebook ha preso tutti i pregi e ha migliorato ciò che gli utenti avevano bocciato allo Zephyrus dello scorso anno.  Una delle cose cui io tengo molto è la possibilità di avere un sistema ben ventilato, che sia un portatile o un fisso, per garantire ai componenti una minore esposizione prolungata al calore e quindi una potenziale maggiore vita dell’hardware. Il sistema proprietario di Asus svolge in maniera eccezionale questo compito inoltre, seppur irrilevante ai fini del giudizio globale, inclina in minima parte la tastiera verso l’utente offrendo, seppur poco, una migliore sensazione di scrittura.

La scheda video, NVIDIA GeForce GTX 1070 offre prestazioni molto alte permettendo a chiunque di giocare al proprio titolo preferito senza dover scendere a compromessi riguardo alla qualità video. Per chi cerca una risoluzione maggiore, la scheda video offre la possibilità di vivere una buona esperienza anche in 4k e, a chi piace il genere, attraverso un visore dedicato si può godere appieno della VR.

Pro

  • Eccezionale sistema di raffreddamento
  • Una GTX 1070 pura
  • Design bello ed elegante

Contro

  • Touchpad inaffidabile
  • Prezzo non per tutti
Portatili per giocare • I migliori notebook gaming • Novembre 2018
Un notebook gaming può essere un'ottima alternativa ad un pc desktop per giocare ai massimi livelli. Scopriamo i migliori portatili per giocare.

Offerte

Ovviamente tutto questa bellezza non è economica. Il prezzo è maggiore di 2500€ per il modello recensito. Noi cerchiamo sempre di lasciarvi qualche suggerimento per risparmiare qualcosa online. Ecco le offerte aggiornate per questo notebook gaming.

ASUS ROG GM501GM Nero Computer portatile 39,6 cm (15.6") 1920 x 1080 Pixel 2,20 GHz Intel® Core™ i7 di ottava generazione i7-8750H

2042,27€  Amazon

2079€ Kelkoo [venduto da AK Informatica]

ASUS ROG Zephyrus M

Vai alla scheda tecnica
ASUS ROG Zephyrus M

i7-8750HQ

GeForce® GTX 1070 con 8 GB DDR5 VRAM

16 GB

M.2 PCIe 256 GB SSD + 1 TB SSHD

15.6

2.45 Kg

ASUS ROG GM501GM Nero Computer portatile 39,6 cm (15.6") 1920 x 1080 Pixel 2,20 GHz Intel® Core™ i7 di ottava generazione i7-8750H

2042,27€  Amazon

2079€ Kelkoo [venduto da AK Informatica]

Galleria

I nostri voti

Design10
Tastiera9.5
Touchpad6.5
Display8.5
Audio8.5
Prestazioni9
Autonomia7.5
Rapporto qualità-prezzo8.5
Voto finale8.5

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: