Di prove di forza ne ha date tante, lo strapotere del brand è sotto gli occhi di tutti ma Huawei a Monaco di Baviera si è superata. Durante la presentazione del Huawei Mate 10 Pro c’è stato il coraggio, la pretesa di incoronare il suo ultimo smartphone come un qualcosa che vada oltre.

Huawei Mate 10 Pro e l’intelligenza artificiale hanno un rapporto molto stretto grazie alla NPU (Neural Processing Unit) integrata nel processore. Oggi non sono così tangibili le opportunità offerte dal mondo AI ma Mate 10 Pro è già pronto al futuro.

Videoreview Huawei Mate 10 Pro

Unboxing Huawei Mate 10 Pro

Huawei Mate 10 Pro unboxing

Elegante, pulita e curata nei minimi dettagli. Fin dal primo contatto con il box di vendita di Mate 10 Pro si intuisce che Huawei fa sul serio. La dotazione è completa: oltre al vitale caricatore rapido con cavo usb type c, c’è una cover di buona fattura. Il protagonista è il Mate 10 Pro senza il vecchio e caro jack. Fortunatamente Huawei inserisce anche delle cuffie con uscita usb type c.

Scheda tecnica Huawei Mate 10 Pro

Huawei Mate 10 Pro scheda tecnica

Le specifiche tecniche di Huawei Mate 10 Pro sono incredibili. Il processore Kirin 970 è un vero concentrato di tecnologia, è realizzato a 10 nanometri e include circa 5,5 miliardi di transistor in un’area di un centimetro quadrato.

Il cervello del processore si chiama NPU, in parole povere una piccola unità di calcolo neurale. La NPU è in grado di gestire una mole incredibile di dati in pochissimi secondi, ottimizzando le risorse. Grazie al calcolo neurale sarà possibile svolgere operazioni complesse senza colpo ferire. Ok, troppe informazioni da purista, ecco la scheda tecnica di Huawei Mate 10 Pro:

Sistema OperativoAndroid
Versione Sistema OperativoAndroid 8.0 Oreo + EMUI 8
Dimensioni154.2mm x 74.5mm x 7.9mm
Peso178 grammi
CPUKirin 970 + NPU
GPUMali-G72 MP12
RAM (GB)6 GB
Memoria interna (GB)128 GB
Pollici Display6
Risoluzione Display1080 x 2160 pixel
Tipologia DisplayAMOLED 18:9 Borderless
Megapixel Fotocamera20
Capacita batteria (mAh)4000

Vai alla scheda completa: Scheda tecnica Huawei Mate 10 Pro.

Design Huawei Mate 10 Pro

Huawei Mate 10 Pro design

Il cambio di passo c’è e si avverte tutto. Huawei abbandona la costruzione in alluminio per ricoprire il suo smartphone in lussuoso vetro. Ok, ormai molti smartphone son così ma Huawei Mate 10 Pro è diverso e trasmette un feeling unico.

Il vetro posteriore sembra essere più spesso della media, resiste di più ai graffi e trattiene meno le impronte digitali (c’è la certificazione contro acqua e polvere IP67). Se il vetro serve per creare smartphone eleganti, Huawei ha fatto di tutto per far restar sexy questo Mate 10 Pro durante la giornata.

Huawei Mate 10 Pro design

Ogni elemento sul retro gode in una precisione di assemblaggio unica, il sensore di impronte digitali è posto dove serve, si trova facilmente ed è velocissimo. L’elemento distintivo è dato dalla sezione orizzontale che raccoglie i moduli fotografici. Un semplice tocco di classe che incuriosisce e rende unico questo device. Huawei ha disegnato uno smartphone in grado di catturare gli occhi di tutti.

Huawei Mate 10 Pro design

Mate 10 Pro è solidissimo, si maneggia bene grazie al profilo in alluminio e sul frontale ha delle cornici decisamente ottimizzate. Forse sulla parte anteriore pecca di originalità ma in fondo è quasi tutto schermo. E che schermo.

Display e Audio Huawei Mate 10 Pro

Huawei Mate 10 Pro display

Huawei Mate 10 Pro ha un display AMOLED da 6″ FullHD+ con ratio 18:9. Sia ben chiaro, la risoluzione “solo FullHD+” non compromette assolutamente l’utilizzo di questo display. Ha dei colori ben bilanciati, carichi quanto basta senza snaturarsi. Le tonalità scure sono profondissime, il bianco è molto pulito.

Praticamente visibile in ogni condizione di luce, anche con sole diretto contro. Grazie alla ratio 18:9, la diagonale da 6″ si lascia utilizzare senza troppi problemi, il merito è anche delle poche cornici.

Huawei Mate 10 Pro audio

Seguire una serie su Netflix  è un piacere non solo per il supporto HDR ma anche grazie ad una validissima qualità audio stereo con set up tweeter+woofer. Il volume è alto, corposo e definito. Vero, manca il jack audio ma c’è comunque grande attenzione al suono via cuffie usb type c.

Utilizzo Huawei Mate 10 Pro

Huawei Mate 10 Pro Utilizzo

Il primo plauso a Huawei va fatto per aver lanciato Mate 10 Pro direttamente con Android 8.0 Oreo, il secondo per aver riorganizzato la EMUI in versione 8. L’interfaccia di Huawei è sempre ricca di impostazioni per la sicurezza, la gestione profonda del sistema e la personalizzazione.

Ma c’è di più e non sto parlando della gradita presenza degli infrarossi per controllare la Tv. Mate 10 Pro grazie all’intelligenza artificiale apprenderà le nostre abitudini e non solo renderà fluida l’esperienza nel tempo ma il tutto dovrebbe addirittura migliorare.

Il discorso sull’intelligenza artificiale è interessate, vasto e di grande portata storica. Qui però stiamo parlando di uno smartphone e al momento non si riesce ancora a percepire i frutti del sudore della NPU, vedremo nel tempo.

C’è ancora qualcosa da sistemare nel software, ogni tanto spunta fuori un piccolo bug ma dopo due massicci aggiornamenti ci siamo. Huawei Mate 10 Pro con Hardware + AIprocessore Kirin 970 supportato da 6 GB RAM su una memoria rapida da 128 GB, viaggia ad alte velocità. Non c’è nulla che questo smartphone non possa fare, le operazioni più comuni, così come quelle complesse, vengono smaltite in pochi attimi.

Hardware assurdo per uno smartphone? Mate 10 Pro ha anche una modalità desktop che si attiva semplicemente collegando il device ad un monitor esterno. L’ambiente ricreato è simile a Windows con le app che si aprono in finestra ma al momento questa funzione è ancora in sviluppo (mancano ancora delle settimane al suo arrivo sul mercato) e non tutte le applicazioni sul Mate 10 Pro sono utilizzabili via desktop.

Molto solido, roccioso nelle prestazioni: gli si può dare in pasto tutto, anche giochi complessi, lui non fa una piega. E non scricchiola nemmeno sotto il profilo dell’autonomia. Huawei Mate 10 Pro ha una batteria da ben 4000 mAh, una dotazione da record per gli smartphone premium.

Huawei Mate 10 Pro design

Riesce a chiudere anche un giorno e mezzo di utilizzo standard, sfruttato in tutte le sue potenzialità regge agevolmente per un giorno. La dotazione è importante, l’autonomia è ottima ma non si compie ancora il miracolo dei due giorni.

Numeri da capogiro, prestazioni da urlo ma Huawei Mate 10 Pro come si comporta come semplice telefono? Alla grande. La ricezione è ottima, tra le migliori in circolazione ma ciò che sorprende è la qualità in capsula, avvolgente e calda. Qui non c’è bisogno di NPU e AI, è un gran telefono (dual-sim).

Fotocamera Huawei Mate 10 Pro

Huawei Mate 10 Pro fotocamera

L’intelligenza artificiale entra in gioco anche durante l’utilizzo della fotocamera. In realtà qui non lascia grande traccia del suo intervento, Mate 10 Pro è in grado di riconoscere oggetti quando inquadrati e auto ottimizzare la scena. Riesce a distinguere un cane da un gatto, un fiore da una persona anche offline ma nulla di rivoluzionario e tangibile.

Molto più interessante è il comportamento della doppia fotocamera posteriore da 12 Megapixel, RGB, f1.6, OIS + 20 Megapixel in bianco e nero, il tutto romanzato da Leica. La fotocamera frontale da 8 Megapixel restituisce ottimi selfie ricchi di dettaglio.

Ok, doppia camera e i classici utilizzi. L’effetto bokeh simulato è gestito molto bene, c’è una valida precisione del ritaglio dei soggetti e si può regolare anche post scatto. Il secondo modulo, oltre a passare informazioni al sensore principale, può essere utilizzato per uno zoom 2x dalla qualità buona fin quando non cala la luce. Ah, si può scattare in bianco e nero nativo ma è facile dimenticarsi di questa funzione.

Ottimi scatti anche senza intelligenza artificiale.

In condizioni di piena luce questa fotocamera cattura una quantità di dettagli impressionanti, c’è una ottima gestione dell’esposizione e del bilanciamento del bianco. Non c’è HDR Automatico ma si riesce a farne a meno grazie ad un range dinamico vasto. I colori sono vividi, abbastanza naturali. Forse osa un po’ troppo con la nitidezza, c’è un pizzico di elaborazione software di troppo.

In interna non ci sono problemi e le prestazioni quasi ricalcano quelle di giorno, mentre in condizioni di illuminazione difficile Mate 10 Pro se la cava bene. C’è la tendenza alla riduzione estrema del rumore ed è un bene. In alcuni casi il bilanciamento del bianco, in combinazione con la gestione delle luci, è fin troppo conservativo snaturando i colori generali. La registrazione dei video (FullHD e 4K) è un gradino sotto alla cattura delle foto, audio registrato onesto e stabilizzazione leggermente macchinosa.

Huawei Mate 10 Pro ha una gran bella fotocamera che prova in ogni modo a tirar fuori il miglior scatto, quello più bello da osservare, non quello più naturale e preciso. Un trend che molti smartphone stanno seguendo e per un tipo di utilizzo quotidiano, forse, è meglio così.

Ecco qualche sample fotografico di Huawei Mate 10 Pro (immagini ridimensionate):

Conclusioni Huawei Mate 10 Pro

Huawei Mate 10 Pro offerte

Huawei ha dato un compito importante a Mate 10 Pro: deve far capire alle persone che l’intelligenza artificiale è qui, anche se non si vede. Solo uno smartphone importante, di carattere come Mate 10 Pro può riuscirci.

Perché è vero, il mondo AI è dentro questo smartphone ed è spinto dalla NPU ma non fa rumore. Tutto il resto di Mate 10 Pro fa rumore, eccome. Ha un luxury design dal cuore duro, è bello ma non sembra di cristallo, si avverte una saggia qualità costruttiva.

C’è un display AMOLED calibrato benissimo, ergonomico con ratio 18:9 e in grado di offrire un’esperienza di consumo contenuti enfatizzata da una pulizia degli speaker non comune. Si possono guardare filmati senza limitazioni grazie alla batteria da 4000 mAh, giusto per sottolineare che Mate 10 Pro bada anche al sodo.

Anche la dual camera firmata Leica prova in ogni modo a mettersi in mostra con ottime capacità nel daily-use. Complessivamente è il brand ad essere sfrontato, sembra voler dire: questo è Mate 10 Pro, è bellissimo, è intelligente e riesce bene anche nelle piccole cose.

Il prezzo di listino non può essere da meno, costa ben 849 Euro. In linea con il mercato attuale, forse anche leggermente meno rispetto alle previsioni. Huawei ha scolpito una statua, una di quelle cose che restano nel tempo. Forse Huawei Mate 10 Pro verrà ricordato come il primo coraggioso smartphone che ha indicato un percorso chiaro, quello dell’intelligenza artificiale.

Offerte Huawei Mate 10 Pro

Huawei Mate 10 Pro

Vai alla scheda tecnica
Huawei Mate 10 Pro

6

Kirin 970 + NPU

6 GB

128 GB

20Mp

Android 8.0 Oreo + EMUI 8

Guarda le offerte su: Amazon.it

Migliore offerta sul web ►  849,00€ su TrovaPrezzi

eBay: 723,99€ Huawei Mate 10 Pro Titanium Grey, D

Pro

  • Design
  • Prestazioni
  • NPU

Contro

  • Piccoli bug
  • No jack audio
  • No bluetooth 5.0

I nostri voti

Design9.5
Display9.5
Audio8.5
Utilizzo9
Autonomia9
Fotocamera9
Rapporto qualità-prezzo8
Voto finale8.9

Partecipa alla discussione