Introduzione

Realme sta vivendo un periodo d’oro e lo confermano i dati della società che segnano un è 1.989% in Italia inoltre è il produttore numero 5, non male per un’azienda nata da poco. A fine gennaio sono stati presentati i nuovi Realme 9, rispettivamente nelle varianti Pro e Pro +. Realme 9 Pro ha un design unico, colori interessanti ed un hardware di tutto rispetto. Il device si posiziona nella fascia media grazie allo Snapdragon 695 con 8GB di RAM e con un prezzo che parte da 329 euro fino ad arrivare a 349 euro al netto degli sconti di cui sicuramente sarà oggetto.

venduto da 
€ 235.5
€ 329.99  [-29%]

Realme 9 Pro 5G – Specifiche Tecniche

Sistema Operativo Android
Versione Sistema Operativo Android 12 Realme UI 3.0
Dimensioni 164.3mm x 75.6mm x 8.5mm
Peso 195 grammi
CPU Snapdragon 695 Qualcomm SM6375 2x 2.2 GHz Kryo 660 Gold + 6x 1.7 GHz Kryo 660 Silver
GPU Adreno 619
RAM (GB) 6 GB
Memoria interna (GB) 128 GB
Pollici Display 6.6
Risoluzione Display 1080 x 2412 pixel
Tipologia Display IPS LCD colori 16 milioni
Capacita batteria (mAh) 5000

Vai alla scheda completa: Scheda tecnica Realme 9 Pro.

Realme 9 Pro 5G – Unboxing

La confezione di Realme 9 Pro 5G è sviluppata in verticale come la casa ci ha abiutato, è presenta il carabatterie da 33W con tecnologia Dart, il cavo per ricaricare e trasferimento daty Type-C, la spilletta per carrellino SIM e una cover trasparente per proteggere lo smartphone. Realme 9 Pro 5G arriva con una pellicola preinstallata nel display.

Realme 9 Pro 5G – Design e Materiali

Realme ha ottenuto una serie di successi nel 2021 grazie alla sua immagine di brand innovativo nel campo del design.

Il 2022 è l’anno del consolidamento e Realme 9 Pro rispecchia l’ideologia dell’azienda cinese. Anche con questo modello Realme ha cercato di tirare fuori prodotti qualcosa di diverso e con con un certo sex appeal. Realme 9 Pro è uno smartphone molto ricercato che raggiunge il suo apice in questa bellissima colorazione verde chiamata Aurora Green.

Come detto abbiamo ricevuto in prova la colazione Aurora Green che si posiziona a metà tra chi vuole uno smartphone sobrio e chi vuole qualcosa di diverso. La colorazione più sobria è la midnight black e quella più particolare e accattivante è la Sunrise Blu che è in grado di cambiare tonalità di colore quando esposta ai raggi UV.

Realme 9 Pro si tiene molto bene in mano, è realizzato in policarbonato di buona qualità e rilascia un piacevole senso di solidità e al tempo stesso è molto premium.

Parlando di dimensioni, Realme 9 Pro ha uno spessore di soli 8,5mm . Le dimensioni, sono da medio-grande, 164.3×75.6 mm, il display quindi è da ben 6,6 pollici. Lo smartphone è sviluppato in orizzontale e questo aiuta non poco nella presa. Le dimensioni non proprio compatte lo rendono anche un po’ pesante, circa 195 grammi.

Il design frontale è in linea con il mercato attuale, è presente un piccolo foro a destra che ospita la fotocamera centrale. Le finiture delle cornici sono realizzate in plastica con finiture simil alluminio.

Il tasto di accensione è in palette con la cornice ed integra il sensore di impronte digitali. Molto buono anche il feedback che restituiscono i tasti di accensione e i tasti del volume. Sul retro sono presenti 3 sensori che compongono il comparto fotocamere oltre al flash led.

Ho apprezzato il design di Realme 9 Pro, soprattutto per la back cover lucida che ha un effetto glitter che lo rende abbastanza iconico nel mercato un po’ piatto degli smartphone attuali. Come da tradizione Realme troviamo in confezione una cover trasparente che non ho mai usato. Gli smartphone Realme, ed in particolare il 9 Pro ha una colorazione così unica che verrebbe letteratamente oscurata dalla cover anche se trasparente. Sempre molto apprezzabile la scelta di includere una protezione per lo smartphone da parte dell’azienda, oltre alla cover è presente anche una pellicola di buona qualità pre-applicata.

Realme 9 Pro 5G – Prestazioni

Realme 9 Pro 5G ha un hardware di tutto rispetto per la fascia di prezzo in cui si posiziona. Non ho trovato particolari rallentamenti durante l’utilizzo quotidiano e in questa fascia di prezzo è sicuramente uno dei migliori. Prestazioni ottenute grazie al chip Qualcomm.

Realme 9 Pro monta infatti il Qualcomm Snapdragon 695, ha ben 8GB di RAM LPDDR4 e 128GB di memoria interna UFS 2.2 espandibile come microSD.

È anche presente la tecnologia di Dynamic RAM Expansion che utilizza una parte della memoria di archiviazione per ampliare la RAM, ciò garantisce prestazioni sempre sempre ottimali.

Il processore Qualcomm Snapdragon 695 octa core 2.2 Ghz è stato costruito con un processo produttivo a 6 nanometri, ha una GPU Adreno 619 ed entrambi forniscono al terminale un’ottima esperienza d’uso in tutti gli ambiti in cui viene impiegato.

Non ho riscontrato particolari rallentamenti o impuntamenti la dissipazione del calore è ottima anche in contesti di gaming in cui si comporta egregiamente. Real

Realme 9 Pro 5G ha il supporto 5G, WiFi, Bluetooth 5.1, GPS Glonass, NFC e cosa che lo contraddistingue in modo positivo da altri competitor il jack audio da 3.5 mm. In 4G abbiamo invece il supporto alle reti LTE Cat.20, con download fino a 2GBps in assenza di copertura 5G. A livello software è presente lo Smart 5G che, attraverso l’AI, controlla l’utilizzo dello smartphone e passa automaticamente dalla rete 4G a quella 5G e viceversa.

Realme 9 Pro 5G – Display e Audio

Il display di Realme 9 Pro è da considerarsi di medio gamma, in linea con la fascia di prezzo e forse anche qualcosa in più. Il pannello è un IPS LCD Ultra Smooth, da 6,6 pollici con risoluzione FHD+ 1080x2400p e rapporto 20:9, refresh a 120Hz e touch rate di 240Hz .

Come anticipato prima, lo smartphone è sviluppato in orizzontale, di conseguenza c’è più spazio in altezza per i video e per la navigazione web.

I colori sono intensi, assolutamente personalizzabili dalle impostazioni. Ottimi gli angoli di visuali e molto buona la luminosità come da tradizione Realme. Il sensore di luminosità non mi ha lasciato particolarmente convinto, si comporta bene ma è lento a capire i cambiamenti di luce.

Come già detto in precedenti recensioni reputo i 120Hz eccessivi per l’utilizzo quotidiano, non ho notato enormi differenze rispetto ai canonici 90hz anche se durante le sessioni di gaming forniscono senza dubbio una marcia in più. Le impostazioni però ci aiutano, di default è impostato un refresh automatici che passa da una frequenza all’altra in base all’utilizzo, una vera boccata d’ossigeno per la batteria.

L’audio è abbastanza buono, la resa stereo è fornita dalla capsula auricolare. Il volume è alto ed il comparto audio guadagna punti con l’aggiunta dell’ingresso jack da 3,5mm.

Le cornici del display sono ben presenti e si notano essendo un pannello LCD, ma non influiscono più di tanto sul design del dispositivo in quanto si integrano bene. Realme 9 Pro è privo di Always On Display in quanto il dispaly non è AMOLED.

Realme 9 Pro 5G – Foto

La fotocamera è sicuramente uno degli aspetti a cui facciamo più attenzione in uno smartphone. Il lavoro fatto da Realme è davvero buono, soprattutto per quanto riguarda il software.

Il comparto fotografico di Realme 9 Pro è molto simile a quello già visto in Realme GT ed è composto da tre sensori. Un sensore principale Sony, modello IMX682 da 64MP con apertura f/1.8 e autofocus PDAF. A questo principale si aggiungono un sensore ultra-grandangolare da 8MP con apertura f/2.2 ed un sensore macro da 2MP con apertura f/2.4.

Vista la fascia di prezzo non troviamo un teleobiettivo ma Realme ha implementato un piccolo stratagemma software che va a croppare sul sensore principale da 64MP.

La camera principale da 64MP con F1.8 regala scatti validi grazie anche all’AI che aiuta nel riconoscimenti di scene e riesce a tarare le giuste impostazioni in base al contesto di luce in cui ci troviamo.

La camera ultragrandangolare è una 8MP con F2.2. La qualità è sicuramente inferiore rispetto al sensore principale ma le foto che ho ottenuto sono comunque interessanti ed in linea con la fascia di prezzo a cui è proposto Realme 9 Pro. Il terzo sensore, la macro da 2MP non lo considero più di tanto non per la qualità ma per l’utilizzo che ne è possibile fare.

La fotocamera frontale è composta da un sensore selfie da 16MP con con apertura f/f2.1. I video possono essere registrati fino a 1080p@30fps oltre alle modalità Nightscape e ritratto con Bokeh.

Nel complesso il reparto foto è sufficientemente buono, ci sono tante modalità di utilizzo come la Nightscape 2.0 che permette di ottenere scatti luminosi anche in condizioni di bassa luminosità. Se le foto non fanno urlare al miracolo, i video invece superano di gran lunga la sufficienza e sono migliori della concorrenza.

Ivideo, possono essere girati in4K, a 30fpso in Full HD a 30/60/120/480fps e in HD a 960fps, tutti con stabilizzazione digitale dell’immagine

Realme 9 Pro 5G – Utilizzo e Interfaccia Utente

La z con Android 12 è una delle migliori interfacce presenti sul mercato. Ho apprezzato molto la 2.0 e non posso che confermare e migliorare la mia recensione. Al giorno d’oggi è imprescindibile avere un SO stabile, affidabile, veloce, ottimizzato e con la giusta personalizzazione. L’hardware al top ormai riescono ad offrirlo tutti i produttori, il software no.

In questi mesi Realme ha puntato molto sulla politica degli aggiornamenti. Sta cercando di aggiornare tempestivamente tutti i dispositivi e soprattutto sta cercando di garantire aggiornamenti veloci e duraturi nel tempo.

La cosa che ho apprezzato di più è la filosofia di Android Stock. La Realme UI è una derivazione di ColorOS che ho avuto modo di provare qualche mese fa con la serie Oppo Find.

La nuova Realme UI 3.0 non si discosta molto dalla precedente ma porta con se tutta la nuova interfaccia grafica. Ho avuto una sensazione di ordine e di cura dal punto di vista grafico.

Personalizzazione

Sono disponibili svariate opzioni di personalizzazioni grafiche, icone, gesture, sfondi dinamici e statici, stili icone, stile impronta digitale, font e molto altro.

Come detto il launcher potrebbe presentarsi estremamente poco personalizzato, le opzioni invece sono moltissime e vi permettono di cambiare completamente aspetto al vostro smartphone. È possibile inserire degli effetti transizione, dei widget, sfondi statici o dinamici e molto altro.

Funzioni

Le funzioni di RealmUI sono svariate. La modalità scura può essere configurata su tre diversi livelli ed anche lo sfondo ne beneficia, interessante anche la forzatura in modalità scura di app che non lo hanno di default.

Ci sono anche funzioni relativi alla privacy come la possibilità di attivare una cassaforte privata grazie all’attivazione di una una password globale diversa da quella per lo sblocco del telefono. È possibile nascondere alcune app dal drawer o bloccarle. Utile anche lo “spazio bambini” che permette di impostare timer, bloccare app o bloccare la rete. Non manca la modalità gaming che permette di ottimizzare le risorse per offrire un’esperienza migliore

Gesture

Tra gli “strumenti pratici” troviamo la gestione delle gesture. È presente la navigazione con una mano, gesti a schermo spento per eseguire azioni, funzioni come solleva per attivare e molte altre

Barra laterale intelligente

Nella sezione personalizzazione è possibile attivare la barra laterale intelligente, potete sempre avere a disposizione un menù con delle app scelte da voi. Potete richiamarle quando volete e potete aggiungere anche contatti o azioni. Una funzione già vista in passato sui dispositivi Samsung e fa piacere ritrovarla anche sulla RealmeUI.

La gestione del multitasking rispetto alla 2.0 è stata nettamente migliorata. Ho riscontrato più fluidita, viene sfruttata al meglio la barra laterale che ora risulta più fluida, funzionale e personalizzabile con collegamenti alle applicazioni che più utilizziamo.

La Realme UI 3.0 mi ha colpito in positivo, la reputo una delle più complete interfacce personalizzate nel panorama Android ed è ancora forse sottovaluta e poco conosciuta. Realme UI è una nuova e bella realtà che sta prendendo campo nel mondo Android.

A differenza della Realme UI 2.0 ho notato una certa maturità in questa nuova versione 3.0, Realme in questi mesi è cresciuta molto e si sta consolidando in un settore difficile da innovare. Ha un software altamente personalizzabile, poco invasivo e con un’occhio di riguardo all’esperienza stock di Google.

Realme 9 Pro 5G – Autonomia

Realme 9 Pro 5G ha una batteria da ben 5000 mAh che ci permette di superare una giornata stress senza pensare a ricaricare lo smartphone. La batteria è un’unità abbastanza grossa ma il software ed il soc aiutano molto a gestire e migliorare l’autonomia complessiva.

Ci sono inoltre molte impostazioni che permettono un risparmio di energia ancora più elevato.

A differenza dei top di gamma Realme 9 Pro 5G permette di essere ricaricato fino a 33W con la tecnologia proprietaria Dart. Realme 9 Pro si ricarica in circa 1:45 ore da 0 a 100%, un risultato niente male.

Realme 9 Pro 5G – Conclusioni

Realme 9 Pro 5G mi ha sicuramente convinto, si posiziona in una fascia di prezzo agguerrita. Come tutti gli smartphone presenta dei limiti e dei compromessi, uno su tutti il comparto fotografico che non è ai livelli massimi come design, display e prestazioni.

Eccezionale l’autonomia che permette di completare giornate anche stressanti senza problemi.

Le tre colorazioni cercano di incontrare i gusti di tutti, la Sunrise Blu è probabilmente quella più particolare mentre la green e black sono più eleganti.

Questo prodotto comunque può reputarsi uno dei migliori terminali nella fascia di prezzo 300/400 euro. Il prezzo di listino infatti è di 329 euro per la versione 6/128 GB e 349 euro per la versione 8/256 GB. Le promozioni sono sempre in atto però ed è possibile trovare degli sconti.

Nel complesso Realme 9 Pro è uno smartphone tutto fare, solido e molto concreto. Lo consiglio a tutti coloro che vogliono utilizzare un dispositivo quotidianamente senza troppi pensieri e con un’eccellente autonomia. Sarà sicuramente un dispositivo che riuscirà a vendere parecchio, speriamo sempre in un costante supporto software.

venduto da 
€ 235.5
€ 329.99  [-29%]

Recensione Realme GT 5G: la supercar degli smartphone

Non c'è anno in cui non parliamo di flagship killer, quello smartphone con specifiche estreme, coraggiose e soprattutto con un prezzo contenuto. Il 2021 è l'anno di Realme GT, uno smartphone con specifiche hardware da top con il processore Qualcomm [...]

Pro

  • Design
  • Autonomia
  • Fotocamera

Contro

  • Audio
  • Ricarica a 33W

Realme 9 Pro 5G – Galleria immagini

I nostri voti

Display7
Autonomia9
Design8
Fotocamera7.5
Audio7
Rapporto qualità prezzo8
Voto finale7.8

Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.