Facebook non ha nemmeno bisogno di vedere il tuo volto al fine di identificarti. La tecnologia di riconoscimento del social network, infatti, è diventata così avanzata che può utilizzare altri segnali, come la pettinatura, la forma del corpo, la posa, ecc.. per identificare gli individui.

Yann LeCun, capo del settore dell’intelligenza artificiale di Facebook, ha spiegato come la società sia riuscita a modificare i suoi algoritmi per avvicinarsi più che mai ad un comportamento e ad un ragionamento “umano”. Una persona è infatti in grado di riconoscere un conoscente sulla base di alcuni suggerimenti visivi, anche se il volto non è visibile, quindi perché non può farlo un software?

“Ci sono un sacco di spunti che usiamo”, ha spiegato LeCun. “Le persone hanno aspetti caratteristici, anche se li guardi da dietro. Ad esempio, è possibile riconoscere Mark Zuckerberg molto facilmente, perché indossa sempre una maglietta grigia. “

I nuovi progressi nella tecnologia di riconoscimento serviranno per identificare le persone nelle varie applicazioni di Facebook, ma non è chiaro fino a che punto l’azienda possa spingersi, per non violare la privacy dei suoi utenti e non incorrere in problemi legali.

Anche se tentiamo volutamente di nascondere il volto, gli algoritmi di Facebook sapranno chi sei, che ti piaccia o no. Non che l’anonimato su Facebook sia mai stato garantito ma almeno, fino ad oggi, ci restava l’illusione di un barlume riservatezza legata al mostrare, o meno, il nostro volto.

Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: