Android Wear 2.0 non convince e non riesce a diffondersi velocemente anche se i partner di Google stanno presentando sempre più smartwatch con il sistema operativo wearable.

Nonostante i grandi cambiamenti che Google ha introdotto in Android Wear 2.0 è chiaro che il sistema operativo non è ancora così funzionale da poter offrire delle caratteristiche indispensabili e irrinunciabili.

Anche se durante la presentazione dei nuovi Google Pixel 2 si è parlato di tutto tranne che di Android Wear 2.0, il colosso di Mountain View non ha abbandonato il progetto e sta pensando ad un modo più rapido per aggiungere funzioni senza dover ricorrere ad immensi, ritardatari aggiornamenti OTA.

Hoi Lam ha diffuso alcune nuove informazioni sul futuro della piattaforma Android Wear 2.0: le nuove funzionalità saranno disponibili tramite un semplice aggiornamento attraverso il Play Store.

Questa procedura consentirà a Google di rilasciare funzioni molto più velocemente attraverso un semplice update della companion app Android Wear su Play Store e di ridurre in maniera drastica tutte le complicanze di un classico aggiornamento OTA.

Hoi Lam ha già dichiaro che nel corso di questo mese arriveranno già i primi “aggiornamenti potenziati” sul Play Store, quindi se avete uno smartwatch Android Wear 2.0 non andate nelle impostazioni in cerca di un nuovo aggiornamento di sistema ma provate a verificare se sul Play Store l’app Android Wear è aggiornata all’ultima versione rilasciata.

Via

Notice something, think, write. Watching.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.