Sono trapelate le prime informazioni riguardo i nuovi dispositivi di Lenovo, precisamente i Moto G5S e G5S Plus (che avevamo già visto quando avevamo anticipato la line-up 2017 di Lenovo), grazie alle informazioni che ci arrivano da Android Authority.

Si tratta di dispositivi medio di gamma che andranno a piazzarsi come alternativa “premium” rispetto agli ultimi Moto G5 e G5 Plus, con cui condivide praticamente lo stesso design.

Anteriormente è presente il classico lettore di impronte, sul retro l’iconico logo alato Moto e con la classica parte rotonda che vede al suo interno fotocamera e flash. La maggiore differenza rispetto ai Moto G5 e G5 Plus è la scocca, che ora sarà interamente metallica, in quanto nei render in alta qualità è possibile intravedere le sezioni in plastica per le antenne.

Lenovo Moto G5S avrà un display da 5.2 pollici, mentre il modello Plus da 5.5 pollici, entrambi Full HD. Le immagini in nostro possesso dovrebbero riguardare il modello più piccolo, quindi il Moto G5S, e le colorazioni disponibili dovrebbero essere blu, oro e grigio scuro.

Purtroppo le informazioni a riguardo finiscono qui, non ci resta che aspettare per scoprire i nuovi Moto G.

Motorola Moto G5

Vai alla scheda tecnica
  • Display:5
  • CPU:Qualcomm Snapdragon 430 MSM8937 Quad-core 1.4 GHz Cortex-A53 + Quad-core 1.1 GHz Cortex-A53
  • RAM:2 GB
  • Memoria Interna:16 GB Espandibile
  • Fotocamera:13Mp
  • Sistema Operativo:Android 7.0 Nougat
Motorola Moto G5 Smartphone, Marchio Tim, 16 GB, Lunar Grigio [Italia]

Motorola Moto G5 Plus

Vai alla scheda tecnica
  • Display:5.2
  • CPU:Qualcomm Snapdragon 625 MSM8953 Cortex-A53 2 GHz 8 Core
  • RAM:3 GB
  • Memoria Interna:32 GB Espandibile
  • Fotocamera:12Mp
  • Sistema Operativo:Android 7.0 Nougat
Motorola Moto G5s Plus Smartphone 13,97 cm (5.5"), (13MP Camera, 3GB RAM/32GB, Android), Grigio (Lunar Gray)
Via

Classe 90, da sempre appassionato a tutto ciò che è tecnologico. Ama gli sport e guardare telefilm fino a tarda notte.
Nel tempo libero si diletta nella fotografia e nel montaggio video, oltre a provare a nascondere il suo accento terrone senza grossi risultati.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.