L’impronta che Lenovo ha dato alla linea di smartphone Moto può piacere o non piacere, ma è un dato di fatto che l’azienda cinese stia facendo di tutto per proporre una linea di telefoni capace di coprire tutte le fasce di prezzo. Nelle ultime settimane si è parlato di Moto M, un dispositivo di fascia media che andrà a competere nell’affollatissimo settore degli smartphone con diagonale da 5.5 pollici.

moto-m

Lenovo Moto M ha già ottenuto la certificazione TENAA ed è stato immortalato diverse volte in foto. Stando a quanto si apprende, il dispositivo monterà un pannello Full HD da 5.5 pollici con risoluzione Full HD pari a 1920 x 1080 pixel, sarà provvisto di 3GB o 4GB di memoria RAM e di una memoria interna da 32GB o 64GB. Il comparto fotografico principale sarà affidato ad una fotocamera da 16MP, coadiuvata dal modulo selfie da 5MP o 8MP. La batteria sarà da 3000 mAh.

Parecchi utenti sono rimasti delusi dalla soluzione SoC scelta per il dispositivo: Lenovo ha infatti deciso di affidarsi a MediaTek, scegliendo per Moto M il chip MT6755, conosciuto comunemente come Helio P10, octa-core da 2GHz con core Cortex-A53. Una proposta forse ingiustamente sottovalutata, che va a posizionarsi – per performance – un gradino sopra al SoC Qualcomm Snapdragon 615 ed è certamente capace di provvedere prestazioni più che dignitose.

lenovo moto m

Moto M sarà il primo smartphone della compagnia ad avvalersi di un sensore biometrico fingerprint situato sul lato posteriore del telefono, realizzato interamente in metallo e provvisto di una curvatura posteriore che ne agevolerà la presa. Le immagini di oggi rivelano gli ultimi dettagli: il terminale si avvarrà di Android 6.0 Marshmallow ed è contraddistinto dal model number XT1662. I più maliziosi preannunciano che Moto M nascerà con Android M e morirà con Android M, ma prima di poter giudicare il supporto che Lenovo offrirà per i suoi nuovi telefoni bisognerà attendere parecchi mesi.

Via

Partecipa alla discussione