Non è tornato solo il RAZR, è tornata Motorola. Parlo da grande appassionato della telefonia che deve molto al brand storico. Dopo un periodo di evidente difficoltà, Motorola con RAZR è pronta a mettere una nuova spunta sulla check list della storia del mondo mobile.

Motorola RAZR è uno smartphone pieghevole a conchiglia che riprende esattamente tutti i dettami estetici del vecchio e storico RAZR con quel mento pronunciato e un profilo sottilissimo, quasi tagliente e aggressivo. La grande differenza è che quando il device verrà aperto al posto di tasti fisici ed un display minuscolo, si mostrerà un pannello Oled Flex View da 6,2″ con rapporto di forma in 21:9.

Ricordate che sul vecchio Razer c’era anche un display esterno? Bene, è stato trasportato anche sul nuovo Motorola RAZR ed è da 2,7″ chiamato Quick View, utile per leggere le notifiche, interagire con i toggle e parlare con Google Assistant. Sul mento del device, non manca un sensore di impronte digitali, utile per enfatizzare la sicurezza. Il nuovo Motorola RAZR non è un top gamma se si guarda alla scheda tecnica:

Motorola Razr 2020

Vai alla scheda tecnica
Motorola Razr 2020
  • Display:6.2
  • CPU:Snapdragon 710
  • RAM:6 GB
  • Memoria Interna:128 GB
  • Fotocamera:16Mp
  • Sistema Operativo:Android 9 Pie
Motorola One Vision Dual SIM, 128GB, 48MP, Android 9 Pie, Display CinemaVision FHD+ da 6,3", Bronzo (Bronze Iridescent)
Foto Motorola One Vision Dual SIM, 128GB, 48MP, Android 9 Pie, Display CinemaVision FHD+ da 6,3", Bronzo (Bronze Iridescent)

Il punto però è diverso, questo è il primo smartphone pieghevole che potrebbe essere realmente utile alle persone. Ha un form factor già conosciuto e apprezzato, ha tutto ciò che serve per essere comodo alla vita di tutti i giorni a differenza degli altri foldable che hanno troppi compromessi e sono molto grandi ed ingombranti.

Motorola è già pronta, le prevendite del nuovo RAZR saranno attive in Italia a partire dal prossimo 4 Dicembre ad un prezzo di 1599 Euro. Prezzo alto ma più basso degli altri foldable. Una prima generazione che sembra essere già pronta ad entrare nelle tasche dei consumatori e se seguirà le orme del suo predecessore, entrerà anche nel cuore di tutti.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here