Quando Sony ha presentato la sua nuova PlayStation Pro 4, versione 4K-ready della sua consola da gioco, ha entusiasticamente sottolineato il fatto che le sue temperature operative sarebbero state inferiori rispetto alla PS4 originale. A pochi giorni dalla sua introduzione sul mercato, però, un utente ha segnalato che la sua PS4 Pro è diventata così calda da provocare addirittura la fusione della plastica dello chassis esterno.

Va immediatamente sottolineato il fatto che, almeno per il momento, non è stato possibile verificare la veridicità delle affermazioni dell’utente, il cui comportamento può per certi versi apparire sospetto. L’utente Twitter @enMTW, nel pubblicare la foto del danno subito dalla sua PS4 Pro, ha infatti immediatamente lanciato l’hashtag #meltgate, asserendo che le cause della liquefazione della plastica sarebbero da ricondursi ad un malfunzionamento del sistema di raffreddamento.

playstation 4 pro si scioglie

Per quel che ne sappiamo, lo scioglimento dello chassis può essere stato provocato intenzionalmente con un semplice accendino allo scopo di screditare la nuova console nipponica agli occhi dei potenziali acquirenti. Ad ogni modo, fino a prova contraria, le affermazioni dell’utente non possono essere contraddette. I ragazzi di tweaktown.com hanno provato ad indagare le cause dell’incidente proprio per valutare la credibilità di tali affermazioni. Quali sono le loro conclusioni?

L’area danneggiata coincide stranamente con l’ubicazione della ventola, oltre che con il lato che viene parzialmente ostruito nel caso di montaggio verticale sullo stand. Ma le componenti che dovrebbero produrre o accumulare la maggior parte del calore, ovvero le heat pipe e l’alimentatore da 310W, sono posizionate rispettivamente alla sinistra e alla destra della console. Sony ha garantito che la superficie della PS4 Pro non avrebbe mai superato la temperatura massima di 35 gradi centigradi grazie alla nuova architettura AMD Polaris basata su un SoC realizzato con processo produttivo a 16nm FinFET.

La console potrebbe effettivamente toccare temperature superiori ai 35 gradi quando sottoposta a carichi di lavoro molto pesanti, quali l’esecuzione di giochi in 4K nativo con HDR. L’utente che ha lamentato il danno ha riferito che il problema si è verificato mentre giocava a The Last of Us: Remastered (4K nativo) e alla demo di Final Fantasy XV. Va notato il fatto che la PS4 originale non fondeva nemmeno quando raggiungeva temperature di 70 gradi centigradi, anche se numerosi utenti hanno riscontrato malfunzionamenti di altro tipo.

Insomma, per il momento sembrerebbero non esserci gli elementi per mettere in croce la nuova PS4 Pro: se l’incidente è autentico, esso potrebbe essere stato provocato dalla presenza di una o più componenti hardware difettose, sebbene sia difficile spiegare perché la plastica si sia sciolta proprio a ridosso della ventola. Ne sapremo sicuramente di più nei prossimi giorni.

Via
Fonte

Partecipa alla discussione