Introduzione

Il nuovissimo Oppo Find X5 è il dispositivo mid-level della nuova serie X5 nonché fratello minore dell’ottimo Find X5 PRO che abbiamo recensito nelle scorse settimane.  Di solito le differenze tra la versione “normale” e Pro sono evidenti ma quest’anno OPPO ha deciso di proporre due smartphone molto simili (almeno nell’apparenza) ma con una dotazione leggermente differente. Rispetto allo scorso anno non troviamo più la nomenclatura “Neo” per il modello “di mezzo” della nuova serie X5, a favore di un più classico Oppo Find X5 che sicuramente genererà anche meno confusione nei consumatori.

Nella nostra recensione di Oppo Find X5 Pro abbiamo raccontato dell’impegno da parte di Oppo nel ricercare un design premium e pregiato e per un comporto hardware senza compromessi con l’aggiunta del chip proprietario Marisilicon X per migliorarne le capacità fotografiche.

Oppo Find X5 è un po’ meno “premium” e la differenza più evidente è l’assenza del nuovo Snapdragon 8 Gen 1 e di altri piccole rinunce a favore di un prezzo più abbordabile per la fascia media. Sarà comunque un buon compromesso?

venduto da 

Confezione

All’interno della confezione di questo bellissimo Oppo Find X5 troviamo un bel set completo di accessori. Oltre allo smartphone e alla solita manualistica troviamo anche un caricatore da parete OPPO da 80W per ricarica rapida ed un cavetto di connessione USB – USB Type C.

In confezione è presente anche un’ottima cover in gomma, ed inoltre anche una buona pellicola protettiva pre-applicata al dispositivo. Come al solito, tutti i produttori dovrebbero essere così attenti ai clienti nella dotazione, considerando che molti non includono più neanche il caricabatteria in confezione.

Specifiche Tecniche OPPO Find X5

  • Display: 6,55″ OLED 120Hz, 2400 x 1080, 422 ppi
  • Processore: Qualcomm SM8350 Snapdragon 888 5G (5 nm)
  • RAM: 8GB
  • Storage interno: 256 GB 
  • Fotocamera: Principale: 50 MP, Sony IMX 766, ƒ/1.8, Grandangolo: 50 MP, Sony IMX 766, ƒ/2.2 wide 110°. Zoom: 13 MP, ƒ/2.4 – Zoom 2X
  • Fotocamera anteriore: 32 MP, ƒ/2.4 RGBW
  • Sistema operativo: Android 12 con ColorOS 12.1
  • Connettività: Dual SIM + eSIM, 5G, Wi-Fi 6, NFC, Bluetooth 5.2, GPS
  • Dimensioni: 160,3 x 72,6 x 8,7 mm
  • Peso: 196 grammi
  • Batteria: 4800 mAh con ricarica rapida SuperVOOC a 80W, wireless a 30W

Design e Materiali

OPPO Find X5 mi ha colpito sin da subito: non appena estratto dalla confezione sono rimasto piacevolmente sorpreso dal design e soprattutto dal feedback tattile che restituisce la backcover. Ho provato diversi smartphone in questo 2022 e questo è quello che mi ha lasciato più soddisfatto dal primo utilizzo con il mix di eleganza e solidità.

La back cover è un pezzo unico realizzato in vetro con una finitura opaca che ho apprezzato tanto soprattutto per la resistenza a trattenere le impronte. Oppo Find X5 è disponibile sia in colorazione bianca sia in quella nera. Il comparto fotocamera è stato rivestito invece da una placca nera scura che crea un bellissimo effetto visivo. 

Recensione OPPO Find X5 Pro: premium e con un segreto chiamato Marisilicon X

OPPO Find X5 ha un corpo in ceramica e un cuore Snapdragon 8 Gen1. Inoltre è il primo a debuttare con NPU Marisilicon X per migliorare foto e video. Ma basterà questo a giustificare il prezzo di lancio?

In mano è veramente comodo grazie alle sue dimensioni non proprio importanti e grazie all’effetto della back cover che appunto favorisce la manegevolezza. Il peso è di 196 grammi, non leggerissimo sicuramente ma è comunque sotto la soglia dei 200 grammi.

I pulsanti sono i soliti, sulla parte destra accensione e spegnimento e su quella sinistra i selettori del volume. Non è presente un sensore di impronte digitale fisico perchè integrato sotto al display. Troviamo anche una USB C ed un altoparlante che lavora con la capsula auricolare per fornire l’audio stereo. 

Hardware & Software

Display

Il display di Oppo Find X5 è un ottimo OLED da 6.55″ con risoluzione FHD+, 2400 x 1080, 402PPI, 1.000 nits di luminosità di picco e refresh rate a 120Hz. Il display è in linea con la fascia di prezzo, ha dei neri assoluti, colori vividi e un ottimo sensore automatica di luminosità. Per mio puro gusto personale non trovo i bordi curvi comodi, ogni tanto mi hanno causato dei tocchi involontari nonostante le ottimizzazioni per i tocchi involontari ma come sempre è una questione di gusti. Ottimo inoltre il supporto all’HDR10+ che regala immagini più vivide e brillanti soprattutto durante la fruizione di contenuti.

Il refresh rate può essere impostato in due modalità: alta a 120 hz o standard a 60hz. Non è presente il refresh dinamico che consente di cambiare in base alla condizione di utilizzo per risparmiare ulteriormente energia. Come detto la luminosità arrivare a circa 1.000nits, sotto la luce diretta del sole non ho avuto grossi problemi di leggibilità.

La risoluzione del display, come detto prima, è FHD+ che è assolutamente sufficiente per l’utilizzo quotidiano ed aiuta a preservare l’autonomia. Interessanti inoltre le funzionalità che consentono di sistemare la resa video come da tradizione OPPO: è presente infatti la modalità motore 01 Ultra Vision, la modalità dei colori sullo schermo ( vivace, naturale o Pro ) oltre che la possibilità di attivare il comfort visivo per ridurre la luce blu. Molto utile anche la funzione di miglioramento dei colori video con la tecnologia da SDR a HDR che amplia la gamma dei colori ed anche la nuova Modalità video HDR luminosa che aumenta la luminosità dello schermo durante la riproduzione dei video HDR.

Non è presente il sistema a 10 Bit del fratello maggiore Pro ma i colori sono ben tarati ed equilibrati. È possibile calibrare la temperatura del colore da freddo a caldo ma è presente anche la funzione che calibra la tonalità in base alle condizioni di luce, funzione molto utile che permette anche di riposare gli occhi in alcuni contesti. Il pannello di Oppo Find X5 possiede un’ottima protezione contro graffi ed urti grazie al Gorilla Glass Victus che ad oggi è il top del settore.

Il display di questo OPPO Find X5 mi è piaciuto molto nel complesso ed è ben bilanciato: OPPO regge il confronto con i migliori competitor sul mercato.

Chipset e connettività

All’interno di Oppo Find X5 troviamo lo Snapdragon 888, uscito nel 2020 e presente su molti top gamma del 2021 ed è tutt’ora un riferimento nel settore smartphone. Il chipset è stato realizzato con processo produttivo a 5nm e clock a 2,84Ghz, le performance sono ai massimi livelli anche nel 2022. A bordo di Oppo Find X5 troviamo troviamo 8 GB di memoria RAM (+2/3/5GB virtuali tramite Memory Boost) che lo rendono sempre performante qualsiasi compito gli affidiate. Anche a livello gaming non ho riscontrato problemi, giochi impegnativi come Call Of Duty Mobile non l’hanno messo in difficoltà anche se ho notato un piccolo aumento delle temperature ma è del tutto normale quando si richiede allo smartphone il massimo delle performance. In ogni caso le temperature non sono mai andate “fuori controllo” anche con utilizzo prolungato. Insieme agli 8 GB di RAM sono presenti ben 256 GB di memoria interna UFS 3.1 non espandibile inoltre la tecnologia Memory Boost permette di aggiungere alcuni GB di RAM utilizzando la memoria interna. Una funzione molto utile soprattutto per il multitasking o per chi vuole un po’ di fluidità in più.

Ma l’hardware non è nulla senza il software ed è per questo che unito alle ottime performance della ColorOS 12 permettono di avere ottime prestazioni anche in ambito gaming. Utile infatti il Game Optimizer, un fantastico tool che ci permette di utilizzare funzioni rapide mentre giochiamo: avremo accesso rapido agli switch più utili come registrazione della schermata, modalità silenziosa o la gestione delle performance di sistema.

Lato connettività abbiamo tutto quello che è possibile avere sul mercato: supporto al 5G, alle eSim oltre alle due sim fisiche. Ho utilizzato la mia eSIM Vodafone senza particolari problemi, la configurazione è stata anche più veloce della controparte iOS. Sul lato Wi-fi abbiamo lo standard Wi-fi 6, presente il Bluetooth 5.2 con supporto a diversi codec audio, manca il jack audio ma oramai abbiamo imparato a farci l’abitudine.

Durante l’utilizzo di tutti i giorni non ho riscontrato problemi, il 5G viene utilizzato nel migliore dei modi e anche le telefonate sono state perfette e gestite con il VoLTE. L’audio in capsula è stato pulito e sempre vivace.

Audio e certificazioni

Sul fronte audio troviamo uno speaker principale nella parte inferiore abbinato a quello della capsula telefonica, un audio sufficiente senza infamia e senza lode. Immancabile la certificazione Dolby Atmos e la connettività Bluetooth 5.2 con codec bluetooth con supporto a LDAC, LHDC, e Qualcomm’s aptX. Manca il jack audio da 3,5″ per via delle dimensioni sempre più contenute del display a favore della connettività Bluetooth. L’audio è più forte nella parte inferiore come avviene di solito ma comunque impercettibile nell’utilizzo quotidiano.

Fotocamera

Il comparto fotografico di questo OPPO Find X5 è la punta di diamante di questo smartphone e l’azienda ha investito molto nel settore collaborando con Hasselbland. Oltre a questa collaborazione che permette di personalizzare gli scatti , OPPO ha inserito il primo chip NPU ( Neural processing unit ) dedicato all’imaging. Marisilicon X è infatti il chip proprietario di OPPO il cui obbiettivo è quello di migliorare la qualità delle foto e video del Find X5. 

Ne abbiamo già parlato a lungo nella nostra recensione di OPPO Find X5 Pro e nell’articolo di lancio dedicato: È un chip con architettura a 6nm che riesce ad elaborare 18 Teraflops al secondo senza inficiare sulla durata della batteria. Il suo scopo è quello di dedicarsi all’elaborazione foto/video prima e durante lo scatto al fine di migliorare l’esperienza d0uso abbassando i tempi di elaborazione e fornendo anteprime in real-time ma anche andando a migliorare la qualità finale dell’immagine, con i risultati più evidenti nello scattare foto/video notturni.

La dotazione fotografica di OPPO Find X5 è così composta:

  • Principale
  • Sensore Sony IMX766 da 50 MP
  •  Obiettivo grandangolare con apertura f/1.8
  • Pixel Size – 1.0 µm – 1/1.56” – FOV 84° – 24mm
  • OIS
  • UltraGrandangolare
  • Sensore Sony IMX766 da 50 MP
  •  Obiettivo 110° di visione con apertura f/2.2
  • Pixel Size – 1.0 µm – PDAF – 1/1.56” – 15mm
  • Telephoto Camera
  • Sensore Samsung S5K3M5 da 13 MP
  • Obiettivo con apertura f/2.4 – 52 mm e zoom ottico 2x
  • PDAF – 1 / 3.4” – 52mm

Le foto di Oppo Find X5 sono ottime, di giorno ci regala ottimi scatti e il chip MariSilicon X  svolge un ottimo lavoro dietro le quinte. Ottimi i colori, i contrasti e sopratutto il bilanciamento del bianco. La messa a fuoco automatica lavora comunque bene ed è affidabile: in condizioni di scarsa luminosità il chip MariSilicon  X dedicato riesce a migliorare degli scatti che sarebbero stati difficilmente recuperabili senza. Anche in condizioni di scarsa luce i dettagli nelle foto non mancano e c’è poco rumore nelle foto. 

Il grandangolo è composto da un sensore da 50MP con un’apertura focale elevata, gli scatti sono anche qui ottimi con una qualità eccellente nei colori e nei contrasti. Non è scontato che il sensore grandangolare restituisca scatti di qualità come il principale.

Il sensore zoom di Oppo Find X5 è da 13 MP, identico a quello di Find X5 Pro. Abbiamo uno zoom a 2x in ottico, 5x in versione ibrida e 20x in completo digitale. I risultati sono buoni con una buona stabilizzazione, ma gli scatti a  zoom 20x sono quasi inutilizzabili ed è proprio qui che OPPO dovrebbe lavorare per il 2023.

I video di Oppo Find X5 si spingono fino al 4K a 60 fps e anche qui il MariSilicon X fa il suo compito eccellente. I video sono di gran qualità, paragonabili ai top di gamma Android del 2022. La stabilizzazione è ottima con una gamma dinamica molto ampia. interessanti le modalità per i video, c’è la modalità Film con anche la possibilità di usare una versione LOG, un file completamente piatto nella saturazione e nei contrasti ma con tutte le informazioni per migliorarlo in post produzione u, e anche  XPAN che è una tipica ripresa di Hasselblad.

Software

Android 12 e Color OS 12

OPPO Find X5 arriva sul mercato con Android 12 e la color OS 12 che abbiamo imparato a conoscere di recente visto che è arrivata già in questi ultimi mesi su tantissimi dispositivi OPPO. La Color OS 12 ha raggiunto oramai un ottimo livello di fluidità e stabilità e la reputo una delle migliori in ambito Android, su questo Find X5 non ho mai notato rallentamenti e non è mai stata troppo invasiva per l’utente.

La personalizzazione è il cavallo di battaglia della ColorOS 12, è possibile infatti cambiare temi, luci di notifica, animazioni, sblocco con l’impronta o l’always On Display. Anche le animazioni, le icone e i font possono essere gestiti e personalizzati. Tra le varie personalizzazioni Android questa è una delle migliori e chiunque può cucirsela a suo piacimento. Nei menù ho notato però una certa confusione dovuta proprio alle tante opzioni messe a disposizione; ci vuole un attimo infatti prima di districarsi bene tra le tante personalizzazioni. A tal proposito potremo personalizzare animazioni, icone e font grazie al potente motore di importazione temi. 

Galleria fotografica Color OS 12:

Tra gli strumenti più utili della Color OS 12 a mio avviso ci sono quelli relativi alla privacy: ad esempio è possibile non dare la propria posizione precisa alle app che utilizzano il GPS. Quando ad esempio un’applicazione ci richiede informazioni sulla posizione è possibile fornirgli solo una posizione approssimativa. Interessante anche la possibilità tramite i toggle di disabilitare le autorizzazioni della fotocamera o del microfono di qualsiasi app direttamente nel centro di controllo

La Color OS 12 ha raggiunto una maturità importante ed OPPO si è impegnata nel realizzare un’ottima interfaccia, bella, funzionale e ben ottimizzata. Ad oggi risulta un’ottima alternativa nel panorama Android alle più blasonate MIUI o OneUI. Oppo dovrebbe cercare solo di semplificare i menù che spesso risultato confusionari e troppo ricchi di informazioni per l’utente.

Autonomia

A differenza del fratello Pro con 5000mHA, Oppo Find X5 ha 4800 mAh di batteria che gli permette di superare agilmente una giornata stress con una carica residua di circa il 15%.

La tecnologia super VOOC di OPPO la conosciamo ma quest’anno si è migliorata e arriva fino a 80W con il cavo, probabilmente una delle più veloci presenti sul mercato. Anche la ricarica wireless arriva ai 30W e in modalità reverse a 10W. Ho impiegato circa mezz’ora con il nuovo caricabatteria a muro per ricaricare Find X5 da 0% a 100%. La batteria di questo Find X5 inoltre integra una tecnologia che permetta di preservare la durata della batteria dai canonici 800 cicli fino ai 1600 cicli sfruttando due celle distinte.

Grazie ai 4800 mAh di batteria, l’ottimizzazione di Android 12 e ColorOS 12 riusciamo ad ottenere risultati eccellenti in autonomia nella fascia di prezzo in cui si trova. Con un utilizzo più moderato è possibile anche arrivare a un giorno e mezzo di autonomia e in ogni caso basteranno 10 minuti di ricarica a 80W per avere un’altra mezza giornata di autonomia.

Anche le temperature sono sotto controllo e non ho trovato particolari problemi o surriscaldamenti, se non in alcuni frangenti di gamging più spinto. La dissipazione del calore è eccellente grazie anche alla backcover realizzata in vetro e alle nuove tecnologie di dissipazione del calore viste anche sul modello Pro.

Conclusioni

Fidatevi: Oppo Find X5 non è proprio il “fratello minore” della versione Pro in quanto le differenze non sono così tante. Mi ha sorpreso in ogni contesto, Oppo ha voluto puntare molto in alto con questo smartphone grazie alla scheda tecnica e con le ottime prestazioni. Ha un design iconico in linea con l filosofia OPPO e anche molto simile al modello Pro. La scocca realizzata in vetro opaco restituisce un feedback fantastico ed lo rende molto maneggevole essendo anche più compatto e leggero della versione Pro.

Non ha l’ultimo chipset, ma lo Snapdragon 888 è pressoché perfetto per tutte le operazioni e ancora considerabile un ottimo top-gamma visto che molti dispositivi top gamma del 2021 lo utilizzano ancora senza problemi. Ha ottime performance, gestisce il multitasking, mantiene le temperature sotto controllo e garantisce il massimo delle prestazioni. Il comparto fotografico non ha nulla da invidiare ai top di gamma del 2022 e il chipset proprietario MariSilicon X fa un ottimo lavoro e riesce a recuperare scatti che sarebbero stati difficili da gestire senza le tecnologie di OPPO.

La connettività è ai massimi livelli, ho apprezzato il supporto alle eSIM cosa non scontata nel panorama Android.

venduto da 
venduto da 

Oppo Find X5 costa 999 euro, circa 300 euro in meno della versione Pro. Le differenze ci sono e potete approfondirle nella recensione a lui dedicata, ma fatico a trovare qualcuno che potrebbe trovarsi male con questo dispositivo. Un top di gamma a tutti gli effetti e i 300€ di differenza con il modello Pro sono sicuramente un ottimo risparmio per chi cerca un dispositivo che risulta ben bilanciato e performante sono ogni aspetto. Rispetto al modello X3 Neo dello scorso anno abbiamo poi un interessante upgrade su ogni aspetto ed è per questo che di tutta la serie X5 è probabilmente quello che ha subito l’upgrade più interessante rispetto allo scorso anno.

Un dispositivo più che consigliato nonostante un prezzo che lo avvicina quasi alla fascia alta, ma d’altronde anche la scheda tecnica non è da meno.

I nostri voti

Display8
Autonomia9
Fotocamera8
Audio e Ricezione8.5
Rapporto qualità prezzo8
Prestazioni8.5
Voto finale8.3

Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.