Realme fa sul serio. Vuole imporsi nel mercato degli smartphone e vuole farlo con stile, con personalità e concretezza. Sa bene di essere giunta tra gli utenti solo da poco tempo; la concorrenza è agguerrita e farsi un nome sembra impossibile. Sembra, appunto.

Realme 7 Pro rappresenta la missione dell’azienda, ovvero quella di conquistarsi un posto nel mondo con un device affidabile, che punta alla sostanza. Il nuovo prodotto della casa cinese rinuncia a qualcosa, ma l’utente non potrà fare a meno di apprezzare il device in tanti aspetti.

Unboxing Realme 7 Pro

La confezione del Realme 7 Pro custodisce, oltre allo smartphone, un oggetto tecnologico avanzato e pregiato, che testimonia il know-how di BBK Electronics, o meglio dire di Oppo, in questo campo. Parlo del trasformatore per la ricarica da 65W, uno splendido accessorio che permette allo smartphone di passare dallo 0% di batteria al 50% in 15 minuti e di arrivare al 100% in appena 35 minuti, grazie alla tecnologia SuperDart.

BBk Electronics è l’azienda che controlla OnePlus, Vivo, Oppo e proprio dalla costola di quest’ultima sarebbe nata Realme. Tutti questi brand hanno implementato nei loro prodotti tecnologie innovative e molto simili per la ricarica rapida. Nello specifico Oppo, che ha portato sul mercato la ricarica a 65W già sul finire dello scorso anno. Trovare lo stesso caricatore e la stessa tecnologia sul Realme 7 Pro, più economico rispetto ai top di gamma di Oppo, rappresenta un’ottima trovata.

Scheda tecnica Realme 7 Pro

Realme 7 Pro è equipaggiato con il Qualcomm Snapdragon 720G, supportato da 8GB di RAM, da 128GB di memoria UFS 2.1 espandibile e dalla GPU Adreno 618. Interessante il display, una unità AMOLED da 6,4 pollici con il foro per la fotocamera anteriore da 32 MP. Il comparto posteriore, invece, è costituito da un sensore principale da 64 MP, da uno da 8MP grandangolare (campo visivo di 119°), da un sensore in bianco e nero e da uno macro. Di seguito la scheda tecnica completa:

Versione Sistema OperativoAndroid 10 Realme UI
Peso182 grammi
CPUSnapdragon 720G Qualcomm SM7125 2x 2.3 GHz Kryo 465 Gold + 6x 1.8 GHz Kryo 465 Silver
GPUAdreno 618
RAM (GB)6 GB
Memoria interna (GB)128 GB
Pollici Display6.4
Risoluzione Display1080 x 2400 pixel
Tipologia DisplaySuper AMOLED colori 16 milioni Gorilla Glass 3 Plus
Megapixel Fotocamera64
Capacita batteria (mAh)4500

Vai alla scheda completa: Scheda tecnica Realme 7 Pro.

Design Realme 7 Pro

C’è ricerca sul design al posteriore. Realme 7 Pro non ha un prezzo eccessivo, ma la sensazione di prodotto non di prima fascia non si evince al tatto. Realme ha lavorato bene sulla plastica al posteriore: sembra alluminio, grazie anche alla finitura opaca che crea giochi di luce.

A raccordare il posteriore con l’anteriore ci pensa un frame in alluminio che ospita il carrellino per la doppia SIM e l’espansione di memoria, il bilanciere del volume ed il pulsante di accensione, impreziosito da un dettaglio di colore giallo, tonalità che identifica la marca cinese.

Realme 7 Pro è costruito secondo i dettami estetici moderni: il modulo fotografico posteriore testimonia quanto l’azienda sia al passo con i tempi. Inoltre, lo spessore del modulo non è eccessivo e non disturba l’utente durante l’utilizzo ad una mano.

Display Realme 7 Pro

L’azienda cinese ha scelto di installare sul proprio smartphone un display di grande qualità. Si tratta, nello specifico, di un pannello Super Amoled da 6,4 pollici, 409 ppi, forato in alto a sinistra per ospitare un camera da 32MP. Non c’è la possibilità di variare in maniera dinamica la frequenza di aggiornamento del display: sono attivi solo i 60Hz, ma l’appagamento dovuto alle immagini riprodotte dal Realme 7 Pro non fanno assolutamente rimpiangere una frequenza di aggiornamento maggiore.

Nelle impostazioni, tra l’altro, è possibile tararlo scegliendo la visione “Delicata” (sRGB), quella “Vivace” (P3) oppure “Brillante“, che satura ancora maggiormente le immagini. Scegliendo la modalità P3 si risalta le caratteristiche dello schermo: le immagini sono brillanti, i neri assoluti e la visibilità sotto al sole è ottima.

In ogni condizione di utilizzo, il pannello è sempre visibile

Per giustificare l’utilizzo di tale hardware su uno smartphone di fascia media, Realme ha limitato la frequenza di aggiornamento a 60Hz e ha trascurato l’ottimizzazione delle cornici. La scheda prodotto parla di un rapporto schermo-scocca del 90,8%, ma la differenza di spessore dei bordi tutto intorno allo schermo è tangibile e differenzia Realme 7 Pro da uno smartphone più pregiato.

Utilizzo Realme 7 Pro

Realme 7 Pro ha tutto il necessario per affrontare i task quotidiani senza affanni. A muovere tutto il sistema è installato il Qualcomm Snapdragon 720G, supportato da 8GB di RAM, da 128GB di memoria interna UFS 2.1 espandibile e dalla GPU Adreno 618. Il processore di fascia media riesce a gestire tutte le applicazioni dello Store senza il minimo lag, senza incertezze.

Si tratta di un processore che si posiziona appena al di sotto del conosciuto Snapdragon 765, installato all’interno del cugino Oppo Find X2 Neo. Manca il supporto alle reti di nuova generazione, questo è vero, ma per il resto l’hardware a disposizione è più che sufficiente per affrontare con tranquillità tutte le attività quotidiane.

Anche il software, in questo senso, dà una grande mano. A bordo troviamo Android 10, impreziosito dalla personalizzazione ColorOS 7, proveniente direttamente da Oppo. Questa interfaccia utente è maturata molto negli ultimi mesi ed è diventata un valore aggiunto per i dispositivi delle due aziende.

Ci sono l’Always-On-Display, le gesture di navigazione, la barra laterale intelligente, che permette di visualizzare in una schermata flottante tutte le app installate e lo Spazio Gioco, che concede all’utente tutta la potenza dell’hardware installato per apprezzare al massimo i giochi eseguibili sullo smartphone.

Gli unici due aspetti che non ho apprezzato particolarmente sono la vibrazione ed il sensore di impronte sotto al display. Quest’ultimo è lo stesso del cugino Oppo Find X2 Neo, provato qualche mese fa. Lo sblocco è lento e per far leggere l’impronta occorre far aderire bene il dito sul vetro. Lo avevo definito inaccettabile su uno smartphone da circa 800 euro. In questa fascia di prezzo, invece, la soluzione adottata si lascia apprezzare, anche se la concorrenza fa meglio. Per quanto riguarda la vibrazione, questa è molle e poco gradevole, ma non si può pretendere tutto a questo prezzo, no?

Fotocamera Realme 7 Pro

La scritta 64 MP si fa notare da lontano, risalta sul fondo nero del modulo fotografico posteriore. Ci sono quattro lenti a corredo: una 64 MP, apertura f/1.8, una 8 MP grandangolare, angolo di 119 gradi, un sensore in bianco e nero e uno macro. C’è tutto per fare un ottimo lavoro. La fotocamera, principale, nello specifico, è quella che regala le soddisfazioni maggiori. Le foto realizzate di giorno sono ricche di dettaglio ed hanno sempre un ottimo bilanciamento del bianco. D’altra parte, quale telefono regala pessimi risultati in condizioni di luce ottimali?

Allora prendiamo in considerazione le immagini catturate di notte o in condizioni difficili. In questo caso la modalità notturna migliora l’illuminazione del frame catturato. C’è del rumore video, ma il risultato è ottimo per un utilizzo social. Bene la modalità Ritratto, anche se si nota l’artefatto software.

Interessante la stabilizzazione video, sia con la camera principale che con quella grandangolare. Il software studiato da Oppo e donato a Realme regala risultati entusiasmanti. L’unico limite è dato dalla qualità della camera grandangolare: se si usa l’Ultra Steady Video 2.0 con la grandangolare e le condizioni di illuminazione non sono ottimali, il video risulta granuloso. In tutti gli altri casi, Realme 7 Pro è un ottimo compagno di ripresa!

Conclusioni Realme 7 Pro

Realme ha lavorato per contenere i costi. Realme 7 Pro viene proposto ad un prezzo di 319,90 euro nella sola variante con 8GB di RAM e 128GB di memoria interna espandibile. Attenzione alla promozione in atto: solo il 13 e il 14 ottobre 2020 verrà lanciato a 289,90 euro. Un prezzo davvero interessante, al quale difficilmente si può rinunciare.

Parliamoci chiaro. Realme 7 Pro offre un’esperienza di utilizzo completa. E’ affidabile e appagante utilizzarlo, grazie al pannello Super AMOLED di grande pregio. Bisogna fare a meno dei 90Hz, ma la qualità delle immagini riprodotte non fa rimpiangere tale mancanza. Nonostante la scheda tecnica non di primo livello, non soffre mai di lag o di impuntamenti. Nell’uso quotidiano lo smartphone non mostra mai il fianco.

Uno smartphone ha la funzione di effettuare chiamate di qualità e di accompagnare l’utente durante tutta la giornata. Il device di Realme ha una buona parte radio: il segnale è stabile e la capsula auricolare riproduce suoni chiari e puliti. Interessante anche sul fronte autonomia. La batteria da 4.500 mAh dura tutto il giorno e si ricarica in maniera istantanea con la SuperDart a 65W.

Realme 7 Pro è lo smartphone da considerare se si ha un budget di circa 300 euro: non teme la concorrenza. Sono i big del settore che ormai si devono guardare da Realme.

Offerte Realme 7 Pro

  • Display:6.4
  • CPU:Snapdragon 720G Qualcomm SM7125 2x 2.3 GHz Kryo 465 Gold + 6x 1.8 GHz Kryo 465 Silver
  • RAM:6 GB
  • Memoria Interna:128 GB Espandibile
  • Fotocamera:64Mp
  • Sistema Operativo:Android 10 Realme UI
realme 7 Pro, Display Super AMOLED 6.4", Processore Otto - Core Snapdragon 720G, 8 GB RAM + 128 GB ROM, Fotocamera Quadrupla Sony da 64 MP + Fotocamera Selfie 32 MP, Blu

Pro

  • Display
  • Durata batteria
  • Software

Contro

  • Lettore d'impronte poco preciso
  • Vibrazione molle

I nostri voti

Design7.4
Display8.5
Audio7
Utilizzo6.5
Autonomia8.5
Fotocamera - Video7
Rapporto qualità - prezzo7.5
Voto finale7.5

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.