L’autunno si avvicina, e Samsung è quasi in procinto di annunciare la versione 2017 degli smartphone appartenenti alla sua linea Galaxy A. Ma in realtà, anche se il refresh 2016 di tutti gli esponenti della linea A è già stato presentato nel corso dell’anno ed è attualmente in commercio nei mercati di riferimento, c’è un modello che manca all’appello: si tratta del Galaxy A8, la cui versione 2016 non è stata ancora avvistata. Fino ad oggi.

Se l’annuncio del nuovo telefono è probabilmente imminente, possiamo infatti osservare per la prima volta alcuni rendering del Samsung Galaxy A8 (2016) che sono stati diffusi da uno dei leaker più attivi del momento, ovvero @OnLeaks. Il terminale è caratterizzato da un design a doppio vetro – da alcuni soprannominato “glass sandwich“, con protezioni in vetro 2.5D che ricoprono sia il lato anteriore che quello posteriore del telefono. Per questo motivo, in qualche modo il nuovo Galaxy A8 ricorda le linee dell’attuale smartphone flagship di Samsung, il Galaxy S7. Grazie ad alcuni benchmark scovati in rete negli ultimi tempi e a indiscrezioni relative alle varie certificazioni, siamo in grado di fornire alcune informazioni tecniche – non ufficiali, sia chiaro – sul Galaxy A8 (2016).

Si tratterebbe di un telefono con dimensioni pari a 156.5 x 77.5 x 7.3 millimetri, dotato di un display Super AMOLED da 5.7 pollici Full HD con risoluzione pari a 1920 x 1080 pixel, ed equipaggiato con il chipset proprietario Exynos 7420, cui si affiancherebbero 3GB di memoria RAM e 32GB di memoria interna espandibili tramite slot microSD. Le fotocamere dovrebbero essere da 16MP (posteriore) e 5MP (anteriore). Non mancherà un sensore fingerprint integrato sull’home button. Il sistema operativo, infine, sarà Android 6.0.1 Marshmallow. Si noti che, se le indiscrezioni venissero confermate, il Galaxy A8 avrebbe un display con dimensioni pari a quelle del Note 7. Che l’azienda sudcoreana avesse deciso di ritardarne l’uscita per lasciare campo libero al suo prodotto di punta – anche se quest’ultimo è stato coinvolto nello scandalo delle batterie difettose?

Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: