Il ritiro dal mercato del phablet Note 7 è una ferita ancora aperta per Samsung, che si trova adesso a fronteggiare la diffidenza dei consumatori. A più riprese l’azienda ha tentato di rassicurare gli utenti, spiegando che il tragico problema delle batterie difettose riguarda solo e solamente la propria linea di prodotti Note 7 e non tange in alcun modo gli altri smartphone realizzati Samsung. Il verificarsi di alcuni casi di combustione delle batterie di device appartenenti alla gamma Galaxy S7 ha però costretto sulla difensiva la compagnia sudcoreana.

Samsung Galaxy S7 problema batteria

Venerdì scorso Samsung ha infatti rilasciato un comunicato stampa con il quale si è inteso negare la presenza di un problema sistematico. Gli incidenti verificatisi sarebbero da ricondursi ad un “grave danneggiamento esterno dei dispositivi”:

“Samsung è riafferma la qualità e sicurezza della famiglia di smartphone Galaxy S7. Ad ora non sussistono casi confermati di cedimento della batteria interna su questi dispositivi all’interno di un bacino di 10 milioni di unità utilizzate dai consumatori all’interno del mercato statunitense; abbiamo tuttavia constatato alcuni incidenti causati da gravi danneggiamenti esterni. Fino a quando Samsung non sarà in grado di ottenere ed esaminare ognuno dei terminali coinvolti non sarà possibile determinare la vera causa degli incidenti.”

galaxy s7 batteria

La vicenda dei Note 7 ha portato ad una flessione dei profitti di Samsung del 30% su base annua; è evidente che l’azienda non può permettersi altri passi falsi in vista delle festività natalizie.

Via

Partecipa alla discussione