Sembrava non dovessero esserci particolari sorprese da parte di Apple durante questa WWDC 2017, avevamo ricevuto tante notizie sulle presunte novità (alcune azzeccate, altre decisamente meno) ed invece sono stati presentati due nuovi prodotti: iMac Pro e HomePod.

Si tratta di due dispositivi completamente diversi per utilizzo e finalità ma che sono accomunati dal fatto di esser stati presentati con larghissimo anticipo rispetto al lancio – non a caso Apple non parla di vera e propria presentazione ma di Sneak Peek – in quanto non li vedremo prima di Dicembre 2017.

iMac Pro

iMac Pro è la fusione di iMac e Mac Pro, con il design del primo e la colorazione black del secondo, diventando la macchina da lavoro professionale senza apparenti compromessi. Oltre al solito, fantastico display 5K da 27″ che supporta 1 miliardo di colori, iMac Pro può essere equipaggiato con processore Intel Xeon fino a 18-Core, 128GB di RAM ECC DDR4 e 4TB di SSD con velocità fino a 3GB/s.

Anche il comparto grafico è di tutto rispetto, grazie al supporto alle nuove GPU Radeon Pro Vega con 16GB di memoria video, con possibilità di espansione di altissimo livello con 4 Thunderbolt 3/USB-C, 4 porte standard USB, lettore SD ad altissima velocità e la porta Ethernet 10GB.

“Il Mac più potente di sempre” sembra dotarsi anche di una nuova tastiera wireless estesa a 104 tasti ed un nuovo Magic Mouse, entrambi di colorazione Space Gray per integrarsi al meglio con la nuova colorazione di iMac Pro.

iMac Pro arriverà come detto a Dicembre ad un prezzo che parte da 4999$ per il modello con processore Xeon 8-core, 32GB di RAM e 1TB di SSD.

HomePod

Ne avevamo parlato qualche tempo fa, ed oggi il nuovo speaker per la casa di Apple è realtà: ecco HomePod, un dispositivo che nelle intenzioni di Apple dovrebbe reinventare l’ascolto musicale wireless casalingo come ha già fatto iPod con la musica portatile.

HomePod nasce dalla necessità di combinare un’esperienza di ascolto superiore ed essere un compagno fidato in tante operazioni quotidiane. Ovviamente il punto di forza di questo speaker è l’integrazione con tutti i servizi di Apple, come Apple Music che può essere gestito in maniera autonoma direttamente dallo speaker.

Per quanto riguarda le specifiche, Apple ha inserito il processore A8 (quello che è montato sugli iPhone 6 leggermente underclockato per un maggiore risparmio energetico), con un potente woofer superiore e ben 7 tweeter posti sulla parte bassa del dispositivo, per un suono ampio e bilanciato. Importante anche la dotazione di microfoni, in totale sono 6: grazie alla progettazione di Apple, è possibile ascoltare i comandi vocali anche a distanza e durante la riproduzione sonora.

Ovviamente è presente Siri come assistente vocale, che permette sia di controllare la riproduzione musicale, ma allo stesso tempo risponde a domande su meteo, risultati sportivi o notizie e può anche gestire i dispositivi di casa che sono connessi con HomeKit.

HomePod Apple WWDC 2017

HomePod arriverà sempre a fine Dicembre a 349$, ma la disponibilità (inizialmente) sarà appannaggio di Australia, USA e Regno Unito,


Partecipa alla discussione