Philips punta tutto su display, gaming e produttività con il Momentum 4K 278M1R annunciato a luglio dello scorso anno che si distingue per un bel design, un pannello 4K e una caratteristica unica come l’Ambiglow oltre ad una serie di caratteristiche tecniche che lo rendono molto versatile. In un periodo in cui lo smart working è divenuto ormai una certezza è fondamentale migliorare la propria postazione rendendola più efficiente, comoda e versatile. Con questo monitor migliorerete la produttività, giocherete ad un altro livello e vi godrete i contenuti multimediali ai massimi livelli.

Philips Momentum 4K 278M1R  è un prodotto che può far gola ai gamer, ai professionisti  e anche ai classici utenti domestici. In questa prova vedremo come si comporta e quali sono i vantaggi a lavorare con un monitor così avanzato e curato.

Philips Momentum 4K 27- Unboxing

La confezione del monitor Philips Momentum 4K 27 è molto ricca. Troviamo infatti l’alimentatore, un cavo HDMI e uno DisplayPort. Ho apprezzato molto la scelta di Philips di integrare due cavi diversi, dettati anche dal fatto che il Momentum 4K ha diverse porte a disposizione. Piccola nota di demerito per l’alimentatore, dimensioni veramente importanti.

Specifiche tecniche Philips Momentum 4K 27
  • Tipo schermo LCD: Tecnologia IPS
  • Retroilluminazione: Sistema W-LED
  • Dimensioni pannello: 27″ / 68,6 cm
  • Risoluzione massima: 3840 x 2160 a 60 Hz*
  • Densità dei pixel: 163 PPI
  • Tempo di risposta: 4ms
  • Low Imput Lag
  • Luminosità: 350  cd/m²
  • Angolo di visione 178º (O) / 178º (V)
  • HDR 400
  • Spettro di colori: NTSC 91%*, sRGB 105%*, Adobe RGB: 89%*
  • LowBlu Mode
  • sRGB
  • Ambiglow ai 4 lati
  • HDMI (2.0 x 2)
  • 1 DisplayPort
  • USB: USB-B x 1 (upstream), USB 3.2 x 4 (downstream con 2 ricariche rapide B.C 1.2)

Philips Momentum 4K 27 – Materiali e design

La base del monitor, chiamata Ergo, è a forma di T ed è molto robusta ed è molto bella visivamente. È di colore grigio opaco, scelta eccellente in quanto non si vedono polvere, ditate e graffi.

La base occupa una buona porzione della scrivania ma permette di regolare il monitor in altezza, rotazione ed inclinazione. Questa caratteristica non è comune e rende il monitor adatto veramente a tutti i tipi di utenti.

Il design del Philips Momentum 4K 27 è ricercato ed è adatto ad un pubblico variegato, c’è una totale assenza del classico stile da gaming e ho apprezzato molto questa scelta. La qualità costruttiva è ai massimi livelli, in queste settimane mi ha dato un’importante senso di robustezza.

Il pannello ha delle cornici ridotto all’osso, ai lati è presente un bordo leggermente più grande che circonda il display quando è acceso. Sotto il monitor troviamo un pannello opaco più grande e ruvido che copre la parte inferiore dello schermo dove è presente il logo Philips e la piccola spia di alimentazione.

Nella parte posteriore del Philips Momentum 4K 27 c’è una caratteristica inedita, i LED Ambiglow ai quattro lati di cui parleremo più avanti.

Philips Momentum 4K 27 – Connettività

La connettività del Philips Momentum 4K 27 è al massimo livello. Sul retro del monitor troviamo molto porte, per la parte video troviamo due porte HDMI 2.0 e una DisplayPort: utilissime se abbiamo più dispositivi collegati e vogliamo switchare tra essi.

Continuando con le porte troviamo un connettore audio jack da 3,5 mm, una porta USB-B upstream per la calibrazione e quattro porte USB 3.2, due di queste supportano la ricarica rapida utilissime quindi perché ci evitano di collegare altri hub al computer.

Philips Momentum 4K 27 – Funzionalità e Tecnologie

Ambiglow

Una delle caratteristiche che ho apprezzato di più di questo Philips Momentum 4K 27 è sicuramente l’Ambiglow. Una tecnologia che permette di illuminare l’ambiente dietro il monitor con una luce RGB. Il risultato non è solo estetico, l’ho utilizzato quasi sempre e ho notato un riposo maggiore per i miei occhi. La sensazione è veramente piacevole, si apprezza molto nei contenuti multimediali. Il sistema Ambiglow può essere impostato su ben tre livelli di luminosità.

Il suo funzionamento è semplice, potrete scegliere tre modalità: colore fisso, rotazione colori, automatico. Quest’ultima è la modalità che ho preferito, i colori riflettono ciò che viene riprodotto su schermo.

Low Input Lag

Il monitor Philips Momentum 4K 27 include il Low Input Lag che riduce al minimo il ritardo tra gli input sul controller e la loro visualizzazione sul display. In ambito gaming questa caratteristica è fondamentale, pensate a giochi competitivi come Call of Duty che richiedono reazioni e movimenti rapidi.

SmartImage

Philips Momentum 27 ha un accesso rapido OSD dedicato ai giocatori con diverse opzioni. È presente la modalità “FPS” (First person shooting) che migliora i temi scuri nei giochi aiutando a vedere gli oggetti nascosti nelle zone scure. Utile anche la modalità  “Racing” che adatta il display con il tempo di risposta più veloce, colori elevati e regolazione dell’immagine. Interessante invece la modalità “RTS” (Real time strategy) che dispone di una speciale modalità SmartFrame che permette di evidenziare un’area specifica consentendo di regolare l’immagine e le dimensioni.

FlickerFree

La retroilluminazione LED può affaticare la vista e può provocare sfarfallii ad alcuni utenti. Philips integra nel Momentum 4K la tecnologia Flicker-Free che regola la luminosità e riduce lo sfarfallio, per una visione ottimale.

Philips Momentum 4K 27 – Qualità del pannello

La qualità del pannello del Philips Momentum 4K 27 è eccellente. Come detto si tratta di un’unità da 27 pollici con risoluzione 4K UHD (3840 x 2160 pixel) e refresh rate da 60Hz, poteva forse starci un altro refresh rate ma il prezzo sarebbe sicuramente lievitato.

Il pannello arrivata calibrato dalla fabbrica e sono rimasto piacevolmente sorpreso. L’uniformità della luminosità è ottima, Philips dichiara il 100% su 25 punti misurati sul display. L’obiettivo del produttore per il valore Delta E (una metrica per il calcolo della precisione del colore) è eccellente ed è sotto il 2.

Per quanto riguarda la copertura cromatica, Philips Momentum 4k 27 copre il 105% della gamma sRGB, il 91% NTSC e l’89% Adobe RGB.

Il tempo di risposta del monitor è di 4 ms, un dato buono ma altri competitor da gaming fanno meglio.

HDR

IL 278M1R ha la certificazione Philips Momentum 4K 27, quando visualiziamo una sorgente HDR abbiamo anche il WCG (Wide Color Gamut) abilitat. Questa feature consente di visualizzare una gamma di colori molto più ampia rispetto a un’immagine SDR tradizionale. Le immagini prodotte da questo monitor sono eccezionali in tutti i contesti,, così come il bilanciamento del bianco e nessuna banding visibile attraverso lievi variazioni di gradazione del colore.

Luminosità

La luminosità dichiarata dall’azienda è un buon 368 cd / m2 (350 cd / m2 specificato). Il Momentum 278M1R è dotato di un pannello IPS, quindi i neri e il conseguente rapporto di contrasto di 1000: 1  dovrebbero risultare nella media. Nel mio uso quotidiano il mio giudizio è nettamente superiore alla media. Non ho trovato particolari criticità nella visualizzazione in ambienti con scarsa illuminazione, il Momentum conserva molti dettagli nelle scene scure.

Angoli di visualizzazione

Il pannello è IPS e gli angoli di visualizzazioni sono molto buoni. Philips Momentum 4K offre un’ottima visualizzazione anche se visto fuori centro, anche la luminosità e l’uniformità dell’immagine rimane costante. Comunque, sono situazione altamente improbabili per l’utente, visto il fatto che la base permette regolazioni in altezza, profondità e direzione.

Philips Momentum 4K 27 – Audio integrato

Il monitor Philips Momentum 4K ha due casse stereo da 5W, sono posti sulla parte superiore del retro del monitor. La qualità degli altoparlanti è decisamente superiore alla media. Il volume al 100% è decisamente alte, probabilmente peccano sui bassi ma per l’80% degli utenti va più che bene.

La regolazione del volume è gestita da Windows e funziona bene, nel caso di MacOS purtroppo sono stato costretto a regolarlo dal menù del monitor ed è stato davvero scomodo. Non è una critica al monitor sicuramente, purtroppo Apple non permette la gestione del volume su HDMI/DisplayPort.

Nell impostazioni è possibile attivare l’audio DTS che permette di ottimizzare la riproduzione di musica, film, contenuti in streaming e giochi sul PC.

Philips Momentum 4K 27- Conclusioni

Ho trascorso diverse settimane in compagnia del Philips Momentum 4K e l’ho apprezzato in tutte le sue sfaccettature. Il prodotto viene presentato ad un target gaming ma personalmente lo ritengo a fuoco anche per un uso più generalista. Il refresh rate a 60hz è probabilmente il suo unico difetto e alcuni gamer potrebbero storcere il naso ma per il resto il monitor è eccellente sotto tutti i punti di vista. Ho apprezzato tanto la modalità Ambiglow e la visione di contenuti HDR che lo rendono perfetto sia per lo smartworking che per la visione di contenuti multimediali. Nota di merito anche al numero di porte messe a disposizione, non potevamo chiedere di meglio.

Lo consiglierei?

Il mio setup quotidiano prevede l’utilizzo di un MacBook Pro 13 con il suo meraviglioso display retina, durante il giorno però sono spesso costretto a collegarlo al mio, ormai non più giovane, monitor 27 pollici FullHD. Il divario è enorme e i miei occhi avvertono la differenza.

Sono mesi quindi che cerco un monitor 4K da 27 pollici da affiancare al mio MacBook Pro ed ho avuto finalmente la possibilità di provare il Philips Momentum 4K. È stato inserito nella mia whishlist e sarà il mio prossimo acquisto.

Offerte Philips Momentum 4K 27

Il Philips Momentum 278M1R ha un prezzo di lancio di 449 euro. In alcuni periodi è possibile trovarlo su Amazon e in altri store online al prezzo di 399 euro. È sicuramente un ottimo prezzo che lo pone nella fascia intermedia  dei prodotti 4K IPS. Dai un’occhiata ai migliori monitor gaming.

Philips monitor da scrivania

Galleria

I nostri voti

Design9
Qualità pannello9
Audio7.5
Costruzione9
Connettività10
Funzionalità9
Voto finale8.9

Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.