La Color OS 13 basata su Android 13 per i dispositivi OPPO è oramai arrivata, infatti in queste ultime settimane è iniziato il rollout globale a cominciare dai dispositivi della famiglia Find X5 e progressivamente si espanderà a tutto l’ecosistema OPPO tra cui la nuova serie RENO 8.

Nonostante abbiamo visto già diversi approfondimenti sulle novità della Color OS 13, a cominciare dall‘Aquamorphic design inspirato al movimento dell’acqua, oggi vediamo altre novità introdotte con questa nuova versione della UI di OPPO.

Migliorare la produttività su più dispositivi

OPPO aveva già introdotto su ColorOS 12 la funzione Multi-Screen Connect e ora, con la nuova versione del sistema operativo, ha fatto un ulteriore passo avanti per integrare questo strumento con alcune nuove funzionalità.

L’aggiornamento di Multi-Screen Connect, infatti, ora include anche il supporto per OPPO Pad Air, il primo tablet lanciato dal brand con display 2K, che ora può sincronizzarsi e interagire facilmente con altri smartphone OPPO. Infatti, basta attivare la funzione Multi-Screen Connect dal menù rapido per connettere uno smartphone ad OPPO Pad Air, supportando operazioni come la proiezione dello schermo, il controllo inverso, il trasferimento di file e il copia e incolla di testo tra i dispositivi.

Anche la connessione tra PC e dispositivi OPPO è stata migliorata con ColorOS 13: ora, infatti, Multi-Screen Connect supporta la visualizzazione simultanea di due diverse app per smartphone e il mirroring dello schermo su un PC, consentendo agli utenti di lavorare più facilmente con più app sullo schermo principale invece di passare da una all’altra sullo smartphone, contribuendo a migliorare significativamente l’esperienza del multitasking.

Inoltre, l’aggiornamento di Multi-Screen Connect rende molto più semplice e veloce il trasferimento di file di diversi formati, tra cui immagini, musica, documenti e video, tra i dispositivi. Per esempio, il trasferimento rapido di file da uno smartphone a un tablet OPPO o da uno smartphone a un PC può essere effettuato senza consumare dati mobili. Gli utenti, inoltre, possono anche beneficiare della funzione Nearby Share di Android 13, che può essere utilizzata per trasferire file tra uno smartphone e un dispositivo Windows nelle vicinanze e per condividere appunti tra i device.

Aumentare l’efficienza delle riunioni a distanza

Poiché il lavoro a distanza sta diventando una modalità sempre più diffusa, OPPO ha introdotto su ColorOS 13 la funzione Meeting Assistant per contribuire ad aumentare la produttività durante le riunioni online. Quando lo smartphone rileva la partecipazione a una riunione online, assegna automaticamente più risorse di rete alle app in uso, come Zoom, Microsoft Teams e Google Meet, per assicurare una connessione più stabile e di qualità superiore, mentre Meeting Assistant ottimizza la ricezione di notifiche per ridurre al minimo le distrazioni.

Protezione della privacy e della sicurezza dei dati

ColorOS 13 offre anche un’ottimizzazione delle funzioni di privacy e sicurezza per aiutare gli utenti a sentirsi protetti durante l’utilizzo dei loro dispositivi e liberi di condividere i loro screenshot in modo privato. OPPO, infatti, ha introdotto la funzione Auto Pixelate all’interno di ColorOS 13 che, basandosi sull’algoritmo del dispositivo, analizza le immagini in tempo reale, riconoscendo e oscurando automaticamente informazioni sensibili, quali foto profilo o nomi, sulle schermate delle chat di Facebook Messenger e WhatsApp.

Inoltre, il nuovo Private Safe di ColorOS 13 prevede l’adozione del diffusissimo algoritmo Advanced Encryption Standard, che mantiene immagini, video e altri file crittografati e archiviati in una directory privata e bloccata, rendendoli condivisibili e trasferibili solo dopo essere stati decifrati, garantendo così un livello di sicurezza estremamente elevato.

Tra le funzionalità di Privacy di Android 13 integrate in ColorOS 13, sono state introdotte la possibilità di eliminare automaticamente i dati copiati negli appunti dopo un breve periodo di tempo e l’annullamento delle richieste di autorizzazioni per la localizzazione quando ci si connette al Wi-Fi. ColorOS 13, inoltre, offre un maggior numero di opzioni per la concessione dei permessi di notifica, consentendo agli utenti non solo di impedire l’accesso e la divulgazione di informazioni personali, ma anche di ridurre al minimo le interruzioni provocate da notifiche indesiderate.

ColorOS 13, grazie alla completezza delle sue funzioni per la privacy e la sicurezza, ha ricevuto riconoscimenti da organizzazioni autorevoli come ISO, ePrivacy e TrustArc, per le sue capacità di protezione degli utenti ad un livello che supera gli standard del settore.


Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Co-fondatore e amministratore di Techzilla. Adora le nuove tecnologie e si occupa principalmente dell'amministrazione, del settore marketing e dell'aspetto grafico del sito.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.