Nel 2016 alcuni produttori di smartphone hanno provato a percorrere la via del modulare: dispositivi quali LG G5 o Lenovo Moto Z hanno provato a rivoluzionare il settore, ma la risposta tiepida dei consumatori ha fatto presto capire che i tempi non sono ancora maturi. A suggellare definitivamente – almeno per ora – il sogno del modulare ci ha pensato Google, sospendendo il proprio Project Ara.

Non sorprende dunque che le prime immagini leaked del futuro flagship di casa LG, vale a dire LG G6, certifichino l’abbandono dell’approccio modulare da parte del produttore sudcoreano, che sembrerebbe esser deciso a tornare sui propri passi e proporre una soluzione dalle fattezze non dissimili da quelle di molti smartphone di fascia premium rilasciati nel corso del 2016. I rendering 3D provengono da un video realizzato da GearIndia in collaborazione col noto leaker OnLeaks.

LG G6 dovrebbe montare un pannello da 5.3 pollici Quad HD/2K da 2560 x 1440 pixel molto simile a quello del suo predecessore, anche se stando a quanto si può evincere dal video, lo schermo sarà completamente piatto e non stondato ai lati come quello di LG G5. Non sono ancora disponibili informazioni circa la componentistica hardware interna, sebbene ci si aspetti l’impiego di una soluzione top di gamma come il chip Qualcomm Snapdragon 835, recentemente annunciato dall’azienda americana assieme a Samsung.

Le dimensioni del telefono saranno di 148.8 x 72.3 x 8 millimetri, anche se in prossimità del comparto fotografico, composto da due sensori non identici – probabilmente uno classico ed uno grandangolare come su LG G5 – affiancati da un Flash LED dual tone, lo spessore sarà di 8.3 millimetri. Il dispositivo sembrerebbe essere composto da un corpo unibody realizzato interamente in metallo, il che significa che la batteria potrebbe non essere facilmente accessibile e dunque autonomamente sostituibile. Il sensore biometrico fingerprint per l’autenticazione sarà posto sul pulsante di accensione, locato al di sotto della doppia fotocamera.

Stupisce la presenza del jack audio da 3.5 millimetri: LG ha deciso di continuare a preservarlo, montandolo sulla cornice superiore. Sul lato inferiore troverà invece posto una porta USB Type-C, a fianco della quale si trovano lo speaker e il microfono. A differenza di quanto accaduto con i dispositivi di passata generazione, LG avrebbe intenzione di lanciare il G6 con finitura sia opaca che lucida. La variante glossy potrebbe utilizzare per il lato posteriore quel che viene definito come un “materiale metallico ad alta riflettività”.

L’ultima novità riguarda il meccanismo di ricarica della batteria, che dovrebbe sfruttare la tecnologia wireless e sarebbe capace di fornire fino al 50% di carica in soli 30 minuti. Ne sapremo di più in occasione del Mobile World Congress 2017 del prossimo febbraio.

Via

Partecipa alla discussione