Stando a fonti provenienti dalla Corea, Samsung avrebbe finalmente finalizzato le specifiche e il design del suo prossimo flagship Galaxy S8, realizzandone un prototipo e inviandolo al proprio amministratore delegato e al proprio vicepresidente. L’idea di integrare una doppia fotocamera posteriore sul modello Galaxy S8 sarebbe tramontata per via di costi di produzione troppo elevati, e dunque probabilmente solamente il Galaxy S8 Plus potrà beneficiarne.

La notizia che ha generato più dibattito riguarda però il tasto fisico home, il quale, stando ai report, non sarà più presente su entrambi i modelli. Galaxy S8 e S8 Plus saranno quindi i primi smartphone della famiglia Galaxy ad esserne privi. Questo cambiamento comporterà lo spostamento del sensore biometrico fingerprint per il riconoscimento delle impronte digitali, che verrà situato sul retro del telefono.

samsung galaxy s8
Presunto prototipo di Samsung Galaxy S8

È stato confermato, inoltre, il cambio di dimensioni dei due terminali: Samsung Galaxy S8 beneficerà di uno schermo da 5.7 pollici, mentre Samsung Galaxy S8 Plus (ex-Edge, dal momento che entrambi dovrebbero adoperare uno schermo OLED curvo) monterà un pannello da ben 6.2 pollici. Le maggiori dimensioni dello schermo potrebbero essere esaltate dall’impiego di un rapporto screen-to-body molto elevato e simile a quello del “concept-phone” Xiaomi Mi Mix.

I nuovi Galaxy S8 dovrebbero montare 6GB di memoria RAM, una memoria interna di base pari a 64GB e chip Qualcomm Snapdragon 835 (per il mercato USA) o Exynos 8895 (altri mercati extra-USA). Il punto di forza dei nuovi terminali, tuttavia, dovrebbe essere costituito dal software AI Bixby, assistente basato sull’intelligenza artificiale che si propone come alternativa a Siri di casa Apple.

Ci si aspetta che i flagship Samsung di nuova generazione vengano commercializzati a partire dal mese di aprile, anche se in considerazione del fatto che terminali concorrenti quali LG G6, HTC 11 e Nokia 8 verranno presentati nel corso del Mobile World Congress 2017 l’azienda sudcoreana potrebbe provare a stringere i tempi.

Fonte

Partecipa alla discussione