I risultati finanziari relativi all’ultimo trimestre fiscale di BlackBerry sono tornati a essere positivi, una vera boccata d’ossigeno per l’azienda canadese che solo fino a qualche mese fa era già con un piede nella fossa, pronta a uscire definitivamente dal mercato degli smartphone. Forse è presto per parlare di resurrezione e definitiva risoluzione della crisi finanziaria e di vendite della casa della Mora, ma il merito della ripresa è sicuramente del BlackBerry Priv, lo smartphone con tastiera fisica e Android come sistema operativo che è stata una vera scommessa.

Blackberry-priv 4

BlackBerry infatti aveva fatto sapere che se anche questa mossa fosse fallita l’azienda avrebbe smesso di produrre smartphone. Fortunatamente a qualche mese di distanza dal alncio si può dire quantomeno che la scommessa sia stata vinta e se al momento BlackBerry resta comuqnue traballante, i conti sono tornati a essere positivi e ci si apsetta che migliorino ulteriormente nei prossimi trimestri.

Nel trimestre preso in esame infatti i ricavi non-GAAP, cioè quelli che derivano da software e servizi, ammontano a 557 milioni di dollari, il 14% in più rispetto al trimestre precedente, con una ripartizione dei ricavi del 29% per software e servizi, del 31% per tasse e servizi (SAF) e infine del 40% rappresentato da hardware e altri tipi di entrate. I ricavi GAAP invece hanno portato nelle casse della società altri 548 milioni di dollari.

BlackBerry Priv

5.4

Qualcomm MSM8992 Snapdragon 808 Dual-core 1.8 GHz Cortex-A57 + Quad-core 1.44 GHz Cortex-A53

3 GB

32 GB Espandibile

18Mp

Android 5.1.1 Lollipop

Insomma, BlackBerry non sarà ancora fuori dal tunnel ma adesso sembra aver imboccato finalmente la strada giusta e i risultati positivi, destinati a migliorare ulteriormente nei prossimi trimestri, lasciano finalmente intravvedere un po’ di luce.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: