Diciamoci la verità, con alcuni bug presenti già dall’era del GameCube, la console Wii U non è mai stata una fortezza in termini di sicurezza, ed infatti non ci è voluto molto prima che si riuscisse a mettere le mani al suo interno e spremerne tutte le potenzialità grazie ai molteplici homebrew della scena hacking.

Con l’aggiornamento 4.3 Nintendo cercò di resistere all’assedio, ma con il LetterBomb di Hackmii fu tutto inutile. All’interno del Wii U troviamo un menù di sistema nascosto nelle impostazioni di retro compatibilità che contiene il codice necessario a bloccare gli attuali tentativi di hacking. Tuttavia non c’è voluto molto agli hacker per avviare l’homebrew channel su alcune specifiche console, utilizzando metodi conosciuti sin dal day one.

Adesso il team Hackmii ha compilato un installer che permette di bypassare gli IOS di sistema con facilità. Come l’hombrew loader di PS VIta, anche questa applicazione è al momento intrappolata all’interno del Wii U in quanto seppur installata non è ancora in grado di operare correttamente per via delle protezioni di Nintendo.

Si tratta ancora di un modesto passo, ma questo ci fa intuire che sia la scena underground di Wii U che Nintendo sono pronti a sfidarsi su un nuovo terreno di gioco. Riuscirà Nintendo a tenere il Wii U inattaccabile?

VIA: Joystiq

SOURCE: HackMiiHack a day

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: