Al giorno d’oggi praticamente chiunque utilizza almeno un social network, dai giovani adolescenti ai parenti che hanno raggiunto la terza età. Questo lo sanno bene i manager delle piccole e grandi aziende che hanno rivoluzionato il modo in cui gli aspiranti candidati al posto di lavoro vengono “valutati” prima e dopo del colloquio vero e proprio.

Non importa che sia MySpace, Facebook, Twitter, un canale YouTube, Google plus o qualsiasi altro luogo “social”, con una semplice ricerca del vostro nome è probabile che vengano fuori molte più informazioni di quelle che potreste aver lasciato scritte sul curriculum. Ammettiamolo, chiunque utilizzi Facebook o simili avrà avuto l’imbarazzo di veder caricato dal proprio -amico- quell’ imbarazzantissima foto della serata prima e spesso alla domanda “Perchè diavolo hai caricato quella foto??” la risposta è una risata che contribuisce solo al nostro imbarazzo. Le situazioni “scomode” possono variare dall’ubriacatura del giorno prima, alla foto stupida, ai gesti volgari o altre situazioni compromettenti per la propria reputazione.

Insomma, forse è meglio pensarci due volte prima di mettersi in posa per quella foto, oppure  cambiare amicizie! Ma se il danno è fatto e state cercando lavoro state attenti! Secondo un recente studio oltre il 70% dei manager controlla su internet alla ricerca della vostra presenza sui social network come Facebook e Google+ prima di assumervi. Forse potrebbe sembrare una pratica anti-privacy, ma a loro interessa vedere come siete realmente quando “nessuno vi guarda”. Oltre il 50% di essi controlla inoltre Twitter e un altro 50% di essi controlla anche la vostra presenza su Linkedin. La pratica era già usata da più di 5 anni ma ora questa tecnica si è sparsa in modo capillare.

La morale? Prima di lasciare quel curriculum pensa due volte a cosa hai combinato la sera prima!

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here