Le lamentele riguardo la violazione dei brevetti da parte di Android non sembrano finire. Dopo Steve Jobs, intenzionato a distruggere Android, reo di aver rubato le sue idee ad iOS di Apple, adesso la minaccia principale per il sistema operativo mobile di Google viene da Microsoft. Il gigante del software afferma che più della metà di tutti i dispositivi Android sono al momento oggetto di accordi di licenza di brevetto.

Che cosa vuol dire? Quando si acquista un telefono Android, c’è una buona probabilità che o il venditore (Samsung, HTC etc..) o uno dei produttori che hanno contribuito con qualche componente hardware stanno pagando una tassa a Microsoft per ogni vendita. Oggi Microsoft ha annunciato un accordo con Compal, un produttore smartphone e tablet per conto terzi e con un fatturato di  28 miliardi di dollari. Questo è stato il “decimo contratto di licenza, che fornisce una copertura sotto il nostro portafoglio di brevetti per i telefoni e i tablet Android” hanno dichiarato gli avvocati di Microsoft Brad Smith e Horacio Gutierrez.

[quote]”Ancora più importante, con l’annuncio di oggi oltre la metà delle aziende produttrici di dispositivi Android hanno stipulato accordi di licenza per l’utilizzo di brevetti Microsoft”.[/quote]

Iniziano a circolare voci secondo cui Microsoft guadagni più soldi dalle tasse pagate sui terminali Android venduti, piuttosto che dai propri cellulari con Windows Phone 7. Ricordiamo che HTC paga 5 dollari a Microsoft per ogni telefono Android; Google, nel frattempo, distribuisce Android (almeno la versione smartphone) come software open source.

Google di recente si è scagliata contro Microsoft ” When patents attack Android, sostenendo di essere vittima di una ostile campagna organizzata, condotta attraverso falsi brevetti.

Microsoft non ha fatto specifico riferimento al post di Google, ma oggi ha dichiarato: “Per coloro che continuano a protestare che il boschetto dei brevetti per smartphone è troppo difficile da esplorare, è il momento di svegliarsi.” Microsoft non si limita a raccogliere i soldi da altre società, paga anche in abbondanza per proteggersi dal furto dei brevetti, osserva il team legale.

[quote]“Negli ultimi dieci anni abbiamo speso circa 4,5 miliardi di dollari per licenze di brevetti di altre aziende”, ha detto Microsoft. “Questi ci hanno dato la possibilità di costruire sulle innovazioni degli altri, in modo responsabile che rispetti i loro diritti di proprietà intellettuale.”[/quote]

Analizziamo un pò di numeri: Microsoft ha stipulato 1.133 contratti di licenza per l’utilizzo dei suoi brevetti da parte di altre aziende, e ha citato in giudizio i venditori che non hanno firmato, tra cui Motorola, che è in procinto di essere acquisita da Google.

Ma di che brevetti stiamo parlando? Quali sono i brevetti di Microsoft che le hanno permesso di firmare tutti quei contratti di licenza? Mentre tutti i dettagli degli accordi di licenza non sono pubblici, i brevetti Android sono stati rivelati per le cause legali in corso. Ecco alcuni dei brevetti violati: “implementazione di nomi di file sia corti che lunghi nello stesso file system,” un sistema di monitoraggio che determina quando ripulire la memoria flash”, e brevetti relativi alla gestione dei database di contatti. 

Ma Microsoft non è l’unico rivale “legale” di Android; anche Oracle ha aperto un contenzioso, affermando che il sistema operativo di Google viola alcuni brevetti relativi a Java.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome