Esattamente 20 anni dopo il grande successo di Scemo e più scemo, Jim Carrey e Jeff Daniels tornano al cinema nei panni di Lloyd ed Harry per il sequel del film che fu un cult della commedia demenziale.

La nuova pellicola dei fratelli Farrelly (Tutti pazzi per Mary), riprende le avventure di Lloyd e Harry, cresciuti fisicamente ma la cui travolgente stupidità è rimasta totalmente immutata.

Scheda del Film

  • Regia: Bobby Farrelly e Peter Farrelly
  • Con: Jim Carrey, Jeff Daniels, Rob Riggle, Laurie Holden, Rachel Melvin
  • Titolo originale: Dumb and Dumber To
  • Genere: Commedia
  • Ratings: Kids+13
  • Durata: 110 min
  • Data di Uscita: in Italia mercoledì 3 dicembre 2014

Trama

Lloyd e Harry sono cresciuti ma la loro stupidità è rimasta immutata Lloyd Christmas (Jim Carrey) è da due decenni ricoverato in una clinica. È su una sedia a rotelle, non dice una parola, ha la barba lunga e folta. L’amico Harry Dunne (Jeff Daniels) non ha però mai smesso di andarlo a trovare. Tutte le settimane al suo fianco, per 20 anni.

Fino a quando, un giorno, Lloyd si sveglia e si mette a ridere. Era uno scherzo, durato 20 anni. Anche se 50enni, i due ragazzacci sono così di nuovo in azione. A stravolgere la vita di entrambi una vecchia cartolina indirizzata ad Harry, con una sua ex fiamma che gli annuncia di essere incinta. Inizia così il lungo viaggio per gli USA per ritrovare la figlia mai conosciuta.

scemo-piu-scemo-venti-anni-dopo-638x425

Considerazioni

Jim Carrey e Jeff Daniels probabilmente non deluderanno gli amanti del primo film, che fu un capolavoro dell’idiozia e rimane ancora oggi un caposaldo del cinema “politically incorrect.

Jim Carrey in questi anni è cresciuto molto come artista, i Golden Globe ricevuti per le interpretazioni drammatiche in “The Truman Show” e l’eccentrico comico Andy Kaufman in “Man on the Moon”, ma in questo film sembra come scatenarsi in modo assolutamente naturale, come se in tutto questo tempo non avesse aspettato altro che risistemare i suoi capelli a “scodella” e modellare la sua “faccia di gomma”.

A conti fatti il film si lascia guardare (anche se è un pò troppo lungo), anche se molti rimpiangeranno l’appeal e l’humour del primo capitolo, ma per un pubblico senza troppe pretese artistiche sarà un modo per distrarsi e farsi qualche risata irriverente. Dopo i titoli di coda rimanete in sala perchè c’è una sorpresa…

Voto finale: 5,5/10

Il Trailer

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: