Google avanza ancora di un passo verso la completa acquisizione di  Motorola Mobility e il tutto è avvenuto questa mattina, quando  27 membri del parlamento hanno approvato l’azione del colosso di Mountain View. Google necessita ancora del via libero di Cina, USA e altre grandi giurisdizioni prima di mettere Motorola nel proprio portafogli, tuttavia per il momento le cose sembrano procedere bene.

L’Unione Europe si è posta comunque le proprie domande e in particolare Joaquin Almunia ha dichiarato:

Questa approvazione di fusione non significa che non siamo preoccupati che una volta che Google assorbirà Motorola e il suo portfolio di brevetti, questi non vengano usati con abuso sui propri device Android. Questa è la nostra preoccupazione.

Considerate le tante dispute legali di questi tempi ( Samsung e Apple vi fischiano le orecchie? ) è legittima la preoccupazione dell’UE, in fondo i brevetti di Motorola sembrano il vero bottino al quale Google sta puntando. Ricordiamo che Google ha sborsato 12,5 miliardi di dollari per mettere le grinfie su Motorola, tuttavia ha garantito che Motorola continuerà ad esisterà come una grande entità indipendente e anche gli altri produttori avranno spazio  nel programma “nexus”, ovvero quello degli smartphone della Google Experience.

Ricordiamo che Google necessita ancora dell’approvazione di Cina e Stati Uniti per completare il tutto.

via

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!

COMMENTA