// RESTA AGGIORNATO SEGUI TECHZILLA
Megaupload: respinta la cauzione di Kim Dotcom, che ora potrebbe fuggire.
// CONDIVIDI  

Il caso Megaupload è ancora lontano dall’esser concluso e nuove informazioni continuano a susseguirsi. Mentre sembra che i dati degli utenti salvato sul sito di sharing saranno disponibili per 2 settimane, il suo co-fondatore sembra aver avuto meno fortuna. Stiamo parlando di Kim Dotcom che ha perso l’appello per la sua cauzione e i procuratori temono che Kim possa fuggire dalla Nuova Zelanda per tornare in Germania, per salvarsi dall’estradizione.

Il procuratore ha riferito che Kim Dotcom – vero nome Kim Schmitz  - ha diversi passaporti e account bancari e un passato di “fuggitivo”. LA sua prossima apparizione in corte sarà il 22 Febbraio, sperando che sia ancora in Nuova Zelanda.

via

// CONDIVIDI  

COMMENTA

  • http://twitter.com/dert86 dert

    che scappi pure..

    • Denpatou

      ihihih questo è pazzo :D si chiuderebbe su una montagna solo con COD

  • anonymous

    E’ tutta propaganda! L’FBI ha fatto l’ennesimo buco nell’acqua! Ne uscirà innocente dato che ogni file caricato non risultava nelle search, ma era privato e condivisibile solo dall’utente. Solo grazie a questo accorgimento è al 60% dell’opera!