Lo store di applicazioni più conosciuto e più grande al mondo ha superato le oltre 600.000 applicazioni. Si potrebbe dire un’immensità, ma ci sono dei lati che ci sfuggono quando Apple esalta questi dati.

Ci giunge infatti un rapporto da Adeven, un importate analizzatore di dati tedesca nel settore mobile, che ci parla di circa due terzi delle app dimenticate, per così dire, o da loro stessi definite “Zombies“.

La ricerca è stata svolta con il tool della compagnia di Berlino dal nome Apptrace, che ci rivela che circa 400.000 applicazioni non vengono scaricate dagli utenti iOS, nè ricevono voti o recensioni ed inoltre sono praticamente invisibili agli utenti dato che Apple ha costruito dietro il suo store un ecosistema chiuso senza un equo meccanismo di ricerca.

Solo le app nelle sezioni Top sono quelle veramente attive e appartengono per la maggior parte ad aziende che sono in grado di investire grandi quantità di denaro in marketing e promozioni per vari canali. I dati per la ricerca sono stati raccolti da tutti i 155 paesi in cui AppStore di Apple è presente e nel periodo a partire dallo scorso Aprile.

Oltre a questo ci sono molte applicazioni “doppione”, un esempio? Circa 1900 applicazioni per utilizzare il flash come torcia!

Via 

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!

COMMENTA