Il progetto Anroid One è stato annunciato verso metà anno e i suoi propositi erano sicuramente ambiziosi: creare un nuovo standard di dispositivi estremamente economici per i paesi in via di sviluppo, con sistema operativo Android “liscio” che sarebbe stato aggiornato direttamente da Google garantendone anche una nuova longevità in termini software.

Tuttavia i buoni propositi non sono bastati infatti se ci affacciamo sul territorio Indiano possiamo vedere che tra il dire e il fare Google ha incontrato produttori come Xiaomi e Motorola che hanno parzialmente eclissato il suo successo. Solo 2,5% degli smartphone entry level venduti in India sono infatti dispositivi Android One. Ricordiamo che al momento il portfolio include il Karbonn Sparkle V, il Micromax Canvas A1 e lo Spice Dream UNO.

Le ultime due settimane di Settembre sono state importate 230,000 unità Android One. Questi dati sono stati condivisi dalla firma locale di marketing Cybex Exim e riportati dal The Economic Times che spiega come “per il mese di Ottobre, circa 8 milioni di smartphone sono stati consegnati in India, di cui solo il 2,5% erano Android One”.

Android-One-001621-710x350

Questo significa che qualcosa non è andato come previsto per Android One. Le cause sono molteplici, ad incominciare da un domanda di mercato sopravvalutata, problemi di consegna dalla Cina, la memoria RAM molto limitata e il fatto che inizialmente questi erano venduti solamente online. Inoltre gli smartphone low cost di Xiaomi e Motorola hanno contribuito a lasciare meno spazio per la diffusione del progetto.

Il progetto tuttavia non è morto e Google è ancora molto fiduciosa sopratutto per il forte interesse del progetto da parte degli utenti. Inoltre sembra che molti utenti non sappiano neanche cosa sia un dispositivo Android One, o per meglio dire, non sono al corrente dei vantaggi offerti da questa lineup come il fatto che sono aggiornati direttamente da Google in quanto non vi è stata un’adeguata pubblicità in merito. Con il mercato dei dispositivi entry-level che diventa sempre più aggressivo anche Google deve rimboccarsi le maniche e colmare quelle lacune che hanno rallentato le vendite di Android One.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: